it.blackmilkmag.com
Nuove ricette

Insalata di caviale di carpa

Insalata di caviale di carpa


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.


Strofinare il caviale e quando si saranno un po' sbiancati, aggiungere l'olio, poco alla volta, mescolare e poi aggiungere poco alla volta il succo di limone, poi il semolino bollito e raffreddato.

Ho amalgamato bene il tutto.

Si sta facendo freddo.


La conservazione del caviale con l'olio è nota fin dai tempi dell'impero bizantino. [1] Il metodo di preparazione è stato mantenuto nei paesi balcanici, per lo più sotto il nome dominio, come in Grecia o in Turchia. In passato si combatteva solo caviale di carpa, in Valacchia, Principato di Moldova come Banat (l'ultimo dal 1919 in tutto il paese) e con caviale di luccio o lucioperca come opzione più gustosa.

In alcuni paesi dell'Europa sudorientale oggi, ma anche in Germania, l'insalata viene preparata sempre più spesso con uova di merluzzo, anche affumicate, o altro pesce di mare. [2] [3] I risultati sono molto discutibili.

Sembra che negli ultimi anni, in Romania, la versione con caviale di aringa, spesso già mescolata con cipolle tritate, trovi amici. Ma questa ricetta non ha nulla a che vedere con quella originale, essendo molto disgustosa.

  • 200 g di caviale di carpa o 250 g di luccio
  • olio o più
  • 1-2 cucchiai di limone
  • Nucleo di bagel ammollato
  • possibilmente 1-2 cucchiaini di acqua
  • Alternativa al limone: un cucchiaino di senape grattugiata o qualche goccia di aceto

Il caviale fresco viene lavato, scolato e pulito dalle pelli. Vengono salate e poi adagiate in un canovaccio sottile e lasciate in frigo per qualche ora prima di essere preparate (o acquistate in barattolo). Dopo averlo scolato, il caviale viene messo in una ciotola insieme ad un cucchiaino di succo di limone, sbattuto bene con una forchetta, meglio con una scopa, poi si inizia a versare l'olio, a gocce tipo maionese, per legare. Per una consistenza ottimale, mettete un po' di torsolo di bagel ammollato e strizzato. La sostanza acida emulsiona velocemente l'olio, evitandone così la separazione, sbianca la pasta e la rende più schiumosa. L'olio viene versato un po', sbattendo continuamente. Alla fine l'insalata dovrà avere la consistenza di una maionese battuta (con tanto olio). Non è permesso fluire dal cucchiaio. Se diventa troppo solido, aggiungi un cucchiaino di acqua fredda o minerale.

L'insalata di caviale di carpa viene posta su un piatto, guarnita con olive, cipolla tritata finemente e limone a fette. [4]

Nell'insalata di caviale di pesche, prima di iniziare a sbattere, separare dal caviale poco meno di un quarto della loro quantità e metterli da parte, mescolandoli alla fine con quelli battuti (senza bagel). Non vengono servite cipolle, qui la guarnizione è composta da olive nere (le migliori sono quelle greche del genere Kalamata), limone e foglie di lattuga. [4]

Non mescolare le cipolle con il caviale prima di servire. Se non vengono aggiunte cipolle, l'insalata può essere conservata nel barattolo per 1-2 settimane. Si possono lavorare anche uova di trota o lucioperca. [5]

Al posto del limone potete usare un cucchiaio di senape o qualche goccia di aceto, per il cuore del bagel, semolino, ma queste composizioni non sono molto gustose.

Anche nelle grandi città o all'estero non c'è caviale fresco. Successivamente le uova di carpa/luccio vengono sostituite con uova di trota che vengono vendute conservate in vasetti di vetro da 50 o 100 grammi. In questo caso si consiglia di preparare con una macchina elettrica.

Le uova sbattute possono essere acquistate anche in barattoli, tubi o lattine. Una certa precauzione è necessaria per non acquistare prodotti a base di merluzzo, sgombro o con additivi artificiali.


Uova di trota

Prestare molta attenzione alle uova di trota, poiché possono essere infestate da uova della tenia più lunga, un grande verme parassita intestinale lungo 10 m e ndash 20 m, il botryocephalus Diphyllobotrium latum.

Questi caviali devono essere salati e devono essere pesce congelato o trattato termicamente prima del consumo, al fine di distruggere il parassita. Inoltre, presta attenzione al luccio, al lucioperca o ad alcune specie di salmone.

Leggi anche: Insalata di capriolo. Come riparare le uova tagliate Il segreto di una ricetta deliziosa


Il 25 marzo di ogni anno celebriamo tutti, sudditi della Chiesa cristiana, la notizia portata dall'Arcangelo Gabriele per la Vergine Maria, e cioè che l'Immacolata Concezione darà alla luce il Nostro Salvatore, tra nove mesi, immancabilmente, a Natale . Il giorno dell'Annunciazione, Gabriele si recò nella città di Nazaret e annunciò a Maria che Dio l'aveva scelta per dare alla luce suo Figlio, dicendole: “Rallegrati, piena di grazia, il Signore è con te! Lo Spirito Santo scenderà su di te e la potenza dell'Altissimo ti adombrerà! ”

La splendida notizia è accompagnata dal primo canto del cuculo, che guarda caso richiama anche le persone alla buona comprensione e spinge la Natura a portare ricchi frutti nel corso dell'anno - come ci racconta, nel suo stile caratteristico, Kera Calița ot Jariștea Locantă. A Blagoveștenie, il primo canto dell'uccello prescelto deve trovare il cristiano vestito con abiti nuovi e belli, ma anche appena alzato da una mensa benedetta, con lo stomaco pieno di leccornie, perché altrimenti non potrà godersi l'intero anno di tutte le ricchezze del mondo divinizzato. E, poiché l'uomo godrà della sua prescelta bontà, è obbligato a spargere briciole di pane e fiori di sale sulla soglia di casa e sulle finestre per sfamare gli Angeli che portano, come Gavril, notizie importanti per il compimento dell'anima ma anche per il benessere o come è il suo destino. Perché tutte le meraviglie di questo mondo e di quello sopra di noi hanno il loro scopo, basato sulla fede e sull'amore, come Dio ha lasciato ad ogni essere fatto a sua immagine e somiglianza.

Nell'Annunciazione, sulla tavola della festa devono essere portati due piatti: pesce e favo, perché il Salvatore li ha usati anche per affidare ai suoi discepoli la verità della sua risurrezione. Non a caso, l'uscita del pesce in questa occasione è ricordata fin dall'antichità. Secondo coloro che hanno studiato con zelo il dogma, la liberazione dal pesce è vista come una consolazione data ai credenti attraverso la presenza nella Chiesa di Cristo, una gioia e una celebrazione di essa, che era simboleggiata nei primi secoli come Pesci (ICHTUS - Gesù Cristo, il Figlio di Dio, il Salvatore, dopo le iniziali della parola greca).

Il pesce posto sui tavoli dei commensali può essere affumicato, così come le case vengono affumicate da Blagoveștenie per scacciare maledizioni e pensieri oscuri. Si narra dunque che alcuni dei nostri regnanti, dopo aver incensato i loro palazzi e messo i loro vescovi a passeggio con gli incensieri pieni di mirra calda per tutti gli angoli, chiesero, in questo giorno della festa dell'imperatore, come prima e in primis fargli assaggiare un pezzo di pesce affumicato, come il filetto di merluzzo o la trota conservata in "cobza" o "harzob" di abete cetina, dopo essere stati tenuti per cinque giorni in fumo freddo da scaglie di faggio e poi due ore di carpino caldo fumo il sesto giorno.

Altre ricette preparate con dichis riempivano le tavole dei boiardi con Blagoveștenie. Ad esempio le polpette di lufar, nell'impasto di carne macinata si possono far cadere qualche bacca di ginepro e una manciata di pinoli, l'impasto del digiuno, essendo mangiato non si sa come, senza uovo, da patate rosse bollite in un paiolo di rame , schiacciato bene poi con un po' di aglio schiacciato e cipolle indurite, aneto, sale e pepe verde. Oppure della segatura affumicata e "dimenticata" ad asciugare per qualche settimana in una miniera di sale! La carpa d'argento del Danubio - e non la pozza puzzolente e fangosa! - veniva cotto, avvolto in carta da forno, dopo essere stato accuratamente pulito all'interno, farcito con le lamelle trasparenti di tartufo "cacciato" con cani Lagotto Romagnolo, addestrati per anni in Piemonte, riso Arborio bollito nello champagne, poi mescolato a freddo con Scaglie di Parmiggiano Reggiano e fette di limone siciliano, subito irrorate con olio d'oliva portato da Creta, dove era stato spremuto a freddo dai frutti di alberi di almeno 300 anni. Perché, beh, la guancia magra con la spesa si teneva allora come adesso!

Per bere a una pesca così raffinata, si usava sulla lingua un bicchierino di fico d'india, che a quel tempo era anche chiamato idromele, la bevanda fresca che si faceva con la sua mano, dal miele di un apiario reale, dall'acqua di Izvorul Tămăduirii ( “agheasma piccolo”) e nettare di senape da uve di Samos, dall'abate stesso di un monastero athonita! … Se anche gli angeli mangiassero secondo l'usanza terrena, almeno nella festa dell'Annunciazione, vorrebbero anche loro questi piatti e liquori scelti, sia perdonato il mio pensiero!

RICETTE DI PESCE di Kera Calița
KERA CALIȚA coltiva con bella caparbietà le abitudini culinarie di un tempo, portando gloria a sapori ormai dimenticati. Discendente da un'antica famiglia di Calarasi, sulle rive di Borca, che ebbe il privilegio di abitare per secoli in un territorio donato dall'Atoateziditorul con tanti abbondanti stagni e laghetti cuciti, vicino al Danubio così ricco di creature benedette delle acque, DE JUP vuole portare in tavola le meraviglie dei piatti di pesce e chiede agli chef di ricomporre le ricette su piatti contemporanei.

Carpa dorata
Per prima cosa, al conclave delle pentole calde e dei forni, fu chiamato un bell'uomo croccante dalle scaglie dorate, di circa tre chili e mezzo, pescato con la rete da un abile asino, avvezzo fin da bambino ai segreti del prostovol con le nappe di piombo . Questa volta Kera Calița non desiderava una salamoia già condita con grossi ferri di cavallo di carne fritta alla griglia, arrotolata nel sale grosso e battezzata in abbondanza con salsa all'aglio, con succo di pomodoro maturo e peperone, o un perfetto borscht con gambi di larice che galleggiava nella pentola incantata con aceto e uova ben sbattute, ma ora, nel tardo autunno, a Lăsata Secului, poco prima che il pesce benedetto sprofondasse nel fango prima dell'inverno, vide con l'occhio della mente seduto su un podio cavolo bianco bollito …

Sella ripiena
KERA CALIȚA conosce altri tipi di piatti di pesce che possono risvegliare i tuoi sensi per farti venire l'acquolina in bocca. Ad esempio il salame ripieno su letto di riso alle spezie orientali, prelibatezza delle antiche corti boiardi! Salala, il pesce più pulito degli stagni Bărăgan, che trascorre il suo tempo sulle pietre lavate dalle profonde sorgenti, ha conosciuto diverse preparazioni nella nostra cucina tradizionale. Lo stesso Bacalbașa ci racconta del salame raffigurato con granchi scarlatti e funghi snocciolati nel burro al vino bianco dal salame cotto in un bagno di champagne e condito con salsa di tuorli d'uovo, burro e panna fresca del salame in panada su cui si cola la salsa Meuniere - di burro, succo di limone, prezzemolo e capperi - o spezzatino della “Signora di casa”, bollito con melanzane rosse e verdure, poi gratinato in forno e servito con limone (versione terrosa di quella francese “Bonne Femme”, con salsa di funghi , burro, vino bianco e panna dolce). Il patriarca della nostra vecchia cucina descrive anche l'“Insalata del raffinato gastronomo”, che ispirerà anche Kera Calița in una nuova impresa culinaria sotto il brevetto Jariștea. Seguendo le orme di Constantin Bacalbașa, Calița ha invitato al ripieno mediterraneo di manzo, farcito anch'esso con pezzi di manzo - ma macinato - con un nucleo di pane bianco imbevuto di latte e insaporito con filetti di acciughe salate conservate in olio extravergine di Sicilia. Il pesce ben pulito e sciacquato con aceto di mele viene farcito con questa prelibatezza, si chiude con filo da cucina, si tira un po' per lato nella padella calda sfrigolando dal burro preferito con sale, pimento e peperoncino, raddoppiato con vino bianco nobile, poi avvolto in carta unta, messo in una teglia in forno per circa un quarto d'ora, poi girare un altro quarto d'ora dall'altra parte…

pipistrello cieco
Ecco come lavorare il testimone cieco meno affumicato: 3 kg di filetti ciechi freschi che si arrotolano e si infornano in 0,010 grammi di sale, pepe nero macinato, salvia, fieno greco, pepe di Caienna, finocchio e galanga. Dopo averlo cosparso bene con le spezie, arrotolare ogni pezzo a forma di rotolo più spesso e legarlo strettamente con lo spago in un rituale culinario. Mettere gli involtini di pesce in una teglia unta (forno) in una teglia unta, coperta con una pergamena e lasciarli cuocere per un massimo di 10 minuti dopo l'ora. Anche l'affumicatore viene riscaldato a fuoco costante e la pastella viene lasciata per soli 15 al massimo 20 minuti, per il buon ordine del gusto e lo storione ammuffito nello stomaco.

Insalata di caviale di carpa
Sua Beatitudine Antim Ivireanu lasciò il Monastero di Antim, con la fondazione dell'insediamento, per andare sulla collina, al Santissimo Metropolitanato, quattro volte l'anno, con il vincolo della follia eterna. E il plocon - ci racconta Kera Calița ot Jariștea Locantă - era un'oca da caffè e un'oca da zucchero, e per onorare i volti alti della chiesa della nazione, le uova di carpa venivano sparse su piatti grandi e d'argento. "Per dieci volti di chiesa si preparano al primo leggero ciglio: 300 grammi di caviale di carpa, 500 ml di olio extra vergine di oliva, il succo di tre limoni né grandi né piccoli e secondo la tradizione monastica, con un cucchiaio di legno ben unto , cominciate a strofinare le uova con l'olio che si versa con pazienza monastica, goccia a goccia. Il segreto è lo stesso da centinaia di anni, il caviale è decorato con un cucchiaio di legno in una direzione, a destra con una ventata d'aria fresca. Se per caso il caviale si indurisce aggiungete un po' di acqua minerale fredda e alla fine, essendo l'insalata pronta, bagnatela con il succo dei tre limoni medi…”


Insalata di caviale / con MIXSY / Zepter

Consigli:
- L'insalata di caviale commerciale contiene E, che non credo tu voglia.
- Risparmiamo denaro.
-Sappiamo esattamente cosa mangiamo, se lo prepariamo in casa.

Ti regalo la mia ricetta del caviale preparata con: MIXSY / robot da cucina -ZEPTER.

Base di insalata:
-2 cucchiai di carpa carpa
& # 8211 succo di limone
& # 8211 5-6 cucchiai di acqua (se possibile minerale)
-300-400 ml. olio
Metodo di preparazione:
Metti le uova con il succo di limone nel contenitore del robot e attacca il multicooker

(quando si collegano gli accessori, l'apparecchio non deve essere collegato, per evitare incidenti)
mescolare 5-6 secondi, quindi versare abbondante olio, i movimenti vengono eseguiti in verticale, fino a quando la composizione si indurisce.
Aggiungiamo anche acqua per sbiancare e rafforzare la composizione. La ciotola sarà quasi piena di insalata (il contenitore ha 800 ml) in 30 secondi.

Molto veloce = risparmiamo tempo, perché la velocità di rotazione è: 16.000 giri/min.

Aggiunte:
A questa composizione ottenuta ho aggiunto:
-salmone salmone,
-Pesce affumicato,
-filetti di salmone o
-masline
e così ho preso 4 tipi di insalata di caviale.
A questa composizione ottenuta ho aggiunto: caviale di salmone, pesce affumicato, filetti di salmone o olive e così ho ottenuto 4 tipi di insalata di caviale.


Insalata di caviale di carpa (100 g, pezzo)

Uno dei pesci più famosi e amati - la carpa - ha le uova in quanto apprezzate e benefiche per l'organismo. Acquista l'insalata di carpe e lascia che i tuoi sensi esplodano di gioia! Non devi nemmeno aspettare un momento favorevole della giornata per mangiarlo, puoi farlo ogni volta che ne hai voglia.

Pesca magica

La qualità dei prodotti Magic, realizzati secondo le nostre ricette, si basa su pesce di origine controllata, rumena o importata. Magia giorno per giorno!

La storia della Pesca Magica

Magic Fishery è uno stabilimento moderno, messo in funzione alla fine del 2015, ma l'esperienza dell'azienda in questo campo è di oltre 15 anni. Le condizioni per la preparazione alla consegna del pesce fresco e per la preparazione degli altri prodotti ittici sono perfettamente compatibili con le più avanzate tecnologie utilizzate in questo campo. Magic Fishery utilizza tecnologie all'avanguardia in questo settore.

Il consumo di pesce e piatti di pesce garantisce la salute tua e della tua famiglia. La qualità dei prodotti Magic, realizzati secondo le nostre ricette, si basa su pesce di origine controllata, rum & acircnesc o importato. Magia giorno per giorno!


Insalata di caviale con cipolla e semolino, soffice e veloce da preparare

ingredienti: 100 g di caviale (carpa o aringa, fresco o salato a piacere), 100 g di semolino, 300 ml di olio, cipolle rosse (o bianche) tritate finemente, succo di mezzo limone, 2-3 cucchiai di acqua minerale

Metodo di preparazioneSi fa bollire il semolino fino a farlo diventare una pasta fine, attenzione a non farla formare grumi, poi si lascia raffreddare. Se usi caviale fresco, devi aggiungere sale su di essi, a seconda del gusto di ciascuno, quanto salato li vuoi. Se si utilizza caviale salato acquistato in commercio, devono essere preventivamente conservati in una ciotola d'acqua e adagiati sopra 2 fette di pane. Vengono tenuti in acqua per circa 3-4 ore prima di essere lavorati. Mettere in un frullatore il semolino bollito e raffreddato, quindi aggiungere il caviale e frullare per circa 2-3 minuti. Il grigio ha il ruolo di addensare l'insalata. Se non volete aggiungere il semolino, potete aggiungere un po' di pangrattato ammollato nel latte. Dopo aver amalgamato bene, incorporare delicatamente l'olio, il succo di limone e l'acqua minerale e continuare a frullare fino ad ottenere la consistenza desiderata.

Bisogna avere un po' di pazienza e versare l'olio a poco a poco per non tagliare l'insalata. Alla fine, dopo aver ottenuto la consistenza desiderata del caviale, più forte o più cremoso, aggiungere la cipolla tritata finemente, decorare con foglie di aneto o olive nere e servire freddo.


Insalata di caviale 2


Un altro modo per preparare il caviale, ho pensato di scrivervi la ricetta. E' la ricetta classica solo con olio senza semola o pane, l'insalata si fa velocemente se usate il mixer … credo in 10 minuti.

A seconda di quanta insalata si vuole ottenere, mettere più o meno olio, la giusta proporzione è la seguente: per 100g di caviale si usano 250ml di olio. Puoi usare al massimo 1 litro di olio.

Se usi caviale acquistato, mettile in una ciotola con il succo di un limone e aggiungi gradualmente l'olio, mescolando continuamente. Quando noti che iniziano a raccogliersi, aggiungi un po' di acqua calda e mescola.

Uso uova comprate da carpa, merluzzo, aringa. Quelli nella prima foto sono code.

Se usate caviale fresco (come quelli della foto sotto) metteteli in un colino fine e versateci sopra un po' di acqua bollita. Poi schiacciatele e strofinatele di sale, aggiungete poco alla volta olio tipo maionese alternando con succo di limone e acqua bollita o minerale.

Le uova sono di colore chiaro e soffici.

Quando avrete ottenuto la quantità di insalata desiderata, aggiungete una piccola cipolla grattugiata o tritata finemente.

Questo è quello che sembra alla fine. Dopo essere stati freddi, si induriscono.

Per consigli quotidiani sulle ricette, mi trovate anche sulla pagina Facebook, su Youtube, su Pinterest e su Instagram. Vi invito a mettere mi piace, iscrivervi e seguirci. Inoltre, il gruppo Cuciniamo con Amalia vi aspetta per scambi di ricette ed esperienze in cucina.


Ricette simili:

Insalata di melanzane

Insalata di burro di arachidi preparata con semola o pane bianco, cipolla, olive e olio, servita con lattuga

Finto semolino e caviale di soia

Finto caviale di semolino e maionese di soia con cipolla tritata finemente

Insalata di caviale con cipolla e aglio

Insalata di caviale preparata con cipolla, aglio e succo di limone, decorata con pezzi di olive.


L'insalata di caviale è tradizionale nei pasti festivi, soprattutto quando i commensali amano i piatti di pesce. È un'insalata che permette molti tipi di servizio e guarnizione (panini, come ripieno di alcune verdure, montati con pos su fette di limone o su un piatto, ecc.). Ho usato il caviale fresco di una carpa del Danubio per preparare l'insalata. Per prima cosa il caviale viene lavato accuratamente e pulito da ogni traccia di pelle. Salare con circa 1 cucchiaino di sale e lasciare in frigorifero. Far bollire 100 ml. di acqua e quando bolle, aggiungere il semolino sotto la pioggia, mescolando continuamente, finché non si addensa bene.

Lasciar raffreddare completamente. Conservate circa 1 cucchiaio di caviale, mettete il resto in una ciotola adatta al mixer, insieme al semolino bollito, raffreddato (foto 1). Mescolare fino a quando il semolino e il caviale non si saranno omogeneizzati (immagine 2), aggiungere il succo di 1/2 limone e iniziare a versare l'olio in un filo sottile, mescolando continuamente, come la maionese. La composizione si legherà e crescerà (immagine 3). Aggiungere la cipolla tritata finemente e il resto delle uova (immagine 4). Mescolare brevemente, per non rompere il caviale aggiunto in seguito, abbinare il gusto al resto del succo di limone e sale, se necessario, e l'insalata è pronta. Conservare in frigorifero, in una ciotola chiusa, fino al momento di servire (anche 2-3 giorni).

Un suggerimento per una presentazione più speciale: mettete l'insalata in una posa per la decorazione con una punta a stella e disegnate un pesce su un piatto, a cui si mette un "occhio" da un chicco di cappero, si accentua la "coda" e i "nuotatori" con striscioline finissime di carota e guarnire il piatto con cipollotti e fettine di limone.


Video: Caviale di Carpa


Commenti:

  1. Isidro

    Molte grazie!

  2. Moogunris

    Tui hai torto. Sono sicuro. Cerchiamo di discuterne. Scrivimi in PM, ti parla.



Scrivi un messaggio