Nuove ricette

I festaioli scelgono il prosecco per Capodanno

I festaioli scelgono il prosecco per Capodanno


I produttori italiani sono lieti che le vendite di prosecco siano aumentate il mese scorso

Wikimedia/Nicholas Gemini

I festaioli di tutto il mondo festeggiano con il prosecco.

Il 2015 è iniziato alla grande per i produttori di spumanti italiani, perché hanno visto un boom di vendite fino al 2014 e durante le festività natalizie quando le persone di tutto il mondo hanno iniziato a bere più prosecco.

Lo champagne potrebbe essere il modo tradizionale per festeggiare il nuovo anno, ma sempre più persone hanno festeggiato con il prosecco. Il Prosecco è generalmente meno costoso dello Champagne, ma le sue bollicine sono altrettanto festive e il prezzo più basso significa che le persone possono acquistarne molto di più. Secondo The Local, entro la fine delle vacanze, si stima che nel 2014 saranno state consumate in tutto il mondo 220 milioni di bottiglie di prosecco.

Tutte le varietà di spumante italiano hanno mostrato un massiccio aumento del 24% delle vendite nel 2014 rispetto al 2013, e la maggior parte di questa crescita è stata attribuita alla crescente popolarità degli spumanti italiani all'estero. In Italia, le vendite di prosecco non hanno mostrato un aumento notevole rispetto al 2013, e il consumo in generale è in calo rispetto al picco di alcuni anni fa.


Ricette All-Star di Capodanno

Scopri come continuare la festa nel nuovo anno con ricette facili e cocktail allegri. Trova altre idee per ricette su Food Network.

Relativo a:

Foto di: Tara Donne & copyFood Network

Foto di: Matt Armendariz e copy2014, Television Food Network, G.P. Tutti i diritti riservati

Foto di: Matt Armendariz ©Copyright 2015

Foto di: Brian Kennedy e copy2013, Television Food Network, G.P. Tutti i diritti riservati

Foto di: Matt Armendariz e copy2014, Television Food Network, G.P. Tutti i diritti riservati

Foto di: Tara Donne & copyFOOD NETWORK: 2012, Television Food Network, G.P.

Foto di: Kate Mathis ©2016, Television Food Network, G.P. Tutti i diritti riservati

Foto di: Brian Kennedy e copy2013, Television Food Network, G.P. Tutti i diritti riservati

Foto di: Matt Armendariz e copy2013, Television Food Network, G.P. Tutti i diritti riservati.

Foto di: Lisa Shin & copyLisa Shin Photography, Inc.

Foto di: James Wojcik Stilista di scena: Marina Malchin 917 751 2855

©2012, Television Food NETwork, G.P. Tutti i diritti riservati

Foto di: James Wojcik Stilista di scena: Marina Malchin 917 751 2855

Foto di: James Wojcik Stilista di scena: Marina Malchin 917 751 2855

©Food Styling: Anne Disrude Props: Marina Malchin.

Foto di: Christopher Testani

Foto di: Anna Williams Stilista di scena: Marina Malchin 917 751 2855

Foto di: Yunhee Kim e copy2011, Television Food Network, G.P. Tutti i diritti riservati.

Foto di: Levi Brown Prop Stilista: Marina Malchin 917 751 2855

Foto di: Matt Armendariz e copy2013, Television Food Network, G.P. Tutti i diritti riservati

Foto di: Armando Rafael Moutela ©2014, Television Food Network, G.P. Tutti i diritti riservati 2014, Cooking Channel, LLC Tutti i diritti riservati

Foto di: Marshall Troy e copyFOOD NETWORK: 2012, Television Food Network, G.P.

Foto di: Janet Rhodes ©2011, Television Food Network, G.P.

Foto di: Antonis Achilleos Stilista di scena: Marina Malchin 917 751 2855

Cocktail di gamberi arrosto

Salsa Di Carciofi Spinaci Gorgonzola

Flute Di Gelatina Di Champagne

Funghi Ripieni Di Salsiccia

Torta al caffé e panna acida

Gamberetti all'ananas avvolti nella pancetta

Biscotti di buon anno

Non importa se stai organizzando un'avventura elegante in cravatta nera o una piccola cena in famiglia, questi biscotti (con due sorprese all'interno!) Saranno sicuramente un successo.

Olive Fritte

Cocktail di gamberi

Questo cocktail di gamberi a 5 stelle sta per diventare la tua ricetta preferita, è facile e gradito alla folla e puoi preparare la salsa cocktail in pochi minuti.


Premium Prosecco è un nuovo momento Martini

La bolla del Prosecco sta per scoppiare? La risposta breve è quasi certamente no. Siamo pazzi per le cose. Le vendite hanno brillato come la bevanda stessa, con una crescita annuale a due cifre sia negli Stati Uniti che in Gran Bretagna negli ultimi anni, superando lo Champagne e lasciando Cava confuso. Il Prosecco DOC è stato ampliato, la produzione è aumentata e le cifre dell'export fanno invidia al settore. Se vuoi una misura del suo successo, considera il fatto che Freixenet, il più grande produttore di Cava spagnolo, ha appena lanciato... un Prosecco.

Detto questo, chiediti: quando è stata l'ultima volta che una bottiglia di Prosecco ha infiammato le tue papille gustative? Con volumi maggiori, la qualità ne ha risentito. Per me, la maggior parte ha un aspetto piuttosto blando e "omogeneo". Quei deliziosi aromi di fiori racchiusi in una nuvola leggermente sintetica di gocce di pera, quella delicata sensazione in bocca soffocata da una dolcezza stucchevole. Sembra passato molto tempo dall'ultima volta che mi sono innamorato del suo fascino in un'enoteca veneziana. Al giorno d'oggi, non tendo a comprarlo. Il Prosecco è diventato “mercificato”. In breve, è noioso.

Quindi è stato uno shock assaggiare l'ultima svolta di Martini sull'uva Glera. Il marchio si è fatto un nome producendo il Vermouth, ovviamente, ma sono anche un grande attore nel mondo degli spumanti. L'Asti Spumante era la loro stella degli anni '70 (e fa un ottimo spumante da dessert, se me lo chiedi) ma, come compagnia, erano in ritardo alla festa del Prosecco. Ora stanno recuperando il tempo perduto, schivando la corsa al ribasso sul prezzo, con un passo sensato nel mercato premium.

Martini Vintage Prosecco D.O.C è il nome internazionale di quella che in Italia viene venduta come "Collezione Speciale’". Lanciato di recente nel Regno Unito nell'ultimo mese, ha già raccolto un gong ai premi Drinks Business Masters, dove ha ricevuto 95+ punti. Anche a me è piaciuto, e non ero solo. Durante una recente degustazione, un giornalista veterano del vino, che condivide la mia mancanza di entusiasmo per il moderno Prosecco di massa, si è chinato su di me e ha sussurrato "Non posso credere che sto chiedendo un altro bicchiere!"

Quindi di cosa si tratta? Bene, è sicuramente progettato per attirare gli amanti dello Champagne. Pur non essendo Metodo Tradizionale, ha passato più tempo sui propri lieviti, conferendogli aromi che mi ricordavano l'impasto della focaccia, integrandosi con il delicato fiore e la mela verde che derivano da uve di qualità e maneggiamento a bassa temperatura. Ha una spuma leggera, ma persistente, rinfrescante e nulla di stucchevole sul finale. È confezionato in una bottiglia spessa in rilievo con bolle di vetro e viene fornito in una bella scatola. Lo sguardo grida “premium” a cui potremmo mormorare “bling”! E per di più, ha un grande valore, lanciando a £ 15 nel Regno Unito (attualmente solo in Asda, ma sospetto che gli altri grandi supermercati non saranno molto indietro).

C'è un vecchio detto alla Martini che "la tradizione... è l'innovazione che è andata bene". Questo ultimo lancio nell'affollato mercato del Prosecco sembra sicuramente una di queste mosse.


Mercoledì 30 dicembre 2020

Domani scateneremo le nostre ultime celebrazioni sul mondo (che, per noi, è questa casa), e la vera svolta che concluderà questa follia sarà rivelata. Spoiler: si scopre che i festeggiamenti sono stati nei nostri cuori per tutto il tempo. O qualcosa di altrettanto banale, ne sono sicuro. No, non c'è molto da festeggiare, e il 1 gennaio spero di avere un conteggio finale dei nostri omaggi riconosciuti durante tutto l'anno. Probabilmente farò anche un breve riassunto di come ritengo sia andato questo progetto prima di spegnere il word processor e riportare in vita l'inferno. Perché la vita sta ancora accadendo, tanto quanto il nostro calendario cerca di indicarci altrove. Ieri, però, il calendario non aveva molto da dire. Ecco il nostro martedì:

Giorno del Tic Toc

No, questo non ha nulla a che fare con quel sito di condivisione di video, come evidenziato dalla corretta ortografia inglese di tick e tock nel titolo. Questa è un'altra creazione per la celebrazione di Thomas e Ruth Roy, un giorno per noi per modellare la nostra lista delle cose che vogliamo ancora fare prima della fine dell'anno. È vero: questo articolo arriverà sulle macchine interweb meno di 48 ore prima della fine dell'anno.

Certo, non abbiamo fatto abbastanza per il 2020 a questo punto? Siamo tutti ansiosi che il nuovo anno inizi, non perché crediamo che mantenga la promessa di una soluzione istantanea per tutto ciò che affligge il mondo, ma perché siamo ottimisti sul fatto che un nuovo inizio potrebbe iniziare un costante aumento della qualità della vita che ripristinerà almeno la maggior parte delle nostre vite a quello che erano prima che il 2020 li prendesse a calci in culo.

Ecco cosa devo ancora fare quest'anno:

  • Celebrare. Abbiamo una manciata di festeggiamenti da coprire oggi e domani, e non abbiamo intenzione di strisciare debolmente verso il traguardo.
  • Scrivere. Qualunque cosa celebriamo viene documentata. Probabilmente non sui nostri canali di social media, poiché abbiamo quasi abbandonato la condivisione di tutto lì. Ma vedrai tutto qui.
  • Cucinare. Sono il cuoco di casa e quest'anno ho un altro pasto da preparare. Abbiamo deciso per il cibo cinese per domani sera, perché sappiamo come vivere.
  • Camminare. Questi cani hanno bisogno di esercizio e, anche se ho giurato di evitare di portarli a spasso quando il mercurio scende sotto i -20, non siamo affatto vicini a questo. Quindi andiamo.
  • Puzzle. Abbiamo iniziato un puzzle un paio di giorni fa e abbiamo intenzione di finirlo. E magari iniziarne un altro.

Questo è tutto. Il 2020 può andare a farsi fottere, a parte quei pochi lavoretti rimanenti, nessuno dei quali è particolarmente estenuante o spiacevole. Possiamo anche goderci queste ultime ore di un anno che passeremo tutti il ​​resto della nostra vita a cercare di dimenticare.

Giornata nazionale dell'eroe

Una delle mie fonti principali per questo progetto, il National Day Calendar, ha creato questo, probabilmente perché se non lo avessero fatto, non ci sarebbe stato molto per riempire il posto il 29 dicembre. È un giorno per celebrare gli eroi della vita reale (al contrario di, diciamo, Iron Man) per tutta la grandezza che hanno conferito al pianeta durante tutto l'anno.

Sarà davvero un cliché e potenzialmente stupido se uso questo tempo per elogiare gli operatori sanitari in prima linea, giusto? Beh, fanculo. Non riesco a pensare a nessuno che conosco che esemplifichi la nozione di "eroe" in questo momento più di Kohley, Jenny e gli altri medici e infermieri che conosco che sono là fuori che si avvicinano tutti ai malati in questo momento. Non stanno solo combattendo una pandemia che gli scienziati stanno ancora cercando di capire, ma stanno combattendo una ricchezza di ignoranza e sfacciataggine immeritata che spinge gli anti-maschera a marciare per le strade e ignorare le raccomandazioni.

Nel 2001, i vigili del fuoco e la polizia erano gli eroi per cui tutti svenivano. E quelle persone sono ancora eroi per gli standard odierni (anche se il sistema di polizia ha sicuramente dimostrato di essere infranto ultimamente). Ma c'è voluta un'emergenza sanitaria mondiale per i medici e gli infermieri per ottenere i riflettori, e in realtà è quella che si sono meritati sin dagli albori delle loro professioni. Vorresti assorbire fluidi umani grossolani o tenere la mano di qualcuno mentre precipitano paurosamente nel vuoto al di là di questa esistenza? Sono sicuro che non lo farei, pandemia o no. Sì, vengono pagati per questo lavoro, e sì, potrebbero rinunciare e ottenere un lavoro vendendo Subaru o qualcosa del genere. Ma non lo fanno. Fanno andare avanti il ​​nostro mondo.

Quindi questo è il mio grande saluto per questo. Considero gli insegnanti e altre persone che lavorano in lavori relativamente ingrati allo stesso riguardo, ma le persone sanitarie in prima linea ricevono l'attenzione oggi. Hanno avuto un anno più duro della maggior parte.

Giornata nazionale delle uova alla Benedict

Questo giorno è arrivato il 16 aprile ed è stato, secondo me, il nostro più grande fallimento dell'anno. Beh, il mio più grande fallimento. Ho provato a fare la salsa olandese e il burro è stato versato troppo velocemente, causando la separazione della salsa in qualcosa di grossolano e immangiabile. Quel giorno abbiamo mangiato le nostre uova alla Benedict senza salsa e il sapore era buono come sembra.

La mattina di Natale, ho provato di nuovo. E il risultato è stato abbastanza gustoso da far diventare le uova benny la nostra nuova tradizione del brunch di Natale. Con la giusta salsa olandese. Non sto contando questo come un'altra celebrazione, solo come una correzione di un precedente disastro. Huzzah.

È stata una giornata così breve, anche se ti assicuro che ho festeggiato di nuovo il National Chocolate Candy Day, solo per assicurarmi di averlo fatto bene. Non possiamo essere troppo attenti con alcuni di questi. Anche il National Rum Day (da agosto) è stato rivisitato. Ecco la scaletta di oggi:

  • Giornata nazionale del bicarbonato di sodio. Bene, se abbiamo bisogno che Alka-Seltzer venga in soccorso oggi, saremo pronti.
  • Festa della famiglia degli aghi che cadono. Un momento per ripulire dopo Natale. Immagino che significhi che mettiamo in ordine la casa.
  • Giornata Nazionale del Pancetta. Sì, questo è stato abilmente nascosto alla fine dell'anno. Potrebbe essere l'unico modo in cui siamo arrivati ​​così lontano.
  • Festival di enormi cambiamenti all'ultimo minuto. Sicuro. È qui che annunciamo che festeggeremo per i prossimi 365 giorni? (spoiler: no)

Come ospitare una degustazione di vini

Ho festeggiato un compleanno e ora potrei morire per un po' di esercizio?

Vedo la mia età ogni volta che vado in chiesa, dove solo pochi anni fa ero consulente di un gruppo giovanile per bambini di 10 anni più giovani di me. Oggi, però, ho più del doppio dell'età di quelli del gruppo giovanile. Sono spaventosamente abbastanza grande da essere la loro madre.

Tranne quando noto quanti dei miei amici stanno lottando con le malattie proprie o dei loro genitori, di certo non mi sento così vecchio. Di solito mi sento ancora a malapena nei miei 20 anni, e a malapena la figura di grazia e sicurezza di sé che mi aspettavo di arrivare con l'età.

Ma ho trovato un modo per sentirmi felice, completamente adulto, completo di frasi complete e conversazioni intelligenti su qualcosa di diverso da quante ore ha dormito il mio bambino la scorsa notte: la degustazione di vini.

Un'amica e io abbiamo fondato un gruppo di degustazione di vini la scorsa estate, mettendo insieme inviti sgargianti per una calda notte d'estate. Non ci preoccupiamo più di inviti fantasiosi e il gruppo tende a cambiare di mese in mese a seconda di chi può avere una baby sitter e di chi non ha bambini malati, ma l'età adulta rimane.

Per la prima festa, abbiamo assaggiato due prosecchi - vino italiano frizzante - solo per il divertimento di avere qualcosa di frizzante per darci il via. Sono innamorato del prosecco da un viaggio in Italia 10 anni fa, costa poco e finora si è rivelato difficile trovare una bottiglia davvero sgradevole. È la cosa giusta per una notte d'estate o in qualsiasi momento in cui desideri qualcosa di frizzante ma senza pretese. Da lì abbiamo fatto un importante passaggio a Shiraz, assaggiandone quattro da tutto il mondo.

La maggior parte dei partecipanti era nuova alla degustazione di vini e all'inizio un po' nervosa all'idea di esprimere un'opinione, ma non è durata. (Nota: chiarisci alle persone cos'è "un assaggio" - non versare nulla vicino a un bicchiere pieno a meno che tu non abbia taxi - taxi, cioè - allineati fuori dalla porta!) Ciò che ha aiutato è stata una degustazione foglio da compilare da parte di tutti. Ho preso il mio su www.wineskinny.com/reviews/tastingnotes.htm. È una scheda dettagliata che ha dato alle persone un modo per dire più di "questo odora di vino", che spesso è stato l'unico commento che ho potuto raccogliere nelle prime sessioni di degustazione di vini che ho avuto a scuola di cucina.

Abbiamo anche stampato un foglio di suggerimenti su come degustare e annusare un vino (ad esempio cosa si cerca quando si fa roteare il vino nel bicchiere e come giudicare il colore). I siti Internet possono offrirti più aiuto di quanto tu possa desiderare in questo, insieme a elenchi così dettagliati come quale cibo generalmente si sposa bene con quale vino e come servire il formaggio con il vino.

Alcuni snob di vino ti diranno di usare bicchieri freschi per ogni vino assaggiato personalmente, non ho voglia di lavare tutto questo a fine serata. Invece, abbiamo comprato set di bicchieri economici da un negozio di biancheria e abbiamo fornito brocche d'acqua per sciacquare i bicchieri tra i vini (insieme a ciotole per scaricare l'acqua o il vino).

Come una regola vaga, aspettati di ottenere circa otto degustazioni da una bottiglia di vino che miriamo a degustare cinque o sei vini ogni sera. Più di questo e perdiamo la capacità di confrontare l'ultima bottiglia con la prima. Dato che non siamo dei veri degustatori di vino (non sputiamo quasi mai, tanto per cominciare!), tendiamo a bere un po' più vino di quello--quando le persone ne trovano uno che gli piace particolarmente, vogliono versarsi un bicchiere intero e rilassarsi con del cibo.

Come scegliere il vino? Generalmente scegliamo che tipo di vino vogliamo assaggiare (shiraz, viognier, ecc.), poi portiamo i nostri soldi in enoteca e chiediamo aiuto. Riceviamo i nostri dalla Chapel Hill Wine Company, che stamperà anche le sue descrizioni di ogni vino in modo che alla fine della notte, i degustatori possano leggerli e sentirsi stupidi o giustificati.

Per una degustazione di vini da dessert a dicembre, tuttavia, gran parte di ciò che abbiamo bevuto proveniva da una cantina, offrendo la possibilità di vedere le somiglianze nello stile di un enologo.

Allora, come scegliere il cibo? Come ho detto, i siti Internet possono guidarti su quali cibi si abbinano a quali tipi di vino, così come un'enoteca decente. Abbiamo sempre del formaggio (meraviglioso con i vini da dessert oltre che normale), e abbiamo sempre del dessert (un buon finale può far dimenticare i difetti che ci hanno preceduto). Questo non solo non deve essere uguale a un pasto completo, ma non dovrebbe: puntare invece a cibo a sufficienza per evitare che gli ospiti si sentano male per il troppo vino, ma non così tanto da stancare il palato. Offri pane e cracker in abbondanza, salse e cose croccanti: trovo che il cibo croccante sia particolarmente necessario durante una degustazione di vini.

Ultimamente mi sono affezionato alle tazze di fillo surgelate fatte da Athens Foods quando hai poco tempo, queste sono un ottimo veicolo per tutto, da una mousse di formaggio di capra alla cagliata di limone e frutti di bosco. (Puoi facilmente preparare le tue tazze di phyllo, ma queste sono più semplici da mangiare di tutte quelle che ho mai fatto, che tendono ad essere disordinatamente traballanti.) D'altra parte, potrei non comprare mai più una tortilla, ora che ho finalmente ho provato a cucinare il mio. Conosco da anni questo trucco (è troppo semplice per essere chiamato una ricetta) ma non sono mai riuscito a provarlo. Recentemente, però, ho preso delle piccole tortillas di farina, ho spennellato leggermente entrambi i lati con burro fuso, le ho impilate e tagliate a triangoli (otto per tortilla), le ho stese su teglie unte e le ho cosparse di sale marino fino. Cotte a 375 gradi per circa 10 minuti fino a quando non erano profondamente dorate e croccanti, queste patatine erano assolutamente avvincenti, perfette per raccogliere il guacamole.Meglio ancora, si conservano per diversi giorni in un contenitore di plastica sigillato, quindi mentre sono meglio freschi, sono facili da fare per le feste. Lo stesso metodo funziona per le tortillas di mais, ma quelle di farina diventano croccanti meglio. Per uno spuntino dolce, puoi cospargerli di zucchero alla cannella prima di infornare.

Non importa cosa, mantienilo semplice. Non pianificare molto che debba essere servito caldo, dato che le persone mangiano in modo eccezionalmente casuale durante le degustazioni. Potrebbero esserci feste in cui non ti dispiace essere bloccato in cucina, ma non queste. Per sentirti adulto, vai con gli adulti!

Note del cuoco: È difficile sbagliare con il cioccolato, ma i semplici dessert alla frutta possono essere un'opzione migliore alla fine di una degustazione. In genere voglio evitare cibi sensibili alla temperatura per dessert in modo da poterli mettere fuori a metà della festa e poi essere fatto. L'eccezione a tutto questo potrebbe essere la fonduta di cioccolato che è facile da preparare in anticipo e può essere servita con molta frutta, oltre a cubetti di torta. Suggerisco di mettere fuori metà della fonduta che hai preparato, quindi rifornirla se necessario. Spendi circa $ 10 per una pentola per fonduta da dessert se è improbabile che tu faccia di nuovo un'altra fonduta (questi si siedono sopra una luce da tè, cercane uno con la luce il più bassa possibile sotto la pentola per evitare un punto bruciato nel mezzo) . Oppure considera di spendere di più per pentole elettriche per fonduta. Ero scettico su queste cose, data la vita che avevo passato a imparare da mio padre come giocherellare con la fiamma dello sterno per evitare che la nostra fonduta di formaggio annuale si surriscaldasse. Ma, sebbene manchino di romanticismo, sono assolutamente meravigliosi, con un controllo della temperatura a risposta rapida e impostazioni basse. Funzioneranno anche meglio se dai da mangiare a una folla. La maggior parte delle ricette di fonduta di cioccolato suggerisce di usare pezzi di torta di libbra per inzupparla, ma io preferisco la ricetta qui, da Gourmet rivista è veloce, tenera, umida e più leggera della torta di libbra.

torta di mandorle
Da 36 a 64 quadrati, a seconda delle dimensioni
4 tuorli d'uovo grandi
3/4 tazza di zucchero semolato, diviso
2 cucchiai di latte
1/2 cucchiaino di estratto di mandorle
1/2 tazza di farina per tutti gli usi (preferibilmente una farina del sud morbida come il giglio bianco)
1/2 cucchiaino di sale grosso o 1/4 di cucchiaino di sale da tavola
2 albumi grandi

Preriscaldare il forno a 350 gradi. Imburrare o imburrare una tortiera quadrata da 9 pollici e foderare il fondo con carta pergamena o cerata. Imburrare la carta e spolverare la teglia con la farina, eliminando l'eccesso.

Sbattere insieme i tuorli, 1/2 tazza di zucchero, il latte e l'estratto di mandorle in una grande ciotola fino a quando non sono ben combinati, quindi sbattere la farina e il sale.

Sbattere gli albumi con le fruste elettriche ad alta velocità fino a quando non tengono i picchi morbidi. A bassa velocità, aggiungere molto gradualmente 1/4 di tazza di zucchero rimanente, sbattendo fino a quando i bianchi non mantengono i picchi rigidi. Incorporare circa un terzo degli albumi alla pastella di tuorli per alleggerirla, quindi incorporare gli albumi rimanenti delicatamente ma accuratamente.

Versare nella teglia preparata, distribuendola uniformemente, e cuocere al centro del forno fino a quando non diventa dorata e un tester (come uno stuzzicadenti) esce pulito, da 14 a 16 minuti. Far raffreddare completamente la torta in teglia su una gratella prima di tagliarla.

Fonduta di Cioccolato Fondente
Le porzioni da 4 a 6 possono essere raddoppiate o triplicate
3/4 di tazza di panna pesante
12 once di cioccolato agrodolce, tritato (puoi anche usare patatine di alta qualità, come Guittard)
1 cucchiaio di liquore a scelta, facoltativo (come Kahlua, Amaretto, Cognac, Grand Marnier)

In una padella media pesante, portare la panna a bollore. Togliete dal fuoco, unite il cioccolato e lasciate riposare qualche minuto, mescolando di tanto in tanto. Aggiungere il liquore e frullare fino a che liscio.


Non filtrato

• A Splashy Celebration: un banchiere che stava festeggiando nell'esclusivo nightclub londinese Mo*Vida ha conquistato i titoli locali per aver ordinato quasi $ 40.000 di Champagne e poi spruzzarlo nella sua stanza VIP. Il club di Soho, i cui patroni hanno incluso Paris Hilton, Scarlett Johansson e Pierce Brosnan, riferisce che il banchiere, in visita da Monaco, e 20 amici hanno sprecato sei magnum e 49 bottiglie di Cristal di varie annate, oltre a due magnum e 13 bottiglie di Dom Pérignon. Il comportamento sontuoso ha finito per far guadagnare al ragazzo più di $ 75.000 dopo che il club lo ha schiaffeggiato con un enorme conto di pulizia, più il costo del servizio. "L'intero posto doveva essere rifoderato", ha detto un rappresentante del club. "È noto che alcune bottiglie di spumante sono state spruzzate nelle stanze [private] in precedenza, ma non nella misura in cui abbiamo dovuto addebitare una tassa di pulizia". Chiaramente, il finanziere non era un appassionato di vino. Una rapida occhiata a una copia del conto ha mostrato che il resto della scheda è andato verso alcune bottiglie di Belvedere Vodka, a $ 320 a pop, e una varietà di miscelatori, che i festaioli hanno effettivamente bevuto.

• Foster's Wine Estates, il gigante del vino precedentemente noto come Beringer Blass, è stato impegnato a consolidare le sue attività da quando ha sborsato oltre 2,5 miliardi di dollari per il suo principale concorrente Southcorp a giugno. L'ultimo pettegolezzo nel nord della California è che l'azienda è pronta a vendere la cantina e il ristorante di Chateau Souverain nell'Alexander Valley della contea di Sonoma, anche se manterrebbe il marchio. Mentre Foster's rifiuta di commentare, se ciò si rivelasse vero, sarebbe coerente con il modo in cui spesso opera l'industria vinicola australiana, vendendo le strutture regionali e collocando la vinificazione in un unico grande impianto. (L'azienda ha un'enorme nuova azienda vinicola in lavorazione nella Napa Valley meridionale.) Si dice che sia interessato alla struttura un vignaiolo/cineasta Francis Ford Coppola, che si dice voglia che la sua azienda vinicola Niebaum-Coppola nella Napa Valley si concentri esclusivamente sui vini della tenuta, come il Rubicon. Uno scenario è che avrebbe prodotto i vini non di proprietà, come la Francis Coppola Diamond Series e Coppola Presents, a Souverain. Altri rapporti sono che vuole creare un ristorante di destinazione nel luogo bucolico tra le dolci colline lungo l'autostrada 101. Mentre il ristorante Chateau Souverain è stato a lungo un underperformer, la scena gastronomica locale è decollata, con l'aggiunta di Charlie Palmer's Dry Creek Kitchen e il Cyrus recentemente annunciato, entrambi nella vicina Healdsburg. Ma neanche i funzionari della Niebaum-Coppola parlano. Rimani sintonizzato.

Merlot! Zin bianco! Porta qui il tuo Fetzer.
• Portami fuori alla partita, portami fuori con la folla. Comprami delle noccioline e... Chardonnay? Sì, dall'inizio di quest'anno, il vino è disponibile in alcuni stadi sportivi, come SBC Park a San Francisco, che vende Fetzer Valley Oaks Chardonnay, Merlot e White Zinfandel in bottiglie di plastica riciclabili e infrangibili da 187 ml con tappo a vite. (I vini sono disponibili anche in confezioni da quattro presso i rivenditori di tutto il paese e possono essere trovati in strutture all'aperto come zoo e mazze da golf.) Per non essere da meno, Beringer sta introducendo le sue Stone Cellars Chardonnay, Pinot Grigio, Cabernet e Merlot in simili contenitori--giusto in tempo per la stagione del tailgating autunnale. I vini saranno venduti al dettaglio per circa $ 8 per una confezione da quattro e $ 14 per una confezione da otto. Fa tutto parte di una tendenza verso imballaggi più convenienti e più portatili, che ci ha portato bottiglie di vino in plastica sugli aeroplani, così come vino in lattine e cartoni. Fetzer e Beringer stanno salutando le loro mosse come prime. Non si sa ancora quando Mouton e Yquem seguiranno l'esempio.

• I coltivatori del Beaujolais stanno spendendo molti soldi per dare al loro vino una nuova immagine. La grande spinta dietro il Beaujolais Nouveau, la bevanda ora rossa rilasciata ogni novembre, ha avuto un tale successo che nessuno sembra rendersi conto che la denominazione francese produce anche vini che possono essere bevuti in qualsiasi momento dell'anno. Per cambiare ciò, l'Inter Beaujolais, un'unione di produttori, sta collaborando con la Federazione italiana dell'olio d'oliva in una campagna di marketing triennale da $ 5 milioni nelle principali città degli Stati Uniti, sponsorizzando eventi "License to Chill" come le serate dei bar Beaujolais e in- degustazioni in negozio. Ma perché i francesi stanno collaborando con un cibo italiano? Perché l'Unione Europea pagherà metà del conto per le campagne di marketing per i prodotti agricoli di due diverse nazioni dell'UE. Per quanto riguarda il nome "License to Chill", è un gioco su due temi: che il Beaujolais è un vino da servire a feste rilassanti e che è uno dei pochi rossi che va servito freddo. Considerando che Smirnoff sta ora pubblicando una serie di annunci con lo slogan "Chill Sip Chill", non filtrato spera che Beaujolais non abbia speso $ 5 milioni solo per confondersi con una vodka.

• Non sprecare … allevatore di maiali australiano Claire Pennicard ha escogitato un uso insolito per gli avanzi del processo di vinificazione: la lettiera per i suoi circa 4.000 suini. Trovare modi per sbarazzarsi della vinaccia - bucce d'uva pressate, gambi e altro materiale - ha afflitto alcuni produttori di vino perché generalmente è troppo acido per essere usato in agricoltura come fertilizzante o pacciame. Ma i maiali sembrano amare rilassarsi sulle cose morbide, secondo i rapporti dell'Australian Broadcasting Corporation, e Pennicard crede che finirà con il compost di alta qualità. Per ora, riferisce Pennicard, i maiali si sono praticamente evitati di mangiare quella roba. Sembra che non venderà prosciutto allo Shiraz.

• I viticoltori sono un gruppo resiliente. Hanno continuato ad andare avanti nonostante la siccità, le tempeste di grandine, gli incendi, i terremoti e le inondazioni (siamo sicuri che da qualche parte c'è stata una piaga di locuste). Ma gli uragani non sono un clima tipico nel paese del vino. A meno che tu non sia in Florida. Quando l'uragano Ivan ha spazzato via Panama City Beach poco meno di un anno fa, ha spazzato via praticamente tutto sul suo cammino, che comprendeva SeaBreeze Winery. Proprietari Fred e Lynn Webb si aspettavano che il loro vigneto di Kyotee fosse devastato, ma quando lo valutarono pochi giorni dopo, trovarono le viti intatte e una sezione aveva ancora i frutti pendenti. "L'unica cosa che ha fatto la tempesta è stato un processo di abbattimento, e tutte le uve rimaste sulla vite erano semplicemente perfette", ha detto Fred. "Ha tolto tutto ciò che era troppo maturo o un po' debole, e li ha semplicemente smontati." Il risultato sono 80 casse di vino Hurricane Ivan, un rosso semisecco da $ 15 ottenuto da uve Muscadine originarie del sud degli Stati Uniti. Come souvenir, sicuramente batte un modulo di richiesta di risarcimento assicurativo.


Prima delle app di appuntamenti, le barre telefoniche retro-futuristiche nutrivano un flirt amichevole e introverso

C.E.V. stava per Controlled Entropy Ventures, la società tecnologica sperimentale dietro Remote Lounge, un concept bar che ha aperto nell'East Village di New York meno di un mese dopo l'11 settembre 2001. All'interno della lounge c'erano 60 telecamere in miniatura (o c'erano di più?)

Considerato all'epoca strabiliante e trasgressivo, Remote Lounge sembra antiquato se non addirittura infantile oggi, quando letteralmente tutti in ogni bar hanno la testa bassa e fissano il telefono. Tuttavia, guardare indietro al bar offre uno spaccato affascinante della cultura sociale negli ultimi giorni prima degli iPhone e delle app di appuntamenti. Anche se oggi difficilmente viene ricordato, Remote Lounge ha prefigurato in modo piuttosto preveggente il narcisismo digitale vagamente performativo e guardami che ha pervaso, se non in qualche modo rovinato, la vita notturna moderna a New York e in tutto il mondo.

La barra della telepresenza

"La genesi dell'idea è nata lavorando con Josh Harris", spiega Leo Fernekes, uno dei tre partner di C.E.V. "In pratica ha finanziato queste folli idee sperimentali e le ho usate come esperienza di apprendimento in laboratorio a pagamento".

Etichettato come il primo milionario di Internet di New York, Harris è stato il fondatore della rete di live streaming Pseudo Programs e un po' un artista concettuale. Con $ 85 milioni nel suo conto in banca dopo aver incassato una prima IPO dot-com, ha assunto C.E.V. per produrre "Quiet: We Live in Public" nel dicembre 1999. Era un esperimento “Truman Show” in cui 100 volontari vivevano in un terrario umano di quattro piani a SoHo, pieno di cibo e bevande gratuiti, per non menzionare le mitragliatrici, mentre le webcam seguivano ogni loro mossa.

"Le persone vogliono accendere la telecamera su se stesse", ha detto Harris a Wired all'epoca. "C'è un desiderio represso di celebrità personale".

I bagni non avevano pareti, l'unica doccia era in una cupola geodetica trasparente e il seminterrato aveva un sistema che permetteva ai residenti di controllare le telecamere per guardare i loro coinquilini fare sesso. Un cartello gigante avvertiva costantemente i residenti: "VIVIAMO IN PUBBLICO". Il loro esperimento è diventato in seguito oggetto di un documentario del 2009 con lo stesso nome.

"Una cosa che mi ha convinto ad aprire Remote Lounge è che Josh ha organizzato una festa con tutte quelle telecamere", afferma Fernekes. “C'erano delle telecamere in bagno e durante la festa, le persone entravano e si esibivano per loro. Fare cose sexy e cattive, sapendo che venivano trasmessi e monitorati all'esterno. Poi uscivano dal bagno e la gente esultava.

"'Wow, è qualcosa che non ho mai visto prima!'" Fernekes ricorda di aver pensato. "Mi è sembrato naturale estenderlo a un concetto di business".

Un bar sembrava essere la mossa più pratica, soprattutto perché un altro dei partner di C.E.V., Bob Stratton, uno sviluppatore di software, conosceva un po' il settore dal suo periodo come barista al 2A, un tuffo su 2nd Street e Avenue A.

"Il nostro concetto di voyeurismo è molto simile a quello di un normale bar", ha detto Stratton al L.A. Times. "Le persone si controllano costantemente l'un l'altro comunque."

La startup ha rilevato una vetrina sulla miniera di Bowery, dove Bowery Electrical Supply Company, un'azienda di impianti elettrici, risiedeva dal 1947. Hanno ripulito i pavimenti marci dello spazio e l'hanno dotato di telecamere e monitor. L'attrezzatura non era certo all'avanguardia, anche per gli standard di quasi 20 anni fa.

"Deve essere il più economico possibile", pensò Fernekes, affermando che se avesse sviluppato una tecnologia più elaborata non l'avrebbe sprecata in un bar. Hanno usato i televisori di fascia consumer più economici possibili e li hanno montati in luoghi interessanti nello spazio. C'erano 12 telecamere sopra il bar, altre sei sparse in luoghi casuali e 24 telecamere posizionate su "Cocktail Console" progettate su misura. Erano tutti truccati insieme come una configurazione TV via cavo - ogni console aveva joystick che potevano spostare qualsiasi telecamera di 360 gradi, in grado di vedere ogni centimetro della barra - così come un monitor che i clienti potevano sintonizzare sulla trasmissione in bianco e nero di qualsiasi telecamera .

C.E.V. chiamato Remote un bar di "telepresenza", ma i critici pensavano che le console grigie della NASA e i sedili arancioni fossero più "retro-futuristi". Basato su questa immagine del 2002 di Remote Lounge, ricorda una visione del futuro degli anni '60 “The Jetsons,” se lo consideri positivo, o �: A Space Odyssey” se non lo fai.

Fernekes stima che sia costato loro circa 1 milione di dollari per aprire il bar, ma circa il 75 percento di questi erano solo esorbitanti costi immobiliari di Manhattan.

"I miei partner ed io eravamo pieni di arroganza totale dell'era delle dot-com", dice Fernekes. “Eravamo delusi al pensiero che tutto ciò che toccavamo potesse essere trasformato in oro. Ci ripenso ora ed è un po' triste. Triste, ma divertente".

Remote Lounge è stato aperto a New York nel 2001 con interni retro-futuristi. Credito: JPDA.net

Un teatro digitale per hipster locali

Eppure Remote Lounge è stato quasi immediatamente un successo tra la folla "in", ed è diventato rapidamente (e brevemente) una parte del circuito dei party dell'East Village. Dalla sua apertura del 9 ottobre 2001 in poi, c'erano file per entrare ogni notte per i primi sei mesi. Microsoft e Apple hanno persino litigato su chi sarebbe stato il primo a organizzare una festa lì (Microsoft ha vinto).

"L'intera città era ancora in lutto, in stato di shock e incredulità [oltre l'11 settembre] e Remote è apparso come questa storia carina e felice", dice Fernekes. "Anche i media sono impazziti per questo".

Nel primo mese, il New York Times lo definì "forse l'ambiente pubblico più mediatico della città". CIOL pensava che fosse "un teatro digitale per hipster locali". Leggere questi articoli nel 2019 è incredibilmente divertente, data la natura molto pubblica dei social media, delle app di appuntamenti e di quasi ogni altro aspetto della società moderna.

"Il concetto è incredibilmente semplice: consegna la tua privacy alla porta principale ed entra in un mondo in cui chiunque ovunque può seguire ogni tua mossa", ha proclamato un articolo della BBC News del 2001, accreditando il suo sviluppo e accettazione a "un mix di messaggistica istantanea e realtà TV, entrambi diventati estremamente popolari negli ultimi anni”.

Le prime recensioni di Yelp sono ancora più esilaranti:
“È come un appuntamento online/chat room, ma sei in una stanza reale e tutti ti guardano stranamente! (sic)”
"Immagino che tu possa chiamarlo video-appuntamento 'istantaneo'?"
"perché chiameresti qualcuno al telefono quando è nella stessa stanza con te??"

Aggiungendo alla surrealtà, Fernekes mentiva spesso sul numero di telecamere effettivamente presenti nel bar (l'articolo della BBC afferma un notevole 120) e inventava nomi per le bevande che servivano (ha detto agli scrittori che il loro cocktail più popolare era il Vertical Hold, un termine arcaico per la regolazione di un televisore a tubo).

In realtà, Remote Lounge era come qualsiasi altro bar, che serviva Brooklyn Lager e Vodka Sodas all'inizio dell'era della vita notturna di New York, tranne per tutte quelle telecamere raccapriccianti.

"Culturalmente il mondo si stava evolvendo per avere un maggiore comfort per queste idee", afferma Fernekes.

Il visionario Harris aveva precedentemente previsto a Business Week che il mondo era già diretto verso un luogo in cui "le persone vogliono la loro fama giorno per giorno, piuttosto che durante la loro vita". E Remote Lounge è perfetto, anche catturando i momenti più oltraggiosi della notte - che spesso includevano nudità - e caricandoli istantaneamente sul sito web della lounge. Ciò ha incoraggiato gli introversi a monitorare ciò che stava accadendo al bar e, se vedevano qualcosa che gli piaceva, si sperava li attirasse fuori per la serata. (Curioso di vedere cosa stavano vedendo? Puoi! Per ragioni sconosciute, qualcuno sta ancora adattando la fattura di hosting del sito web.)

Tuttavia, se Remote Lounge era il primo bar di "telepresenza" al mondo, Fernekes sapeva che c'era un po' di un precedente sotto forma di "bar telefonici".

Un bel trucco per le feste

Le telecomunicazioni hanno una lunga storia nella vita notturna. Il telefono è stato inventato nel 1876 e all'inizio del 1900 i commensali dei ristoranti di fascia alta potevano richiedere che i telefoni venissero portati ai loro tavoli per le chiamate importanti.

Nella Berlino degli anni '20, alcuni locali notturni avevano installato tischtelefonen su ogni tavolo, così i festaioli dell'era di Weimar potevano chiamare ospiti casuali a qualsiasi altro tavolo, contrassegnato da numeri illuminati. Al Femina e al Resi, due discoteche berlinesi che ospitavano migliaia ciascuno, i clienti potevano persino inviare tubi pneumatici pieni di sigarette, bottiglie di champagne e banconote ad altri tavoli.(Anche se niente di troppo provocatorio, poiché "i messaggi inviati dal tubo [erano] controllati da 'censori' femminili nella stanza del centralino", secondo The Chicago Tribune.) Questo espediente è stato commemorato in "Telephone Song" di “Caberet” e ancora avviene al Ballhaus di Berlino.

Pochi decenni dopo, nel 1968, un costoso locale chiamato Ma Bell's aprì a Times Square a New York. Ogni tavolo di Ma Bell's aveva il proprio telefono fisso "vecchio tempo" con privilegi di chiamata gratuita (anche a lunga distanza!). È stato aperto fino alla metà degli anni '80 ed è stato presentato come ambientazione in un episodio della sesta stagione di "Mad Men". , "A quanto pare, qui ci sono parecchi uomini che scelgono un certo tipo".

Sì, a Berlino negli anni '20, a Times Square negli anni '60 o al Bowery all'inizio del 21° secolo, questi bar erano, ovviamente, progettati principalmente per scopi amorosi. USA Today credeva che, con Remote Lounge, C.E.V. aveva creato "un ambiente che potrebbe rivoluzionare il flirt a New York". Il L.A. Times non era così sicuro, prendendo in giro il bar come un luogo "dove Stanley Kubrick e Michel Foucault sarebbero andati a cercare appuntamenti".

Ma i ventenni newyorkesi hanno immediatamente adorato il concetto, un presagio dei loro futuri appuntamenti tecnologici a venire. "Intorno a mezzanotte, un uomo dai capelli lunghi vestito con il necessario total black, si avvicina alla scrittrice Kate per un raro momento di interazione umana faccia a faccia", ha osservato la giornalista Lauren Sandler nel 2002. "Le sue parole di commiato sono l'ultimo pickup postmoderno riga … 'Trovami sullo schermo più tardi.'”

"È una versione legalizzata dello stalking", ha detto una studentessa della New York University a CIOL durante la serata di apertura, osservando come i monitor mostrassero solo immagini sgranate in bianco e nero. "Fa sembrare le persone molto migliori di quanto non facciano di persona, mascherando i loro difetti e facendole sembrare più attraenti".

Era intenzionale. Fernekes si era reso conto che l'impersonalità di tutto ciò era il motivo per cui il concetto funzionava così bene. Quando il posto era pieno, potresti guardare una persona sul monitor senza la sensazione che fosse a soli cinque piedi da te, ignara di dove fossi anche tu. Se entrambe le parti hanno effettivamente apprezzato ciò che hanno visto sui loro monitor, puoi inviare un messaggio di "ciao" utilizzando le rozze capacità di messaggistica di testo del sistema o chiedere di parlare con loro sulle linee fisse della console.

"Questo ti ha dato la libertà di dire cose oltraggiose, come se la persona non fosse davvero lì", dice Fernekes. "Questo caos si è diffuso in un senso di anonimato distaccato e impersonale".

Anche il rifiuto non ha fatto molto male, afferma Fernekes, perché, a differenza di un'interazione faccia a faccia nel mondo reale, non dovevi vederli effettivamente rifiutarti. Potrebbero semplicemente ignorare i tuoi testi da console a console. È diventato un totale gratuito per tutti, con i clienti che cercavano di raccogliere quante più persone possibile contemporaneamente. Se vieni rifiutato, potresti semplicemente capovolgere il canale TV, passando rapidamente alla persona successiva sullo schermo, quindi alla successiva. Se la cultura del pick-up di persona era solita favorire gli audaci, Remote Lounge favoriva i timidi e i timidi.

“Remote Lounge offre un'altra opportunità per erigere una barriera tra noi e le persone che speriamo di incontrare. È quasi come se desiderassimo ardentemente i giorni in cui un accompagnatore nominato interverrà", ha scritto Stacy Kravetz nel suo libro del 2005 “The Dating Race”, denigrando infine le telecamere e i monitor come nient'altro che un "trucco da festa pulito". , un modo per intrattenermi mentre mi siedo a tavola.”

Il nostro mondo tecnologicamente perverso

"Dodici anni dopo, è divertente pensare a come questo bar innovativo a New York possa rispecchiare così da vicino la nostra esperienza moderna", afferma Brian C. Roberts, una famosa personalità online. “A volte sono scioccato dal modo in cui le mie esperienze al Remote Lounge sarebbero state ricreate più e più volte seguendo un hashtag su Twitter, una foto su Instagram, una piccola conversazione online e infine incontrando qualcuno faccia a faccia … tutto nel corso di 10 o 20 minuti sul mio iPhone in un bar locale".

Sfortunatamente, tuttavia, che Remote Lounge fosse sorprendentemente preveggente, o solo un trucco da festa pulito - o probabilmente entrambi - alla fine non era abbastanza un espediente per creare un'attività fiorente. Né era tutta quella copertura mediatica.

"La verità è che [Remote] ha raggiunto un vasto pubblico internazionale", spiega Fernekes, "ma quelle persone non potevano venire al nostro bar, quindi a quel punto è stato perso".

C.E.V. aveva sperato una volta di concedere in franchising la sua idea, con sale remote pop-up in tutta l'America e in Europa. Sperava di collegarli tutti attraverso lo stesso sistema in modo che i bevitori di, diciamo, Dallas potessero flirtare con i clienti dei bar di Amsterdam - "lo spostamento temporale dei contenuti", lo chiamava Fernekes. "Il problema è che l'unico modo in cui stavamo facendo soldi era vendendo bevande e c'è un limite a quello che puoi addebitare alle persone per un cocktail. Semplicemente non aveva molto senso economico".

Alla fine, Fernekes si rese conto che anche il bar soffriva di quello che chiameresti un problema di "massa critica". Una casa piena di gente il sabato è stata fantastica. Ma cosa succede se venite di lunedì sera e c'erano solo altri due clienti nel bar?

"Era molto scomodo, come entrare in una sala degli specchi", dice Fernekes. “Se il bar aveva meno di tre o quattro persone, era un'esperienza molto spiacevole.”

Anche la gente lo ha capito subito. In primo luogo, il lunedì ha iniziato a essere morto, poi il martedì, poi l'intera settimana, e a poco a poco Remote Lounge ha iniziato a ricevere solo folle vitali nei fine settimana. Presto le telecamere e i monitor smisero di funzionare ubriachi e gli avventori disordinati ne ruppero persino alcuni. Alla fine hai avuto un bar per lo più vuoto, senza finestre e retro-futurista con dozzine di monitor che trasmettono statico bianco brillante.

"All'inizio era una novità, ma ha lasciato il posto rapidamente all'essere semplicemente inquietante", ha scritto Eater in un post-mortem del 2007. "La folla è diventata più squallida nel tempo".

Anche il mondo reale stava cambiando e finalmente si stava adeguando alla visione di Remote Lounge. Nel 2007, gli americani hanno inviato più messaggi che telefonate. I siti di incontri stavano diventando sempre più importanti e mainstream. Poi, nel giugno 2007, l'iPhone è arrivato sul mercato. Questo era forse l'ultimo chiodo sulla bara per Remote, e l'unico argomento che Fernekes sembrava non voler discutere ancora oggi. Remote Lounge ha chiuso pochi mesi dopo, nel novembre 2007.

“Oggi sei insensibile a tutto questo. È un mondo tecnologicamente troppo perverso", afferma Fernekes. “Penso che Remote alludesse decisamente alla natura perversamente artificiale e competitiva di Instagram. Le interazioni sociali tecnologicamente aumentate che sono completamente fabbricate e progettate solo per attingere agli istinti umani. È un po' perverso e malsano. La nostra evoluzione genetica e istintiva non ha raggiunto la tecnologia”.

E la tecnologia sta ancora andando avanti. Gli smartphone sono diventati migliori e più diffusi nell'ultimo decennio. Nel frattempo, gli SMS sono diventati più importanti e sono arrivate una miriade di app di appuntamenti. Nel 2009, Grindr ha lanciato e nel 2012 Tinder. Ora tutti i pezzi sono a posto: ognuno ha sempre una piccola sala remota in tasca o in borsa. Hai solo bisogno di aggiungere bevande.

"Oggi vedo i bambini al telefono [al bar]", dice Fernekes, che ora ha 56 anni e vive a Bangkok. “E penso, wow, che sembra un po' triste. Non è una realtà che mi sembra molto interessante".


Una guida globale ai cocktail e ai drink estivi

Una bevanda rinfrescante è l'antidoto perfetto per una giornata di visite turistiche o la conclusione perfetta di una giornata in spiaggia.

Le bevande ghiacciate sono rinfrescanti in estate, ma il ghiaccio diluisce anche i superalcolici nei cocktail. Allen Katz, conduttore del Cocktail Hour su Martha Stewart Living Radio, ci ricorda che nella calura estiva, gli spiriti duri colpiscono il corpo più velocemente. "Non vuoi essere uno e finito", dice Katz. In estate, prendi i tuoi drink con ghiaccio.

Naturalmente, l'acqua è la bevanda estiva per eccellenza. Bere molta acqua su un volo a lungo raggio aiuterà a prevenire il jet lag e aiuterà il tuo corpo ad adattarsi al tuo nuovo fuso orario. Rimanere idratati nei climi caldi è particolarmente importante per scongiurare l'insolazione. Se ti scotti, bevi molta acqua per favorire il processo di guarigione.

Ecco i migliori drink estivi (alcolici e analcolici) da gustare in alcune classiche mete della bella stagione. Inoltre, abbiamo incluso alcune ricette di base per aiutarti a mescolare alcuni cocktail estivi e bevande a casa.

Didascalia foto: Caipirinha congelate dall'Academia da Cachaça

Tequila, lime, sale, ghiaccio. Aggiungi un pizzico di triple sec e una soleggiata spiaggia messicana per muovere le dita dei piedi e hai una classica ricetta di margarita. Questa bevanda ghiacciata è fortemente associata al Messico, ma non è un'invenzione puramente messicana. Le numerose leggende sulla sua origine coinvolgono tutti sperimentatori messicani, texani e californiani nei bar e nelle case di vacanza dal sud del Texas ad Acapulco negli anni '30 e '40. Molti raccontano di baristi messicani che hanno inventato la bevanda per i clienti americani che non potevano digerire una classica tequila impreziosita dalla tradizionale spremuta di lime e spolverata di sale. Oggi, il margarita è il cocktail di tequila per antonomasia negli Stati Uniti e un pilastro dei bar sulla spiaggia su entrambi i lati del confine. Sebbene la ricetta originale richieda gli ingredienti più semplici - i lime messicani chiave sono preferiti per la loro pelle sottile e il succo pungente - il moderno margarita è aromatizzato praticamente con qualsiasi frutto locale.

Le opinioni sui migliori margarita sono profondamente personali. Il "troppo salato" di una persona è il "giusto" di un altro. Questo ibrido messicano-americano ha tante varianti quanti ristoranti e bar che lo servono. Trovare il miglior margarita è il passatempo preferito degli espatriati e dei viaggiatori abituali in Messico. Alcuni indicheranno i bar dei resort sulla spiaggia alimentati da gringo, come il Cabo Wabo (tel. 624/143-1188 www.cabowabo.com) a Cabo San Lucas, vecchi classici come La Cantina di Hussong (tel. 646/178-3210) a Ensenada o anche la sua nuova Filiale di Las Vegas (tel. 702/632-6450 www.hussongslasvegas.com), o una spiaggia anonima palapa bar della Riviera Maya. Altri potrebbero mandarti nell'entroterra nei salotti dell'alta moda di Città del Messico, come il tetto del Hotel Condesa DF (tel. 55/5241-2600 www.condesadf.com), o da nord a Ristorante messicano di Tommy (tel. 415/387-4747 www.tommysequila.com) a San Francisco, California.

Didascalia foto: L'originale Margarita di Hussong, Las Vegas.

Il rum, come lo conosciamo oggi, ha avuto origine nelle piantagioni di zucchero dei Caraibi del 17° secolo. È la base di un'infinita varietà di cocktail fruttati con ombrellone chiamati per evocare le assolate spiagge caraibiche e uno stile di vita reggae rilassato. Tuttavia, il rum è storicamente una bevanda da marinaio. I pirati notoriamente bramavano lo spirito e la Royal Navy della Gran Bretagna ha distribuito una porzione di Rum di Pusser ogni giorno ai suoi marinai per più di 300 anni. Il Rum di Pusser era la ricetta standard della Marina fino al 1970, quando cessarono le razioni giornaliere.

Più o meno nello stesso periodo, Daphne Henderson stava preparando i cocktail Rum di Pusser al suo piccolo Dollaro fradicio (tel. 284/495-9888 www.soggydollar.com) bar sulla spiaggia dell'isola di Jost Van Dyke, nelle Isole Vergini britanniche. L'unico modo per raggiungere il suo bar era navigare fino a White Bay, ancorare la barca e nuotare a riva. Il barista appendeva ad asciugare banconote fradicie, da qui il nome del bar.

La ricetta di Henderson's Painkiller è cambiata poco da allora: succhi di arancia e ananas, crema di cocco, noce moscata grattugiata fresca e Rum di Pusser. Anche se i taxi possono ora raggiungere il bar Soggy Dollar su strada da Great Harbour, barche a motore e a vela ancora ondeggiano al largo mentre i loro marinai curano antidolorifici sotto le palme. Non è un antidolorifico a meno che non sia fatto con Pusser's e non sei nei Caraibi fino a quando non nuoti attraverso acque cristalline turchesi fino a una spiaggia di sabbia bianca per ottenere la porzione di rum della tua giornata.

Didascalia foto: Il rum di Pusser è l'ingrediente principale del Painkiller, il cocktail ufficiale delle Isole Vergini britanniche.

La caipirinha è per il Brasile ciò che il daiquiri è per Cuba: un adattamento locale del tradizionale cocktail caraibico di rum, zucchero e lime. Una caipirinha è semplicemente lime e zucchero confusi con cachaça e ghiaccio. Il lime può essere facilmente sostituito con frutta fresca come fragole o kiwi e se sostituisci la cachaça con la vodka, hai una caipirosca. Tuttavia, lo spirito locale più popolare del Brasile è la cachaça, un distillato di canna da zucchero simile al rum, prodotto solo in Brasile da quasi 400 anni.

Per una classica esperienza brasiliana, ordina una caipirinha ghiacciata da uno degli stand allineati Spiaggia di Ipanema, a Rio de Janeiro. Sorseggia mentre osservi la migliore osservazione della gente del paese, mentre i corpi abbronzati della società brasiliana sfilano e si rilassano lungo le sabbie dorate.

Per una lezione sulle sottili differenze di cachaças di tutto il Brasile, sfoglia la lista dei cocktail al Accademia da Cachaça (tel. 021/2529-2680 www.academiadacachaca.com.br), nella vicina spiaggia di Leblon. La raffinata lista comprende più di 80 cachaças e infusi di cachaça da abbinare ai piatti tradizionali brasiliani come feijoada (stufato di maiale e fagioli neri) e vatapá (stufato di gamberi e arachidi).

Didascalia foto: Un assortimento di caipirinha alla frutta dall'Academia da Cachaça, Rio de Janeiro.

La sangria è una ricetta spagnola per punch al vino freddo con succo di agrumi e frutta. Gli europei bevono punch al vino da centinaia di anni e "sangria" è un termine generico per un'infinita varietà di bevande al vino estive. Sebbene il nome si traduca in "sangue" dallo spagnolo e suggerisca una bevanda di colore rosso intenso, la sangria può essere preparata anche con vini bianchi e rosati frizzanti, perfetti per l'estate. Le ricette richiedono un vino giovane perché il sapore del vino migliora con l'aggiunta di zucchero, succo di agrumi e frutta a fette. Aggiungi la soda club per un po' di brillantezza o il brandy per un tocco in più.

Le sangrie possono essere personalizzate per abbinare il sapore unico di una regione specifica perché gli ingredienti principali sono il vino e la frutta. Non importa dove ti trovi nel mondo, puoi creare una sangria che evoca una particolare regione vinicola. Una sangria della California settentrionale potrebbe avere un Cabernet Sauvignon della Napa Valley con fragole e mele provenienti da fattorie locali, una sangria spagnola potrebbe essere un Rioja Tinto con ciliegie e pesche. Unisci una bottiglia di vino con il succo di un'arancia o di un limone, un cucchiaio di zucchero e le fette di frutta in una grande brocca da portata. Lasciare raffreddare per una notte in frigorifero per infondere al vino nuovi aromi fruttati e servire freddo.

Didascalia foto: Brocca e bicchieri di sangria a Barcellona, ​​Spagna. Foto di bastiend/Flickr.com.

Il conte Cammillo Negroni entra in un bar a Firenze, Italia, nel 1919. Ordina un cocktail americano con gin. D'ora in poi, l'aperitivo Negroni è parti uguali di gin, vermouth dolce, bitter e Campari guarnito con una fetta d'arancia. Questo aperitivo si beve meglio sorso dopo sorso al tramonto perché il vorticoso Campari rosso intenso evoca il tramonto fiorentino. Quando il sole tramonta nel fiume Arno, dipinge le circostanti sfumature di rosso delle colline toscane e diffonde un caldo bagliore arancione sul marmo del Duomo.

Poiché il Negroni è puramente distillato, il mixologist Allen Katz consiglia di ordinare il cocktail con ghiaccio. Il ghiaccio funge da ingrediente aggiuntivo per alleggerire la combinazione di liquori e aggiunge un tocco rinfrescante a questo cocktail "esclusivamente amaro".

La cultura del bere italiana è focalizzata sul vino, ma per qualcosa di un po' più leggero di un Negroni e ancora distintamente italiano, prova un bellini. Il cocktail rosa pastello prende il nome dai colori preferiti dal pittore veneziano del XVI secolo Giovanni Bellini e si dice che sia stato inventato a Harry's Bar (tel. 041-528-5777 www.harrysbarvenezia.com) a Venezia tra gli anni Trenta e Quaranta. Il bellini è una parte di purea di pesca e due parti di Prosecco, uno spumante italiano o champagne servito in un bicchiere ghiacciato.

Didascalia foto: L'Harry's Bar di Venezia è il luogo di nascita del Bellini.

Il French 75 è un cocktail della prima guerra mondiale chiamato senza scuse per un cannone. La tradizione dice che la combinazione di gin e champagne della bevanda è abbastanza potente da eguagliare un obice francese da 75 mm. Ma come sottolinea il mixologist Allen Katz, lo champagne nei cocktail suggerisce quasi sempre un momento leggero e frizzante.

La ricetta classica è gin, zucchero e succo di limone shakerato con ghiaccio con aggiunta di champagne nel bicchiere. La differenza tra un 75 francese e un 76 francese non è solo di un millimetro: un 76 aggiunge un pizzico di granatina e potrebbe sostituire il gin con vodka o brandy. La deliziosa effervescenza al naso del French 75 deriva dalla reazione dello champagne con lo zucchero, rendendo ancora di più il tuo spumante. Il risultato è un cocktail frizzante rinfrescante e fresco.

Durante la prima guerra mondiale, il 75 francese divenne famoso a Harry's New York Bar (tel. 01-42-61-71-14 www.harrys-bar.fr) a Parigi, il tradizionale ritrovo di espatriati e militari americani dal 1911. Oggi, l'Harry's New York Bar è una tappa obbligata in qualsiasi tour parigino di cocktail. Tuttavia, per uscire dal percorso turistico, Katz consiglia di cercare il 75 francese a L'Experimental Cocktail Club (37, rue St.-Sauveur tel. 33-1-45-08-88-09), un salotto semisegreto nel Secondo Arrondissement, o lo storico Bar Hemingway (tel. 01-43-16-30-30 www.ritzparis.com) al Ritz.

New Orleans rivendica anche i 75 francesi, grazie al francese Arnaud Cazenave che ha aperto qui un famoso ristorante durante la prima guerra mondiale. Quando a New Orleans, non c'è posto migliore per ordinare la bevanda dello storico Francese 75 bar in di Arnaud (tel. at 504/523-5433 www.arnauds.com), il ristorante originale.

Didascalia foto: Il barista dell'Experimental Cocktail Club di Parigi versa un cocktail francese 75 appena fatto.

Le estati umide e calde di New Orleans incoraggiano uno stile di vita lento e giornate trascorse a rilassarsi all'ombra. Due drink rilassanti inventati a New Orleans rappresentano l'intero spettro della cultura del bere cocktail della città: il Sazerac e l'uragano. Da un lato, hai una "cultura dei cocktail celebrata, distintiva e rispettata", afferma il mixologist Allen Katz, sviluppata in 300 anni di storia gastronomica di New Orleans. D'altra parte, la moderna Bourbon Street sforna cocktail fruttati e piacevoli per la folla per infinite feste in stile Mardi Gras.

Il Sazerac è un complicato drink di New Orleans e uno dei più antichi cocktail americani. Essenzialmente, il Sazerac è whisky di segale con bitter e sciroppo semplice o una zolletta di zucchero. Questa base viene filtrata in un bicchiere ghiacciato ricoperto di assenzio o Pernod e guarnito con un twist di limone. L'originale del 19° secolo è stato realizzato con un cognac di marca Sazerac, da cui il nome del cocktail, anche se la bevanda non include più il cognac. Ordina un Sazerac in di Tujague (tel. 504/525-8676 www.tujagues.com), uno dei ristoranti e bar più antichi del quartiere francese.

L'uragano è stato servito per la prima volta nelle lampade da uragano dal proprietario del bar del quartiere francese Pat O'Brien. Ha inventato la bevanda negli anni '40 per consumare qualche cassa in più di rum. Al giorno d'oggi, i bar di Bourbon Street servono uragani in bicchieri di plastica ai festaioli per strada, ma di Pat O'Brien (tel. 504/525-4823 www.patobriens.com) utilizza bicchieri souvenir particolarmente curvilinei che imitano l'originale. Vendono anche un mix di uragani con marchio registrato, ma la ricetta classica è così semplice che puoi facilmente crearne una tua a casa. Questo cocktail fruttato è un rum chiaro e scuro con granatina e succo (come arancia o frutto della passione) su ghiaccio. Il piccolo ombrello è opzionale.

Didascalia foto: Pat O'Brien.

Il Bloody Mary è la bevanda per eccellenza del brunch. Grazie alla sua natura speziata e ai suoi sapori salati, questa è una bevanda estiva da gustare un sorso alla volta. La base è succo di pomodoro, salsa Worchester e Tabasco, limone, pepe e altre spezie con vodka, ma le varianti sono infinite. Ti piace un po' più di calore? Aggiungi il pepe di Caienna. Preferisci un po' di pucker? Aggiungi la salamoia alle olive, come faresti con un martini sporco. Si crede che il Bloody Mary sia stato inventato e reso popolare negli anni '30 a Harry's New York Bar (tel. 01-42-61-71-14 www.harrys-bar.fr), un bar per espatriati di 100 anni a Parigi. Fin dall'inizio, questa miscela densa è stata propagandata come una cura per i postumi di una sbornia. Sicuramente la base di pomodoro ricca di vitamina C può aiutare il recupero mattutino (e poi anche la vodka), ma è anche rinfrescante e fortificante in una calda giornata estiva.

Il brunch domenicale è una tradizione a New York City, quando la gente del posto affolla i patii e le terrazze di ristoranti e bar per un pasto piacevole. A volte, il cocktail è l'attrazione principale, come al Clover Club (tel. 718/855-7939 www.cloverclubny.com), il Brooklyn Bloody Mary preferito dal mixologist Allen Katz. Le insegne dei panini dei caffè punteggiano i marciapiedi - dall'Upper West Side, Chelsea e il West Village a Manhattan a Park Slope e Williamsburg a Brooklyn - proclamando il brunch a prezzo fisso del fine settimana. Lo speciale della casa Bloody Mary è spesso incluso in queste offerte speciali.

Didascalia foto: Christian, maestro barista dell'Hotel Algonquin, mostra come preparare alcuni dei loro drink. Al centro c'è un Bloody Mary. Foto di flickr4jazz/Flickr.com.

Gli appassionati di Coca-Cola sono entusiasti della ricetta della Coca Cola messicana superiore, che utilizza lo zucchero di canna anziché lo sciroppo di mais come negli Stati Uniti. Tuttavia, la bevanda rinfrescante tradizionale del Messico è il nome appropriato acqua fresca. L'"acqua rinfrescante" è semplicemente polpa di frutta immersa in acqua fredda, a volte con aggiunta di zucchero. Aguas fresche non sono proprio succhi ma più che semplici acqua aromatizzata. In tutto il Messico, ristoranti e venditori ambulanti lime, ananas, tonno (fico d'india), tamarindo e molti altri frutti locali in botti trasparenti piene di acqua refrigerata. Forse i gusti più comuni sono flor de giamaica e Orzata. Tè ai fiori di ibisco (fiore di giamaica), con il suo gusto leggero, simile ai frutti di bosco, è un diuretico naturale ricco di antiossidanti. Orzata, latte di riso dolce e ghiacciato con vaniglia e cannella, è la versione del Nuovo Mondo della classica ricetta del sud della Spagna a base di noci tigre.

Per fare il tuo acqua fresca, basta lavare, sbucciare o mondare e tritare la tua frutta preferita. Frullate con acqua in un frullatore poi filtrate la polpa. Aggiungere altra acqua e un goccio di succo di lime e raffreddare in una caraffa capiente. Per un infuso ancora più leggero, aggiungi semplicemente la frutta tritata (o anche i cetrioli) all'acqua e lascia raffreddare per due ore. L'infusione di vodka, una tradizione di lunga data nelle culture slave e una base perfetta per i cocktail estivi, è semplicemente frutta affettata, erbe e spezie macerate nella vodka per almeno tre giorni.

Didascalia foto: stand di Aguas frescas a Oaxaca. Foto di Y! Musica/Flickr.com.

In ogni stagione, la bevanda preferita in India è il chai (tè nero con latte). Ma dopo una lunga giornata trascorsa a visitare i templi nel caldo torrido primaverile o estivo dell'India, una tazza calda di denso chai può avere poco fascino. Un'alternativa ideale è il lassi, una bevanda fresca allo yogurt miscelata con acqua e spezie o frutta. Il morso pungente di un lassi salato, grazie all'aggiunta di pepe nero e cumino, potrebbe sorprendere un occidentale abituato a bevande zuccherate allo yogurt. Un lassi dolce, d'altra parte, è mescolato con polpa di frutta, come il mango, ed è simile a un frullato di frutta. Salata o dolce, questa bevanda densa e fresca fornisce l'antidoto alla piccante cucina indiana: se stai sudando per il calore del tuo pasto, un lassi spegnerà immediatamente il fuoco. Originari della regione del Punjab dell'India settentrionale, i lassi si trovano ora in tutta l'India, il Pakistan e le loro diaspore. Variazioni in Asia centrale includono il salato ayran bere in Turchia.

Le colture attive nello yogurt possono aiutare il tuo corpo a mantenere una digestione sana. Secondo l'Ayurveda, l'antico sistema sanitario del subcontinente indiano, un lassi calma lo stomaco e aiuta la digestione. Mentre sei in India, se dovessi cadere vittima della pancia di Delhi o della diarrea del viaggiatore, questo rimedio casalingo potrebbe aiutare il tuo sistema digestivo a riprendersi in modo da poter goderti il ​​resto della tua vacanza.


Brunch senza fine a Londra

Uovo andato a male

Prezzo : £35 a persona (Bloody Mary, prosecco o Mimosa illimitati), due piatti tavola intera solo due ore. Sabato dalle 10.00 alle 19.30 e domenica dalle 12.00 alle 17.30.

Hai seguito la tua sbornia qui. Quindi per fortuna questa parte del passaggio da City a Shoreditch è una città fantasma durante il fine settimana e tanto più gentile per questo. Nel frattempo, il ristorante in stile americano Bad Egg sta saltellando, ma non si tira indietro, tutti nella stessa barca del mattino dopo. Siediti e goditi i peli illimitati del cane, incluso un gochujang piccante bloody mary che ti schiaffeggia dritto. Puoi scegliere tra due piatti da un menu fusion pazzesco (più la tua scelta di pancake o toast francesi che ravvivano l'anima), quindi vai con un gruppo e ordina strategicamente.

Edifici Bourne e Hollingsworth

Bourne & Hollingsworth fa un brunch senza fine nella sua forma più pura. La sede? Un luminoso giardino d'inverno pieno di felci e palme. Il menu? Due portate di semplice cibo per la colazione e ciotole per frullati, pancake, avo su toast, patate fritte e insieme a tutti i Bellini e Bloody Mary che puoi gestire, oltre a bevande calde. È una formula che è stata copiata in tutta la città, ma questi ragazzi lo fanno bene

Papà Bao

Prezzo : £18 a persona per un'ora di cocktail speciali. Tutti i prodotti alimentari hanno un prezzo individuale. Sabato e domenica, dalle 11:00 alle 16:00.

Un gradito spin-off di Mr Bao a Peckham, Daddy Bao è la risposta di Tooting all'affidabile buona cucina taiwanese. Ovviamente scegli il tanto lodato soffice latte al vapore, ma non perderti i piccoli piatti e le frittelle di cipollotto arrotolate (con manzo o funghi cotti a fuoco lento) mentre sei lì. L'atmosfera trasuda asiatica contemporanea: lanterne rosse tradizionali si librano sopra e personaggi mandarini disegnati a mano adornano le pareti. È decisamente lunatico e vivace (ma divertente) e prendi un banco e guarda il tuo cibo mentre viene preparato in cucina mentre aspetti.

Darcie e May Green

Prezzo : £39,50 a persona per due piatti più prosecco e mimose illimitati). Solo tavola intera. Dal lunedì al sabato, dalle 10:00 alle 15:30, domenica dalle 12:00 alle 15:30. Tempo limite di novanta minuti.

Darcie e May Green non sono due vecchietti, ma un paio di chiatte galleggianti ormeggiate sul Grand Union Canal fuori dalla stazione di Paddington, complete di opere d'arte del padrino della Brit Art Sir Peter Blake. Vai a Darcie per il suo brunch senza fondo in stile australiano, che ti offre prosecco e mimose illimitati più due piatti e uno salato, uno dolce. Prova il &lsquoFancy bacon roll&rsquo (uova in camicia, cipolle croccanti, bacon, santoreggia olandese, paratha roti) o il pluripremiato sandwich di banana bread ricoperto di mascarpone. Voglia di un abbondante inglese completo? Ordina il Bondi. Lo stesso menu viene offerto nei ristoranti gemelli di Darcie e May Green, tra cui Ziggy Green in Regent Street e Timmy Green a Victoria.

Doppio standard

Prezzo: £20 per Blood Mary e prosecco illimitati. Prezzo del cibo a parte. domenica dalle 12:00 alle 17:00.

Quando l'originale ed elegantissimo Standard Hotel è stato aperto a Los Angeles, era un luogo in cui soggiornare per band acclamate e per gli sceneggiatori della città per festeggiare in serate disco super esclusive. Non c'è da meravigliarsi, quindi, che il suo avamposto di King's Cross sia molto, molto alla moda. Il suo ristorante Double Standard, con la sua squallida estetica anni '70 e il menu da bar, è una parte importante di tutto questo. La domenica ospita un brunch senza fine, con Bloody Mary illimitati e un hamburger per il brunch con, ehm, ketchup Bloody Mary (oltre a classici americani come i pancake alla banana). Ha anche una terrazza molto bella e soleggiata se si fa colazione in uno spazio che urla "afterparty delle 4 del mattino" si sente sbagliato.

El Pirata

Prezzo: &libbra37. Sabato dalle 12:00 alle 15:00.

Pochi ristoranti londinesi incanalano una grande energia per le vacanze come El Pirata. Il lussuoso locale di Mayfair ha l'atmosfera di un locale elegante in una vacanza in città spagnola. Il brunch senza fondo viene fornito con sangria e birra a flusso libero e riguarda più lo spuntino su piccoli piatti molto buoni & ndash padron peperoni, tortilla, gamberi con peperoncino, aglio e olio d'oliva & ndash che mangiare e bere te stesso in uno stato di torpore.

Il luogo dice Pranzo a meno di 15 sterline, due tapas, pane e alioli e una bibita analcolica, il tutto a 13,50 sterline. disponibile dal martedì al venerdì dal 18 maggio. Prenota ora!

Carne e panini

Prezzo : £39 o £59 a persona (a seconda del menu scelto), incluso vino rosso o bianco illimitato, prosecco o birra chiara. domenica e lunedì festivi, dalle 12:00 alle 16:00 (ultimo posto a sedere). Termine di due ore, gruppi di massimo sei.

Dopo un pesante sabato sera, cosa fanno gli hardcore caners? Portano avanti la festa da qualche parte dove il sole non splende e dove la musica rock non risparmia i loro teneri timpani. Il brunch Flesh & Buns è un gioco da ragazzi per posticipare e ridurre al minimo i postumi di una sbornia in arrivo, con una selezione di patatine, salse ed edamame più una scelta di tre piccoli piatti a persona (e un caratteristico bao bun per l'avvio) e più altri capelli del cane come puoi stomaco (lager, prosecco, vino rosso o bianco) per alleviare il dolore (per ora). Non è un menu tradizionale per il brunch con uno sforzo d'immaginazione, ma è tutto gustoso zavorra.

HotBox

Prezzo : £25 a persona per prosecco senza fondo, mimose e una selezione di altri cocktail. Tutti i prodotti alimentari hanno un prezzo individuale. da martedì a domenica, dalle 11:30 alle 14:15, domenica dalle 11:30 alle 14:20). Limite di tempo di due ore.

Lo chiamano un "brunch liquido" qui, che probabilmente dà il tono bene per un po' di Texas hoedown. Sapori grandi e carnosi significano che questo è il più esplosivo possibile per un brunch senza fondo, con artisti del calibro di taco di costolette di manzo e uova di pancetta di maiale alla benedict con salsa olandese speziata sulla line-up e scegli tra una selezione di cocktail, prosecco illimitato e mimose . I tradizionalisti non devono esagerare con la carne e possono completare il loro alcol illimitato con huevos rancheros o la classica combinazione hipster di avocado tritato con feta e un uovo in camicia su pasta madre. C'è anche un twist su un classico toast al formaggio fatto con tartufo, fontina e asparagi. Fantasia!

Il luogo dice Consegna e chiamata e ritiro disponibili! Ci trovi su Deliveroo, Just Eat e UberEats. Ora abbiamo anche un kit per i pasti a casa disponibile!

Lantana Shoreditch

Prezzo : £30 a persona con prosecco senza fondo, mimose e caffè con qualsiasi elemento del brunch. £25 con succhi e caffè illimitati. Sabato e domenica, dalle 9:00 alle 16:00. Tempo limite di novanta minuti.

Alzati e risplendi a Shoreditch con un menu di prelibatezze per il brunch australiane, dall'anatra confit sminuzzata con patate dolci arrosto, edamame e peperoncino croccante con semi di arachidi e sesamo, frittelle di mais e avocado fracassato in ogni modo. A proposito di fracassato, gli ospiti possono scegliere tra mimose senza fondo per le classiche vibrazioni del brunch o andare di classe con un prosecco che scorre. Lantana simpatizza anche con gli astemi, offrendo caffè e succhi alla spina. E con le sue radici australiane, sai che il caffè sarà bonzer.

Signor Bao

Prezzo: £18 per cocktail senza fondo. Tutti i piatti hanno un prezzo individuale. Sabato e domenica, dalle 11:00 alle 17:00. Limite di un'ora.

Toast devoti, proteggiti gli occhi e il menu di questo ristorante di Peckham offre versioni taiwanesi dei classici del brunch con i tradizionali carboidrati panati sostituiti dai morbidi panini al vapore bianco latte di Mr Bao. Il bao benedict è la scelta migliore, condita con lo stesso maiale brasato lentamente che è protagonista del bao caratteristico del ristorante. Anche la versione vegetariana con funghi shiitake teriyaki è un'opzione sbalorditiva. Qualunque cosa tu scelga, almeno un Bloody Mary più incisivo della media non è negoziabile. Con saké frizzante, wasabi e sriracha che entrano nella festa, è uno schiaffo di fronte al brunch tradizionale, in un modo molto, molto buono.

Pachamama

Prezzo : £25 a persona per il cibo, £20 extra per prosecco illimitato. Sabato e domenica, dalle 11:00 alle 16:00. Limite di tempo di due ore.

Inietta un po' di colore nella tua festa di metà mattina, con i più bei piatti peruviani abbinati a prosecco senza fondo. Quell'alcol si sposa bene anche con la condivisione di piatti di tiradito all'orata, melanzane fritte con yogurt affumicato o cialde brunch tipiche di Pachamama e la versione dolce condita con burro di arachidi, piantaggine alla griglia, cocco e cioccolato peruviano è assolutamente da provare. Se ti manca il famoso inglese completo, ordina i waffle con pancetta, uova e sciroppo di yacon mentre fai la marmellata a ritmo di bachata.

Quaglino's

Prezzo : Q brunch (£25 extra a persona per prosecco illimitato per tutta la durata del pasto quando si mangiano due o più portate), sabato, dalle 11:30 alle 14:30. Q pranzo (£23 a persona per bollicine senza fondo o £20 a persona per vino bianco o rosato senza fondo per tutta la durata del pasto se si mangiano due o più portate), domenica dalle 11.30 alle 14.30. I gruppi di 13 o più persone devono avere tre corsi.

La moda svanisce, ma la classe dura, e l'elegante Quag's continua a girare, sempre pronto per l'ultima festa delle celebrità o per una festa in maschera. Vale anche la pena indossare i tuoi stracci allegri per il &lsquoQ brunch&rsquo & ndash un fantasioso affare di socializzazione alimentato da bolle senza fondo (ovviamente) e musica dal vivo. Puoi mangiare profumatamente da un roster che va dall'aragosta autoctona al thermidor al salmone del loch duarte arrosto, un vistoso croque monsieur o linguine ai funghi selvatici con tartufo alle erbe e parmigiano stagionato. Pronto per il budino? Prova l'Alaska al forno con mandarino e pistacchio. Ci sono pancake al latticello e uova in ogni modo, anche se questo è più di tuo gradimento.

Restaurant at Sea Containers Londra

Prezzo : £19 a persona per prosecco senza fondo, Rossini, Mimosa o Grey Goose Bloody Mary, o Laurent-Perrier Brut senza fondo per £59. Tutti gli articoli per il brunch hanno un prezzo individuale. Sabato, domenica e festivi, dalle 12:00 alle 16:00 (ultimo posto). Tempo limite di novanta minuti.

La distrazione perfetta per l'ora del brunch per gli amanti della cultura che hanno prenotato un incontro del fine settimana con gli amici e una visita alla Tate Modern o alla South Bank, la sala da pranzo in riva al mare di Sea Containers offre un accordo di condivisione in tema marittimo, trompe l&rsquooeil circonda. Il menu va su una crociera transatlantica, fermandosi per pollo fritto al latticello con cialde e formaggio blu o un elegante mac & rsquon&rsquo formaggio con brasato di manzo e briciole di aglio e con la strana deviazione per la tradizionale focaccia con pomodoro e ricotta e una piacevole stagionata cheeseburger al cheddar. Fai il check-in alla stazione Grey Goose Bloody Mary per spremere i tuoi pomodori e aggiungere le guarnizioni dal carrello del mercato.

Il luogo dice Goditi il ​​brunch, il pranzo o la cena senza fine del fine settimana con viste mozzafiato sul fiume Tamigi come sfondo. La nostra terrazza all'aperto è aperta!

Roka Aldwych

Prezzo : £59 a persona per dieci piatti condivisi, un piatto principale, dessert e vino rosso, bianco e rosato illimitato per tutto il pasto più un bellini all'arrivo. Sabato dalle 11.30 alle 15.30, domenica e festivi dalle 11.30 alle 20.00.

Il menu del brunch del fine settimana al Roka Aldwych va sotto il titolo di &lsquohan setto&rsquo, che in giapponese significa &lsquogently wasted&rsquo. Sto scherzando (significa "menu fisso") anche se la processione di dieci piatti condivisi, oltre a un piatto principale e un sontuoso piatto da dessert, viene fornita con l'opzione di prosecco illimitato, vino rosso o bianco per tutto il pasto - e sarai felice di sentire che il personale non trattenere con ricariche. Passa da gnocchi, sashimi, tempura e simili a sostanziose carni alla griglia e verdure dalla robata. La corsa allo zucchero del piatto da dessert ti solleverà da qualsiasi crollo post-vino.

Fabbri di Smithfield Farringdon

Prezzo: £60 a persona per prosecco senza fondo, Mimosa o Bloody Mary, un cocktail di benvenuto Little Bird Gin e un pasto a tre piatti, o £85 per quanto sopra più champagne invece di prosecco più caviale e blinis al formaggio cremoso. Sabato, da mezzogiorno alle 20.00. Limite di tempo di due ore.

Certo, la colazione potrebbe essere il pasto più importante della giornata, ma il brunch è ovviamente il più divertente. Se sei nel gioco per tagli di prima qualità di carne e salsicce di qualità, Smiths è proprio nel tuo vicolo. Fai di tutto per la sua colazione tutto il giorno, uova al forno con chorizo ​​del suffolk e peperoni cotti a legna, oppure prova il salmone affumicato Severn & Wye con uova strapazzate e crème fraiche su pane tostato. C'è anche un'opzione vegana abbastanza decente.

Temper Covent Garden

Prezzo: £39.50 per vino senza fine, birra o cocktail e un piatto di brucnh barbecue. Sabato mezzogiorno alle 15.30.

Temper's ha mantenuto un solido posto tra i primi dieci nella nostra lista dei migliori ristoranti sin dalla sua apertura nel 2016. Uno di un'ondata di barbecue chic che si sono stabiliti a Londra negli ultimi anni, è una sorta di industriale, una sorta di retrò spazio in cui chef accaniti gettano enormi pezzi di carne sul fuoco a carbonella in una cucina centrale aperta. Nel fine settimana puoi sederti e guardare lo spettacolo con cocktail illimitati e un piatto di carne speziata asiatica e latina. Pensa: maiale incredibilmente succoso e sgombro dal sapore pieno, affumicato e "bruciato", infilato in tacos e focacce.


COME l'industria del vino può riprendersi nel 2011: usa meno quercia

Segnali positivi di ripresa per il settore del vino nel 2010. Possiamo tutti tirare un sospiro di sollievo che i consumatori stiano tornando a bere. Beh, non hanno mai smesso di bere, solo ora stanno bevendo cose buone. I consumatori ora acquistano bottiglie di vino da 25 a 50 dollari, mentre l'anno scorso e l'anno precedente stavano acquistando bottiglie sotto i 15 dollari.

Ho avuto modo di pensare a quanto costa produrre una bottiglia di vino.Le cose che incidono sul prezzo hanno molto a che fare con il lavoro svolto in vigna. Ogni volta che i lavoratori della vigna passano tra i filari e toccano le viti, costa denaro. Nelle annate buone, una cantina otterrà buoni frutti con meno contatto con le viti, quindi, meno costi di base. In una brutta annata, un'azienda vinicola potrebbe dover fare una quantità significativa di lavoro in più solo per portare i frutti in un buon posto entro la vendemmia. Di annata in annata, questi sono costi non fissi che non possono essere controllati. Se un'azienda vinicola acquista frutta da un altro vigneto, potrebbe esserci anche una fluttuazione del costo della frutta per tonnellata. Nel 2010, molti vigneti della California settentrionale hanno perso il 20-30% dei raccolti a causa dell'estate fresca. L'uva non stava maturando, quindi i gestori del vigneto hanno tagliato le foglie dalle viti che normalmente fungono da ombra dal sole. Madre natura, a quanto pare, ha un senso dell'umorismo malato. Poco dopo che le foglie furono tagliate, ci fu un picco di calore oltre i 100 gradi per alcuni giorni. Questo ha trasformato il 20-20% dell'uva in uvetta. Senza la normale ombra delle foglie, l'uva non ha avuto alcuna possibilità.

Un costo (un po') fisso nel vino è il costo delle botti di rovere. Una botte di rovere francese nuova di zecca costa da qualche parte circa $ 800-1200. Un barile può essere usato un paio di volte prima che diventi "neutro" o non conferisca un sapore di quercia. La quercia americana è un'opzione, ma la quercia francese è la scelta preferita. Le cantine ordinano pallet di botti di rovere ogni anno. Fai i conti con me. Se un'azienda vinicola acquista 500 nuove botti di rovere a una media di $ 1000 l'una, sono $ 500.000 in botti.

È qui che entra in gioco la mia brillante idea per il risanamento finanziario: usare meno quercia. Semplice, eh? Nel 2010 ho assaggiato più vini troppo invecchiati di quanti ne volessi. Perché mai, sulla verde terra di Dio, i viticoltori stanno svendendo i loro vini? Questo è un dibattito che esiste da anni, ma sono davvero sconcertato. Riduci la quantità di quercia del 25% sul tuo prossimo ordine di barili. In realtà fare un vino che esprima il vigneto e non coprire i difetti con un'orgia di rovere francese. Non solo le aziende vinicole potrebbero risparmiare qualche centinaio di dollari, ma potrebbero effettivamente produrre un vino migliore. Perché nessuno l'ha fatto?

Prendiamo ad esempio il vino rosso Quilceda Creek 2007 dello stato di Washington. Per anni sono stato un amante dei vini QC e ho ordinato dalla loro mailing list. Dopo aver bevuto (o provato a bere) questo vino, ho deciso di lasciare la lista. Con il 15,2% di alcol, il QC di livello inferiore assomigliava a Vodka e Robitussin piuttosto che a un vino di classe mondiale. C'era così tanto rovere su questo vino, io e mia moglie letteralmente non siamo riusciti a finirlo. Abbiamo finito per fare una salsa invece.

A Napa e Sonoma ho sperimentato qualcosa di simile. Decine di vini eccessivamente ricoperti di rovere che in realtà non hanno motivo di essere così legnosi. Robert Parker non sta aiutando nessuno dando i punteggi gonfiati di questi colossi e sostanzialmente li ricompensa per la quercia.

Quindi ecco, usa meno quercia. Ciò riduce l'impronta di carbonio per la spedizione. Salva più alberi. Le cantine risparmiano sui costi e i bevitori di vino ottengono un vino migliore. Cosa ne pensi?


Guarda il video: French 75: Il cocktail per capodanno - BARMAN - Claudio Peri. Cucina da Uomini