it.blackmilkmag.com
Nuove ricette

I 25 migliori ristoranti di The Daily Meal a New York City

I 25 migliori ristoranti di The Daily Meal a New York City


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.


25) Le quattro stagioni

Le quattro stagioni è un originale newyorkese, con interni sbalorditivi e storici progettati nel 1959 da Mies van der Rohe e Philip Johnson, una clientela fedele di high-rollers e power-luncher del Gotham, e un menu americano che offre poche sorprese ma di solito riesce a soddisfare i gusti di tutti. Situato nello storico Seagram Building di Park Avenue, questo è il posto dove ordinare cose come l'insalata di granchio di Dungeness, fette di salmone affumicato, sogliola di Dover alla griglia, cassoulet o anatra di fattoria croccante, quindi sedersi e cenare come un adulto.

24) Al di La

Quando la chef Anna Klinger e il marito Emiliano hanno aperto la Coppa d'ispirazione veneziana Al di La sulla Fifth Avenue di Park Slope nel 1998, si trovava in una strada assonnata, forse meglio conosciuta per la sua ampia varietà di bodegas, e la maggior parte degli abitanti di Manhattan non avrebbe nemmeno preso in considerazione l'idea di andare a Brooklyn per un pasto. Ma quando l'allora critico del New York Times Frank Bruni iniziò a dare la trattoria due stelle nel 2006, è stato ampiamente considerato come il miglior ristorante del quartiere, ammassando folle ogni sera e ancorando una fiorente fila di ristoranti sull'ormai fiorente viale. Il menu a prezzi moderati di Klinger di antipasti fatti in casa, pasta e carne brasata e alla griglia cambia raramente (anche se ci sono molte specialità serali), e questo per una buona ragione: se non è rotto, non aggiustarlo.

23) SriPraPhai, Queens, N.Y.

Costantemente lodato dalla critica e dagli Yelper come il ristorante tailandese più autentico di New York (sebbene il nuovo arrivato Pok Pok Ny è proprio lassù) SriPraPhai vanta un menu grande quanto la sua reputazione, dall'insalata di papaya con gamberi secchi e arachidi tritate al pesce fritto con salsa di mango verde passando per il classico pad thai e la coscia di maiale saltata con peperoncini, aglio e basilico. Ti senti sopraffatto dalla diffusione? Chiedi consiglio a un membro dei camerieri amichevoli e competenti, ma ti avverto: le cose potrebbero diventare piccanti.

22) Il NoMad

Nessun ristorante aperto a New York nell'ultimo anno ha catturato l'attenzione del pubblico tanto quanto Il NoMad, e la recensione a tre stelle dal New York Times Pete Wells sembra consolidare la sua reputazione. Nato da un'idea di Daniel Humm e Will Guidara, il cui elegante Undici Madison Park è il numero cinque nella lista di quest'anno), The NoMad è più grande, più flessibile e più accessibile di EMP, ma ciò non significa che il cibo sia meno strabiliante di inventiva; il loro pollo intero arrosto per due, con foie gras, tartufo nero e brioche, è già diventato uno dei piatti da provare in città. Non dimenticare di bere qualcosa al bar (scudiero l'ha chiamato uno dei migliori del paese), e quando fa caldo, il 12nsIl ristorante NoMad Rooftop al piano offre viste incredibili della città sottostante.

Clicca qui per guardare il video di The Daily Meal sull'arredamento di The NoMads.

21) Il tavolo dello chef al Brooklyn Fare

Faresti meglio a imparare come comportarti dallo chef César Ramirez acclamato ristorante di Brooklyn. Lo chef, un allievo di David Bouley, è noto per cacciare i commensali che non obbediscono ai suoi divieti di prendere appunti e foto, e per essere abbastanza eccentrico da metterli in guardia dal rubare le sue stoviglie a metà servizio (giuro su un pila di menu, è successo). Nonostante quello che molti descriverebbero come un comportamento da diva, se segui le regole (o diventi abbastanza amichevole da permetterti di infrangerle, perché è noto che succede anche questo), ti aspetta una sorpresa di oltre 20 portate preparati da un artista culinario in un ambiente intimo. Supponendo che tu abbia segnato la tua prenotazione con sei settimane di anticipo pochi istanti dopo che hanno iniziato a prendere le prenotazioni lunedì mattina alle 10:30, puoi unirti allo chef al bancone con altri 17 ospiti in la sua cucina. Attraverso il menu degustazione incentrato sui frutti di mare (che cambia ogni giorno, $ 225 a persona) potrai vedere in prima persona come è diventato questo locale di Brooklyn il primo ristorante di New York fuori Manhattan a ricevere tre stelle Michelin.

20) Di Fara

Domenico De Marco è in qualche modo una celebrità locale, avendo posseduto e gestito Di Fara a Midwood, Brooklyn, dal 1964. Dom cucina sia pizza newyorkese che siciliana dal mercoledì alla domenica per i newyorkesi affamati e per i turisti disposti ad aspettare in lunghe file e sfidare il tutto contro tutti che è l'esperienza del bancone Di Fara. Sì, è meglio prendere una torta intera che buttare giù soldi per una fetta da 5 dollari. Sì, è un viaggio (stiamo parlando di 11 fermate di metropolitana da Manhattan sul treno Q fino a Avenue J qui), e certo, Dom attraversa periodi in cui la parte inferiore della pizza può tendere all'esagerato, ma quando c'è Di Fara può presentare un caso molto forte per fare la migliore pizza d'America. Se vuoi capire perché prima di fare il viaggio, guarda il fantastico video su Di Fara chiamato La cosa migliore che abbia mai fatto.

19) Cibi famosi di Xi'An

Da questa posizione originale come una piccola bancarella all'interno della food court nel seminterrato del Golden Mall di Flushing, Liang Pi's ristorante si è espansa, con altre due sedi a Manhattan e un'altra a Greenpoint, Brooklyn. Sono tutti buoni, ma questo ci piace ancora di più. Xi'An, che prende il nome e serve la cucina della capitale della provincia dello Shaanxi, nella Cina centrale, offre cibi come "tagliatelle piccanti tagliate a mano di agnello al cumino", fredde "insalata di faccia di agnello piccante e frizzante" (una delle nostre nomi di piatti preferiti di sempre), "hamburger" di maiale in umido (in realtà solo maiale tritato imbevuto di brodo all'interno di un panino croccante), coda di bue in umido e vari altri elementi che non è probabile trovare in nessun altro menu della città - a parte , ovviamente, da quelli di altre località di Xi'An.

18) Torrisi Specialità Italiane

Rich Torrisi e Mario Carbone hanno salvato il tacchino dal Ringraziamento (il loro è il miglior panino al tacchino d'America?) e hanno fatto ripensare a tutti la Little Italy di New York (e il cibo italo-americano in generale) quando hanno lanciato la loro scatola da scarpe di un negozio a Mulberry Street nel 2010. Gli chef hanno riconosciuto il potenziale inespresso della cucina italo-americana, dimostrando che con amore per il genere e attenzione ai dettagli, non ha nulla a che fare con le teglie di alluminio ripiene di pollo alla francese e i piatti di Salse al Marsala vendute ai turisti a Little Italy. (Gnocchi al latte di pecora con ragù di castagne o halibut francese con patate e bergamotto, chiunque?) Cibo & Vino l'anno scorso. Il fatto che il prezzo del loro menu degustazione sia passato da $ 45 a $ 75 e il problema della loro sovrapposizione potenzialmente indelicata del nome del loro prossimo ristorante - Carbone - sull'iconico cartello del West Village Rocco appeso per sempre fuori dalla porta del precedente inquilino potrebbe rimandare alcuni dei campioni originali di Torrisi. E espansioni come Parma (il loro posto accanto con il suo menu à la carte più informale), il loro chiosco allo Yankee Stadium e i piani per altri due o tre ristoranti mostrano una sana dose di ambizione - ma ehi, il cibo è ancora ottimo e quando si tratta di impero- edificio, ehi, whatsamattawiddat?

17) Il Buco Alimentari e Vineria

Da quasi 20 anni, Il Buco è stato uno dei ristoranti italiani più attraenti di New York City, che serve cibo salato e senza pretese basato su ingredienti americani e italiani di prim'ordine. Circa un anno e mezzo fa, i proprietari hanno aperto un ristorante gemello più informale? — il nome significa qualcosa come "negozio di alimentari e wine bar" — ed è così vivace, con cibo così vivido e abbondante, che ha quasi messo in ombra l'originale. Lo chef Justin Smillie, che ha affinato il suo mestiere a Barbuto, tra l'altro, fritture di carciofini e grigliate di quaglie con il meglio di loro, fanno in casa ottimi primi (lasagnette al ragù alla bolognese, paffuti schialatelli napoletani con polpo e salsa di pomodoro piccante), e delizia i commensali con tutto, dalle costine e panini al gorgonzola a pranzo, ceviche di cannolicchi con cuori di palma e coniglio allo spiedo con scarola e olive taggiasche la sera.

16) Ippudo

Secondo l'ultimo conteggio, c'erano 43 negozi di ramen Ippudo gestiti da Shigemi Kawahara (l'autodefinito "Ramen King") in tutto il Giappone, ma i newyorkesi hanno ancora solo uno– nonostante le voci insistenti che una location a Midtown West sia in lavorazione. Questo é un problema. I newyorkesi sono diventati ossessionati dal ramen e, data la reputazione di Ippudo, c'è quasi sempre un'attesa di tre ore (!) - a meno che non arrivi alle 17:00, proprio quando aprono per cena. Peggio ancora, i padroni di casa sembrano generalmente infastiditi e poco disponibili. Ma a parte questi problemi, le grandi ciotole degne del miglior ramen di New York attirano i clienti ancora e ancora (li vedi avvicinarsi furtivamente al bar per affogarsi nel sakè per fare l'attesa al ramen bar coperto di vetro al davanti al ristorante sopportabile). una volta fare siediti… gioia! C'è sempre lo Shiromaru Hakata Classic, descritto come "l'originale zuppa di noodles 'tonkotsu' (maiale) condita con chashu di lonza di maiale, funghi kikurage al sesamo, menma [germogli di bambù fermentati], zenzero rosso sottaceto e scalogno". Ma le varie offerte speciali a tempo limitato sono spesso il modo più divertente di andare. Uno di recente, il ramen tonkotsu piccante in stile Szechuan con salsa di sesamo nero, condito con "niku-miso dame" [sugo di carne giapponese], maiale chashu, cavolo, coriandolo, olio profumato di gamberetti e lime fresco era delizioso.

15) WD-50

Di 'quello che vuoi sulla "gastronomia molecolare", ma devi rinunciare a un ristorante che prende un piatto iconico come le uova alla Benedict e lo ripropone nel piatto come cilindri di tuorlo d'uovo con cubetti croccanti di salsa olandese fusa con pancetta disidratata. È così carino che quasi non vorrai attaccarlo con la forchetta, quasi. Wylie Dufresne continua a dimostrarsi uno degli chef più fantasiosi e tecnicamente preparati del nostro paese, e un recente rinnovamento del menu che ha eliminato l'opzione à la carte non ha intaccato minimamente la reputazione del ristorante.

14) Marea

Quando è stato aperto, Marea è stato immediatamente acclamato come uno dei ristoranti di Manhattan più originali e costantemente meravigliosi nella memoria recente. Questo struttura molto bella a Central Park South, in una soleggiata sala da pranzo che ha ospitato a lungo San Domenico, è specializzato in pesce e crostacei squisitamente freschi in preparazioni di ispirazione italiana (tra cui i crostini al lardo e ai ricci di mare, che all'epoca suscitavano scalpore e da allora sono diventati uno dei piatti "checklist" della città, e fusilli con polpo e midollo) dell'abile chef e ristoratore Michael White.

Clicca qui per guardare il video di The Daily Meal sulle capesante al tartufo dello chef Michael White.

13) Masa

L'ex critico del New York Times Sam Sifton ha preso Masa giù verso tre stelle dai quattro datigli da il suo predecessore, a quanto pare almeno in parte perché lo hanno fatto aspettare fuori quando si è presentato presto, non gli hanno spiegato tutti i piatti e non gli hanno prestato molta attenzione dopo il dessert. Ciò non sembra aver scoraggiato gli high roller che affollano il sushi bar o (perdendo un po' dell'immediatezza dell'esperienza) siedono a uno dei tavolini. I rotoli di maki ripieni di toro di Masa ispirano il sussulto delle labbra e gli occhi al cielo, e il toro con caviale beluga sembra quasi valere il prezzo del biglietto. E che prezzo è: l'ambientazione sciccosa del Time Warner Center e l'elaborato menu solo omakase sono accompagnati da un alto bar per l'ingresso. A $ 450 a persona prima della mancia o delle bevande, stai guardando un conto che può facilmente superare i $ 1.200 per due.

12) Gotham Bar e Grill

La maggior parte dei ristoranti di New York si considererebbe fortunata ad avere anche una recensione sul Times. Nei 29 anni in cui è stato in giro, Gotham Bar e Grill è stato recensito non meno di sei volte dalla Signora Grigia. Ancora più impressionante? Ha ottenuto 15 stelle: cinque recensioni a tre stelle (quattro sono le migliori) da quando lo chef Alfred Portale l'ha rilevato nel 1985. Puoi discutere su quali altri ristoranti potrebbero rappresentare meglio questa istituzione del Greenwich Village come portabandiera dell'America l'alta cucina — tartare di tonno pinna gialla con vinaigrette di miso e zenzero, terrina di fagiano e foie gras con funghi neri di tromba e barbabietole di Chioggia, salmone della baia di Skuna con finocchi caramellati e bietole e confit di patate — ma qui pochi metterebbero in discussione i meriti dei piatti classici o l'impegno a lungo termine del ristorante per l'innovazione.

Clicca qui per guardare i consigli dello chef Alfred Portale per gli antipasti vegetariani.

11) Per Se

Questa elegante sala da pranzo con vista su Central Park nel Time Warner Center rimane un'esperienza essenziale a New York, anche per Sam Sifton, che ha scelto il ristorante per la sua recensione finale come critico gastronomico del New York Times - dandogli quattro stelle. Per Se mantiene gli standard stabiliti da Thomas Keller al The French Laundry, vincendo un James Beard Award nel 2011 per Outstanding Service e ricevendo una valutazione annuale di tre stelle dalla Michelin dal 2006. Eli Kaimeh è subentrato come chef di cucina nel 2010 dopo che Jonathan Benno ha lasciato, e la transizione è stata a dir poco perfetta. Il menu degustazione dello chef da $ 295 spazia dal classico Keller "ostriche e perle" (reso famoso nel suo ristorante della Napa Valley La lavanderia francese) al financier di pere in camicia e ibisco, con di tutto, dall'aragosta della Nuova Scozia in camicia di burro con pommes Maxims agli spätzle di cumino Red Cloud con sunchokes e marmellata di pomodori lungo la strada.

10) Del Posto

Avendo guadagnato un ambito valutazione a quattro stelle sul New York Times (primo ristorante italiano dal 1974), Joe Bastianich e Mario Batali's tempio dell'alta cucina italiana contemporanea si colloca in una classe a sé stante. In uno spazio che è allo stesso tempo lussuoso e straordinariamente confortevole, l'executive chef Mark Ladner, con l'aiuto del pasticcere Brooks Headley, serve piatti che si basano sui classici con un vero spirito innovativo, e ottieni questo: hanno creato un database di video mostrando come fare i piatti a casa. Le specialità includono "lasagne a 100 strati di ieri", involtini di pesce spada autoctono con cavolo affumicato e insalata di riso Arborio in salsa di Barolo e agnello sardo con carciofi romani e patate allo zafferano. E mentre il menu è piuttosto costoso, il loro menu del pranzo a prezzo fisso da $ 39 è a dir poco un affare.

9) Daniele

Questo molto ristorante per adulti nell'Upper East Side di Manhattan, il fiore all'occhiello di Daniel Boulud, mantiene standard di servizio e cucina - l'alta cucina francese, oggi una specie in via di estinzione - che risalgono a un'epoca precedente. Ma la cucina è moderna e davvero molto buona. (Pensa alla terrina di anatra con pere in camicia al vino rosso, branzino nero al forno con salsa syrah e patate dolci in crosta di midollo osseo e lombo di cervo arrosto di Millbrook Farm con sedano confit e salsa grand veneur.) È così buono in effetti , che il presidente Obama è noto per entrare e rimane uno dei soli sei ristoranti di Manhattan con quattro stelle da Il New York Times.

Clicca qui per guardare l'intervista di The Daily Meal con Daniel Boulud sulla cucina in tutti i continenti.

8) Jean Georges

Jean-Georges Vongerichten è uno dei pochi chef a New York City con la distinzione di quattro stelle da Il New York Times. Al suo ristorante omonimo al Trump International Hotel and Tower, la sua classica tecnica francese collega vecchi e nuovi mondi, evita le salse pesanti e abbraccia le spezie e i sapori della cucina asiatica. Il suo caratteristico Egg Caviar, un uovo leggermente strapazzato condito con panna montata e caviale osetra, è uno dei grandi bocconcini di cibo della città.

Clicca per guardare il pasto quotidiano Al tavolo dello chef intervista con Jean Georges.

7) Agitare Shack

Se non l'hai avuto Agitare Shack ma pensi di amare gli hamburger, non tanto quanto pensi. È uno dei migliori hamburger fast food d'America. Sì, meglio di In-N-Out, e sì, ha il suo menu segreto… una specie di (si chiama semplicemente la filosofia dell'ospitalità di Danny Meyer). Quello che è iniziato come un carrello di hot dog a Madison Square Park nel 2001 ha fatto la storia. Nel 2004, Union Square Hospitality Group del ristoratore Danny Meyer ha vinto la gara per aprire un chiosco permanente nel parco, e le linee, il brusio, il seguito di culto e persino un po' recensione riluttante dal New York Times seguì. Qual è il problema? Qualità. E uno dei cheeseburger più succosi (manzo Angus 100% naturale, senza ormoni, senza antibiotici) che troverai mai su un morbido involtino di patate grigliate (chiedi sottaceti e cipolle!). Poi c'è il cane Shack-cago, che si potrebbe sostenere sia il miglior hot dog in stile Chicago al di fuori della Windy City. creme congelate (una lista di gusti a rotazione) sono super lisci, spessi e cremosi, e i loro "Concretes" (crema mescolata con mix-in) sono troppo divertenti per essere buoni per te. Il vigoroso programma di espansione di Shake Shack: Theatre District, Coral Gables, Abu Dhabi! – potrebbe squalificarlo dalla lista dei 101 migliori ristoranti di The Daily Meal in futuro, ma questa posizione originale, anche se apparentemente è stata generata un impero, rimane un classico.

6) Babbo

Mentre Mario Batali continua il suo regno in cima al panorama culinario americano, il suo ristorante di punta, babbo, rimane un elemento essenziale di New York. Cosa si può dire di questo posto che non sia già stato detto? La pasta! Quella braciola di maiale! Mario Batali è un genio! Musica rock in un ristorante raffinato? Brillante! In questo vecchio beniamino della critica, dopo quasi 15 anni, sei ancora alla mercé degli dei della prenotazione se vuoi entrare (ma abbiamo avuto un po' di fortuna dell'ultimo minuto monitorando attentamente il loro feed Twitter). Buona fortuna!

Clicca qui per guardare l'intervista del Daily Meal con Mario Batali sulla Cina, Eataly e il lavoro diurno.

5) Cucina ABC

Cucina ABC è una celebrazione dei migliori ingredienti che ogni stagione ha da offrire, tutti serviti nello stile classico ed elegante per il quale Jean-Georges Vongerichten è ampiamente conosciuto. Piatti freschi di mercato dello chef Dan Kluger, come carote arrosto e insalata di avocado con semi croccanti, panna acida e agrumi, si affiancano ai pilastri di Vongerichten come i calamari in crosta di pretzel. L'arredamento è fresco, con una raffinatezza urbana assolutamente cool che si abbina perfettamente allo stile del negozio di arredamento per la casa a cui è collegato, ABC Carpet e Home. Il ristorante è stato insignito del riconoscimento di Best New Restaurant dalla James Beard Foundation nel 2011 e rimane nella rotazione per i frequentatori di ristoranti seri a New York City.

Clicca per guardare The Daily Meal's Al tavolo dello chef interviste con Jean Georges e chef Dan Kluger.

4) Undici Madison Park

Come molte delle cose più belle della vita, Undici Madison Park è un ristorante che sembra migliorare con l'età.Sebbene sia stato aperto con grande clamore e successivo successo nel 1998, è stata l'assunzione da parte di Danny Meyer dello svizzero Daniel Humm alla guida della cucina nel 2006 che ha elevato il posto al livello dei migliori ristoranti del paese. Humm — che ha vinto tali consensi per il ristorante come quattro stelle da Il New York Times e tre da Michelin: ha acquistato Eleven Madison da Meyer nel 2011, in collaborazione con la sua controparte di front-of-house, Will Guidara, e non ha perso un colpo. Anche i due non stanno riposando sugli allori; hanno eliminato il menu minimalista "a griglia" nel novembre 2012 e hanno introdotto un menu degustazione di più portate da $ 195 incentrato sulla "straordinaria generosità agricola di New York e sulle tradizioni culinarie secolari che hanno messo radici qui", secondo il sito web del ristorante. Come previsto, ha ricevuto recensioni entusiastiche. Hanno anche superato i confini culinari partecipando a una cucina esaurita "scambio" con Chicago's Alinea (numero 14 in questo elenco). La citazione di Willem de Kooning sulla prima pagina del loro sito web dice tutto: "Devo cambiare per rimanere lo stesso".

Clicca qui guardare lo chef Daniel Humm reagire alla vittoria del suo James Beard Award 2012 come miglior chef.

3) Momofuku Ssäm Bar

Pasti in questo in continua evoluzione Punto caldo dell'East Village ha entusiasmato l'ex critico del New York Times Frank Bruni in una lode recensione a tre stelle nel 2008, e non c'è da meravigliarsi. Il cibo di David Chang offre sapori audaci e di ispirazione asiatica, come il suo pranzo da anatroccolo e la famosa cena bo ssäm (spalla di maiale cotta a fuoco lento, ostriche, riso, kimchee e salse da avvolgere in foglie di lattuga bibb). Chang continua ad essere il ragazzo cool culinario mentre cementa il suo status di chef di alto livello espandendo costantemente il suo impero, e tutto ciò che tocca sembra trasformarsi in oro (il suo cocktail bar high-tech con Dave Arnold, Booker e Dax, è già classificato tra i migliori della città).

2) Le Bernardin

Pensare Le Bernardin e pensi ai riconoscimenti: Michelin, The New York Times, James Beard Foundation (più un recente ingresso nel club AAA Five Diamond). Una ristrutturazione super elegante nel 2011 gli ha dato più di una nuova mano di vernice; ha ravvivato l'intero spazio e un salotto rivestito in pelle ha sostituito un bar precedentemente assonnato. Questo iconico ristorante non andrà da nessuna parte presto, e se cucinare bene il pesce è un'arte, allora lo chef Eric Ripert è un Michelangelo; il suo tocco francese contemporaneo ha portato alcuni a definire le sue creazioni - tra cui geoduck sottilmente rasato con caviale di osetra e mousseline di wasabi-agrumi e pattino in camicia e ostriche calde, mignonette di cavoletti di Bruxelles e pancetta e emulsione di sherry alla senape di Digione - i migliori frutti di mare del mondo.

1) Taverna Gramercy

Taverna Gramercy è tra i migliori della nuova ondata di ristoranti classici americani (ricordate che Tom Colicchio era socio fondatore e chef qui prima di partire per aprire i suoi ristoranti e diventare una star televisiva). Con Danny Meyer che gestisce lo spettacolo e Michael Anthony (che in precedenza ha trascorso del tempo a Daniele e ha aiutato Dan Barber a sviluppare il suo stile influente a Blue Hill a Stone Barns) in controllo in cucina, il ristorante continua a eccellere nel servire una raffinata cucina americana senza pretese. Anthony è diventato famoso in particolare per i suoi piatti di pesce preparati in modo semplice, come la passera con cavoli, porri, olive e funghi ostrica, nonché crema di zucca con carote e nocciole, lonza e pancetta di maiale con fagioli, tasso e cavolo. Dalle opere d'arte alle sontuose composizioni floreali e dal bagliore di rame e candele alla reputazione di un servizio impeccabile, un pasto alla Gramercy Tavern è uno di quelli che non dimenticherai presto.


La migliore pizza di New York City

Dimentica la Grande Mela: New York dovrebbe chiamarsi la Big Pizza. Ecco dove trovare le fette superiori.

Relativo a:

Foto di: BriJoy Photography

Prendi una fetta

New York City ha molti cibi classici al suo nome: bagel, carne in scatola e cavoli, biscotti in bianco e nero, hot dog. Ma nessun alimento è più simbolico dell'esperienza gastronomica di New York della pizza. Sebbene ci possa essere una pizzeria in quasi ogni angolo della Grande Mela, non tutte le torte sono uguali. Ecco i posti migliori per piegare una fetta.

Romeo veloce

Speedy Romeo non è la solita pizzeria di New York. Lo chef-proprietario Justin Bazdarich realizza una crosta sottile, simile a quella napoletana, cotta nel forno a legna che combina i sapori newamericani della sua città natale di St. Louis con tecniche italiane e un po' di stile newyorkese, portando a condimenti come il pastrami Deli di Katz di Manhattan e L'amato formaggio provel del Missouri. Il Dick Dale combina sapori hawaiani ed europei, con bèchamel, speck, ananas, provel in stile St. Louis e scalogno alla griglia. Nel nuovo avamposto del Lower East Side, Bazdarich onora le radici ebraiche del quartiere nella Paul's Boutique, una crosta di bagel a strati con besciamella di digione, fontina, salsa 1000 island, crauti rossi affumicati e pastrami.

Emily

La pizza è stata un tema ricorrente nella storia della relazione tra Matt ed Emily Hyland. È stato il primo pasto che hanno condiviso insieme. Al loro primo vero appuntamento, la giovane coppia ha mangiato una torta alla griglia a Providence. Quindi non è davvero una sorpresa che il team di marito e moglie abbia trovato la sua strada nel settore. Nel loro ristorante Clinton Hill (con una sede nel West Village), servono una serie di frizzanti torte moderne in stile americano. L'impasto viene impastato a mano e la mozzarella è preparata in casa. Gli ingredienti di alta qualità sono integrali e gli Hylands si sforzano di utilizzare prodotti locali quando possibile. Nel menu stagionale, le torte sono suddivise in quattro sezioni: rossa (salsa di pomodoro), verde (tomatillo), rosa (vodka) e bianca (senza salsa). Aspettati di vedere i classici con numerose opzioni creative, come l'omonima Emily con mozzarella, pistacchi, formaggio tartufato e un filo di miele. Da provare assolutamente per gli amanti della carne è l'RM3! con peperoni, salsiccia e prosciutto Mangalitsa del New Jersey.

Lombardi

Affermandosi come prima pizzeria d'America, la storia di Lombardi risale a più di un secolo fa. Come il padrino delle torte al carbone, Lombardi ha influenzato l'alto livello delle pizzerie della città sin dalla sua apertura nel 1905 ed è perennemente pieno di turisti e gente del posto desiderosi di un assaggio. Il fondatore Gennaro Lombardi ha insegnato a John Sasso di John e Anthony Pero di Totonno come affinare le proprie abilità. Lo spot solo in contanti serve una serie di classici e nessuna fetta. Esemplare la margherita originale, con salsa San Marzano vivace e mozzarella fresca, rifinita con un po' di chiffonade romano e basilico. La torta di vongole è un altro top seller. Le vongole appena sgusciate vengono adagiate sulla pasta con pepe, origano, aglio, prezzemolo e pecorino. Non c'è salsa o formaggio, solo un sacco di frutti di mare su una crosta super croccante.

L&B Giardini Spumoni

Se una pizzeria è una delle preferite in un quartiere storicamente italiano, è probabile che sia legittimo. Fondato a Bensonhurst nel 1939, L&B serve folle adoranti da oltre 70 anni. Una configurazione tre in uno, offre una gelateria (da cui l'omonimo spumoni), un ristorante informale di salsa rossa e una pizzeria. Tutti valgono un viaggio, ma la torta siciliana L&B, famosa in tutto il mondo, è diversa da qualsiasi altra fetta. La torta rovesciata si prepara con il formaggio sopra l'impasto e sopra la salsa di pomodoro dolce. Sopra si spolverano scaglie di parmigiano salato. La spessa crosta viene estratta dal forno appena prima di essere completamente cotta, quindi lo strato inferiore è leggermente elastico al centro con bordi leggermente dorati. Non è un classico dalla crosta sottile, ma il suo sapore è abbastanza allettante da convertire anche la torta quadrata più dura a morire in credenti.

Fetta d'angolo a Gotham West

La fetta d'angolo è diventata artigianale in questo stand del Gotham West Market. Lo chef Ivan Orkin, il partner David Poran e il virtuoso della torta Michael Bergemann offrono una nuova versione della pizzeria di quartiere con un impasto fermentato di 60 ore a base di farro e grano duro. La ricetta ha richiesto circa un anno per svilupparsi e il risultato è valsa la pena aspettare. Le fette quadrate croccanti sono leggermente gommose e leggermente spugnose, come una versione più leggera ma più robusta del siciliano. Qui, l'obiettivo è la perfezione, non l'ostentazione, quindi non troverai condimenti appariscenti. Pomodoro, mozzarella e torte bianche o a fette possono essere ricoperte con ingredienti come la soppressata calda di Salumeria Biellese, la ricotta di Calabro e la salsiccia di finocchio fatta in casa.

Di Fara

Dal 1964, Domenico DeMarco stende la pasta in questo negozio di Midwood, Brooklyn. Non è cambiato molto da quei primi giorni. L'insegna fluorescente davanti è un ritorno al passato. La sala da pranzo piena di formica sembra una sala da pranzo di una chiesa. Dal mercoledì alla domenica gli ospiti possono vedere il proprietario ottantenne che lavora dietro il bancone. La sua presenza e maestria è la vera attrazione. Negli ultimi 50 anni, ha preparato le torte nello stesso modo deliberato per le folle adoranti. Le torte napoletane di DeMarco non sono cotte a legna, ma riesce comunque a ottenere una crosta sottilissima con bordi elastici e un centro leggermente molliccio. Sono condite con salsa di pomodoro zuccherina arricchita con olio extravergine di oliva, poi rifinite con basilico nostrano e una spolverata di parmigiano. Gli unici aspetti incoerenti sono i prezzi e le linee. Le fette ora costano $ 5 l'una (le torte sono un affare migliore) e le attese sono garantite.

Lucali

L'enclave italiana dei vecchi tempi Carroll Gardens era una volta per lo più operai e alcuni mafiosi, e il quartiere è dove si sposò il famoso gangster Al Capone. Così, quando l'ex marmista e locale Mark Iacono ha ricevuto la notizia che un vecchio negozio di dolciumi aveva chiuso e il padrone di casa stava cercando un nuovo inquilino, ha deciso di dare un giro alla pizza. Alimentato dall'amore per la cucina di sua nonna, Iacono ha creato un ristorante BYO romantico e poco illuminato. La pizzeria solo in contanti attrae costantemente A-listers che vanno da Jay-Z e Beyonce ai Beckham. Iacono, invece, è ormai famoso lui stesso, per le sue rustiche torte e calzoni cotti a legna. La sua pizza semplice in stile newyorkese è costantemente salutata come una delle migliori della città e persino degli Stati Uniti.

Martina

Mescolando il formato del bancone di Shake Shack con le torte romane di Marta, questo nuovo locale dell'Union Square Hospitality Group guidato dallo chef Nick Anderer serve l'ambita pizza ispirata alla Città Eterna per un affare. A parte la Boscaiola al tartufo nero da $ 25 (pizza bianca con salsiccia di maiale, funghi, mozzarella e tartufo nero a scaglie), le torte sottili e croccanti costano meno di $ 13 ciascuna. Le torte preconcette spaziano dal salame piccante con salsa rossa, sopressata e peperoncino alla pizza bianca con cavolo riccio e pecorino. Questi sono abbinati a una selezione economica di antipasti, birra, vino e mezze bottiglie di champagne, il tutto in uno spazio dell'East Village senza prenotazione e senza contanti.

Pasquale Jones

Quando questa pizzeria di ispirazione napoletana ha aperto all'inizio del 2016, era quasi impossibile ottenere una prenotazione in una normale ora di pranzo, e possono ancora volerci settimane per conquistare un tavolo durante la prima serata. Gestito dal team dietro il vivace locale nouveau italiano Charlie Bird, questo secondo lavoro è la combinazione ideale di ambiente fresco, vini italiani ben curati e torte ambiziose. La pasta sottile e cotta nel forno a legna si esalta in composizioni come la Diavola (peperoncino, menta e salame napoletano) e la vongola all'aglio.

Patsy's

Pasquale &ldquoPatsy&rdquo Lanceri ha aperto questo negozio di forni a carbone di East Harlem nel 1933, dopo anni di formazione sotto Gennaro Lombardi, il fondatore della prima pizzeria con licenza d'America. Ha molto in comune con il suo predecessore. Come le torte di Lombardi, le torte di Patsy sono cotte in un forno a carbone rovente che crea quella crosta croccante rappresentativa marmorizzata di nero sulla parte inferiore. La torta semplice è semplicemente condita con salsa di pomodoro dolce e mozzarella delicata. È un modello di perfezione semplice. Quindi cosa distingue Patsy's dagli altri primi forni a carbone? E' l'unica pizzeria storica a vendere la pizza al taglio, a meno del costo del viaggio in metropolitana.

Di Roberta

Situato tra magazzini ricoperti di graffiti, questo ristorante approvato dagli hipster è quanto di più nouveau di Brooklyn, con un giardino sul tetto, una panetteria, un apiario e una stazione radio a tutto volume da un container riciclato. Le attese per i posti spesso superano le due ore nei fine settimana e molti commensali fanno viaggi speciali nel quartiere di Morgantown da tutta la città. C'è una buona ragione: il cibo è killer. Il menu comprende verdure impeccabili, salumi di prima classe e, naturalmente, torte in stile ibrido newyorkese-napoletano. The Famous Original presenta salsa di pomodoro, mozzarella, formaggio caciocavallo complesso (è come il fratello più sofisticato della mozzarella), origano e un pizzico di peperoncino, il tutto su una crosta sottile e croccante. Il risultato è una torta al formaggio terrosa ed elaborata che è fuori dal mondo. Il Beastmaster aggiunge gorgonzola, salsiccia di maiale, cipolla, capperi e jalapeno alla sua base di pomodoro e mozzarella. Ogni torta è completamente unica e conveniente. L'opzione più costosa suona a $ 18.

La migliore pizza

Questo negozio di Williamsburg sembra la tua pizzeria d'angolo media, tuttavia, certamente non elude il suo titolo superlativo. Il veterano di Roberta, Frank Pinello, ha inaugurato il locale di quartiere nel 2010 come un'ode alle sue radici Bensonhurst, al patrimonio siciliano e all'amore per la tradizione della pizza di New York. Usa un forno a legna secolare per creare classiche torte rotonde gommose e sottili, nonché torte della nonna rettangolari con una crosta croccante all'olio d'oliva. Come la tua pizzeria tradizionale, il menu qui è semplice con la scelta di torte e fette bianche o rosse da 20 pollici con la tua scelta di condimenti tra cui peperoni Salumeria Biellese, costolette e polpette di petto Pat LaFrieda, acciughe, verdure sott'aceto e peperoncino calabrese.

Emmett's

Per quanto i newyorkesi adorino la loro fetta caratteristica in stile newyorkese, la città ha molto amore per il gigantesco piatto profondo di Chicago. Quando la brama colpisce, le creazioni di Emmett alte due pollici e simili a una casseruola sono la strada da percorrere, salutate da molti come il miglior piatto profondo fuori Chicago. L'impasto di lino culla uno spesso cuscino di mozzarella elastica, salsa di pomodoro e una scelta di condimenti che vanno dalla salsiccia e l'uovo fritto alla giardiniera calda in stile Chi-Town e al manzo italiano.

Basille Di Carciofi

Quando i newyorkesi vogliono combinare uno spuntino preferito con la loro pizza, si dirigono da Artichoke Basille. La sua fetta omonima è ammucchiata a circa un pollice di altezza con cuori di carciofo, spinaci, mozzarella, pecorino romano e un sano strato di burro e panna in cima a una crosta extra spessa. Sul lato leggermente più leggero, la classica Margherita pesa ancora il doppio della tua fetta media di New York. Una crosta spessa e gommosa è spalmata con salsa di pomodoro brillante, mozzarella stagionata, Parmigiano Reggiano, basilico fresco e una spolverata extra di pecorino. Nelle notti del fine settimana dalle 23:00 circa alle 3 del mattino, file di fan affamati serpeggiano fuori dalla porta e giù per l'isolato.

Keste

Come lo zio freddo e studioso della famiglia della pizza napoletana degli Stati Uniti, il pizzaiolo italiano Roberto Caporuscio è così consumato con tecnica tradizionale e ingredienti genuini che è diventato il presidente della sezione americana dell'Associazione Pizzaiuoli Napoletana, l'associazione di categoria che certifica i pizzaioli. Caporuscio ha formato gli appassionati di torta napoletana di tutto il paese e ha sfamato tonnellate di newyorkesi. Il suo ultimo avamposto del Financial District, gestito con la figlia, offre più di 70 varianti di pizza (tra cui la prima pizza registrata nella storia, il Mast&rsquo Nicola, condita con lardo, pecorino romano e basilico), 150 posti a sedere e una pizza on-premise scuola che ospita professionisti e dilettanti di tutte le età.

Di Paulie Gee

Inaugurato nel 2010, Paulie Gee's è una sorta di nuovo arrivato nella storica scena della pizza di Brooklyn. Quello che manca in longevità lo compensa in qualità e stima. L'articolazione è così popolare che le attese possono allungarsi oltre i 90 minuti per i tavoli per provare le croste ricoperte di vesciche. Con una circonferenza croccante e un centro morbido, queste torte in stile napoletano hanno nomi intelligenti e condimenti creativi. Ricotta Be Kiddin&rsquo Me è uno, con mozzarella fresca, bacon canadese e salsiccia dolce di finocchio italiana condita con basilico e ricotta fresca appena sfornata. Ci sono anche opzioni vegane di prim'ordine come Red, White e Greenpeace, una torta con rucola e olio d'oliva che è finita con cipolla rossa marinata in casa e ricotta di anacardi una volta tolta dal fuoco. Preparati ad appendere: non c'è ritiro o consegna.

Pizzeria Napolitano di Totonno

Qualsiasi viaggio sul classico treno della pizza di New York deve includere una sosta in questa pizzeria con forno a carbone. Il fondatore Antonio "Totonno" Pero ha iniziato a lavorare in Lombardi poco dopo il suo arrivo dall'Italia. Un'istituzione di Coney Island dal 1924, Totonno's ha collezionato quasi tutti i riconoscimenti, tra cui un prestigioso premio America's Classic della James Beard Foundation e un cenno come una delle migliori pizze dei Top 5 Restaurants. Gli attuali proprietari Antoinette Balzano e Louise &ldquoCookie&rdquo Cimineri sono così riservati sulla ricetta dell'impasto del nonno che permetterebbero alle telecamere di filmare il processo di preparazione. L'impasto viene preparato giornalmente, mai refrigerato, quindi condito con mozzarella artigianale e ingredienti pregiati, molti provenienti direttamente dalla madrepatria. Non è uno scherzo. Il ristorante rimane aperto solo fino allo scadere dell'impasto del giorno, quindi è meglio andare presto.

Questa pizzeria di Bushwick evoca l'etica sostenibile e astuta del quartiere circostante. Lo spazio rustico-industriale con pareti in mattoni era in passato un garage per auto. Le torte cotte a legna con lievito naturale sono realizzate in modo creativo con grano antico e lievito naturale, costellate di ingredienti provenienti da fattorie locali. Le torte includono i Pops (pomodori, mozzarella, guanciale, cipolle e pecorino), Juno (Robiola, asparagi, verdure e parmigiano) e una semplice Margherita con mozzarella fatta in casa. Queste combinazioni artistiche sono abbinate ad antipasti e insalate guidate dal mercato, cocktail di stagione, vini naturali e un riff un po' ironico di &ldquoBud and amaro&rdquo sul classico boilermaker.

Pizza di Joe

La Grande Mela potrebbe essere nel bel mezzo di un rinascimento della pizza stravagante, ma i migliori negozi di affettati della vecchia scuola sono buoni come non lo sono mai stati. Un ottimo esempio: la pizza di Joe. L'istituzione del Greenwich Village produce torte e fette economiche da oltre 40 anni. Il negozio si è spostato di un paio di isolati rispetto all'originale nel 2005 e si è ampliato con tre nuove sedi, ma Joe's serve ancora gli stessi tondi dalla crosta sottile ricoperti con il giusto equilibrio di salsa vivace e formaggio gustoso che hanno attirato i fan dal 1975, e tutti per soli $ 3 a fetta.

Laboratorio di cucina Houdini

Ambientato in un'anonima sezione industriale di Ridgewood in un'ex fabbrica di birra anonima, Houdini Kitchen Lab richiede una certa abilità di navigazione.Data la sua posizione fuori mano e le pizze creative, fa paragoni con Roberta, a poche fermate di metropolitana a ovest. Le torte cotte a legna sono una specie di ibrido napoletano-nyc, ultrasottili, con ingredienti di prima qualità. La Regina Pizza alza la posta sulla normale Margherita con stracciatella fatta in casa. L'Habanera, a strati con sottili strisce di maiale stagionato e olio di peperoncino è l'ideale per chi cerca il calore.

John's di Bleecker Street

Pizza di Prince Street

Questo locale da asporto di Nolita, "Home of SoHo Squares", offre quattro eccellenti versioni di soffici pizze oversize in stile siciliano realizzate su una base soffice e croccante che bandisce ogni paura di un fondo fradicio. Tutti meritano un applauso, ma la Spicy Spring Pie è la campionessa. Proprio sopra l'impasto infuso di olio d'oliva, una generosa spolverata di mozzarella separa la salsa piccante fra diavolo dal fondotinta, impedendo che la crosta si bagni e si ammollisca. Le fette di peperoni piccanti vengono distribuite uniformemente su tutto il blocco insieme a una spolverata di formaggio Romano.


La migliore pizza di New York City

Dimentica la Grande Mela: New York dovrebbe chiamarsi la Big Pizza. Ecco dove trovare le fette superiori.

Relativo a:

Foto di: BriJoy Photography

Prendi una fetta

New York City ha molti cibi classici al suo nome: bagel, carne in scatola e cavoli, biscotti in bianco e nero, hot dog. Ma nessun alimento è più simbolico dell'esperienza gastronomica di New York della pizza. Sebbene ci possa essere una pizzeria in quasi ogni angolo della Grande Mela, non tutte le torte sono uguali. Ecco i posti migliori per piegare una fetta.

Romeo veloce

Speedy Romeo non è la solita pizzeria di New York. Lo chef-proprietario Justin Bazdarich realizza una crosta sottile, simile a quella napoletana, cotta nel forno a legna che combina i sapori newamericani della sua città natale di St. Louis con tecniche italiane e un po' di stile newyorkese, portando a condimenti come il pastrami Deli di Katz di Manhattan e L'amato formaggio provel del Missouri. Il Dick Dale combina sapori hawaiani ed europei, con bèchamel, speck, ananas, provel in stile St. Louis e scalogno alla griglia. Nel nuovo avamposto del Lower East Side, Bazdarich onora le radici ebraiche del quartiere nella Paul's Boutique, una crosta di bagel a strati con besciamella di digione, fontina, salsa 1000 island, crauti rossi affumicati e pastrami.

Emily

La pizza è stata un tema ricorrente nella storia della relazione tra Matt ed Emily Hyland. È stato il primo pasto che hanno condiviso insieme. Al loro primo vero appuntamento, la giovane coppia ha mangiato una torta alla griglia a Providence. Quindi non è davvero una sorpresa che il team di marito e moglie abbia trovato la sua strada nel settore. Nel loro ristorante Clinton Hill (con una sede nel West Village), servono una serie di frizzanti torte moderne in stile americano. L'impasto viene impastato a mano e la mozzarella è preparata in casa. Gli ingredienti di alta qualità sono integrali e gli Hylands si sforzano di utilizzare prodotti locali quando possibile. Nel menu stagionale, le torte sono suddivise in quattro sezioni: rossa (salsa di pomodoro), verde (tomatillo), rosa (vodka) e bianca (senza salsa). Aspettati di vedere i classici con numerose opzioni creative, come l'omonima Emily con mozzarella, pistacchi, formaggio tartufato e un filo di miele. Da provare assolutamente per gli amanti della carne è l'RM3! con peperoni, salsiccia e prosciutto Mangalitsa del New Jersey.

Lombardi

Affermandosi come prima pizzeria d'America, la storia di Lombardi risale a più di un secolo fa. Come il padrino delle torte al carbone, Lombardi ha influenzato l'alto livello delle pizzerie della città sin dalla sua apertura nel 1905 ed è perennemente pieno di turisti e gente del posto desiderosi di un assaggio. Il fondatore Gennaro Lombardi ha insegnato a John Sasso di John e Anthony Pero di Totonno come affinare le proprie abilità. Lo spot solo in contanti serve una serie di classici e nessuna fetta. Esemplare la margherita originale, con salsa San Marzano vivace e mozzarella fresca, rifinita con un po' di chiffonade romano e basilico. La torta di vongole è un altro top seller. Le vongole appena sgusciate vengono adagiate sulla pasta con pepe, origano, aglio, prezzemolo e pecorino. Non c'è salsa o formaggio, solo un sacco di frutti di mare su una crosta super croccante.

L&B Giardini Spumoni

Se una pizzeria è una delle preferite in un quartiere storicamente italiano, è probabile che sia legittimo. Fondato a Bensonhurst nel 1939, L&B serve folle adoranti da oltre 70 anni. Una configurazione tre in uno, offre una gelateria (da cui l'omonimo spumoni), un ristorante informale di salsa rossa e una pizzeria. Tutti valgono un viaggio, ma la torta siciliana L&B, famosa in tutto il mondo, è diversa da qualsiasi altra fetta. La torta rovesciata si prepara con il formaggio sopra l'impasto e sopra la salsa di pomodoro dolce. Sopra si spolverano scaglie di parmigiano salato. La spessa crosta viene estratta dal forno appena prima di essere completamente cotta, quindi lo strato inferiore è leggermente elastico al centro con bordi leggermente dorati. Non è un classico dalla crosta sottile, ma il suo sapore è abbastanza allettante da convertire anche la torta quadrata più dura a morire in credenti.

Fetta d'angolo a Gotham West

La fetta d'angolo è diventata artigianale in questo stand del Gotham West Market. Lo chef Ivan Orkin, il partner David Poran e il virtuoso della torta Michael Bergemann offrono una nuova versione della pizzeria di quartiere con un impasto fermentato di 60 ore a base di farro e grano duro. La ricetta ha richiesto circa un anno per svilupparsi e il risultato è valsa la pena aspettare. Le fette quadrate croccanti sono leggermente gommose e leggermente spugnose, come una versione più leggera ma più robusta del siciliano. Qui, l'obiettivo è la perfezione, non l'ostentazione, quindi non troverai condimenti appariscenti. Pomodoro, mozzarella e torte bianche o a fette possono essere ricoperte con ingredienti come la soppressata calda di Salumeria Biellese, la ricotta di Calabro e la salsiccia di finocchio fatta in casa.

Di Fara

Dal 1964, Domenico DeMarco stende la pasta in questo negozio di Midwood, Brooklyn. Non è cambiato molto da quei primi giorni. L'insegna fluorescente davanti è un ritorno al passato. La sala da pranzo piena di formica sembra una sala da pranzo di una chiesa. Dal mercoledì alla domenica gli ospiti possono vedere il proprietario ottantenne che lavora dietro il bancone. La sua presenza e maestria è la vera attrazione. Negli ultimi 50 anni, ha preparato le torte nello stesso modo deliberato per le folle adoranti. Le torte napoletane di DeMarco non sono cotte a legna, ma riesce comunque a ottenere una crosta sottilissima con bordi elastici e un centro leggermente molliccio. Sono condite con salsa di pomodoro zuccherina arricchita con olio extravergine di oliva, poi rifinite con basilico nostrano e una spolverata di parmigiano. Gli unici aspetti incoerenti sono i prezzi e le linee. Le fette ora costano $ 5 l'una (le torte sono un affare migliore) e le attese sono garantite.

Lucali

L'enclave italiana dei vecchi tempi Carroll Gardens era una volta per lo più operai e alcuni mafiosi, e il quartiere è dove si sposò il famoso gangster Al Capone. Così, quando l'ex marmista e locale Mark Iacono ha ricevuto la notizia che un vecchio negozio di dolciumi aveva chiuso e il padrone di casa stava cercando un nuovo inquilino, ha deciso di dare un giro alla pizza. Alimentato dall'amore per la cucina di sua nonna, Iacono ha creato un ristorante BYO romantico e poco illuminato. La pizzeria solo in contanti attrae costantemente A-listers che vanno da Jay-Z e Beyonce ai Beckham. Iacono, invece, è ormai famoso lui stesso, per le sue rustiche torte e calzoni cotti a legna. La sua pizza semplice in stile newyorkese è costantemente salutata come una delle migliori della città e persino degli Stati Uniti.

Martina

Mescolando il formato del bancone di Shake Shack con le torte romane di Marta, questo nuovo locale dell'Union Square Hospitality Group guidato dallo chef Nick Anderer serve l'ambita pizza ispirata alla Città Eterna per un affare. A parte la Boscaiola al tartufo nero da $ 25 (pizza bianca con salsiccia di maiale, funghi, mozzarella e tartufo nero a scaglie), le torte sottili e croccanti costano meno di $ 13 ciascuna. Le torte preconcette spaziano dal salame piccante con salsa rossa, sopressata e peperoncino alla pizza bianca con cavolo riccio e pecorino. Questi sono abbinati a una selezione economica di antipasti, birra, vino e mezze bottiglie di champagne, il tutto in uno spazio dell'East Village senza prenotazione e senza contanti.

Pasquale Jones

Quando questa pizzeria di ispirazione napoletana ha aperto all'inizio del 2016, era quasi impossibile ottenere una prenotazione in una normale ora di pranzo, e possono ancora volerci settimane per conquistare un tavolo durante la prima serata. Gestito dal team dietro il vivace locale nouveau italiano Charlie Bird, questo secondo lavoro è la combinazione ideale di ambiente fresco, vini italiani ben curati e torte ambiziose. La pasta sottile e cotta nel forno a legna si esalta in composizioni come la Diavola (peperoncino, menta e salame napoletano) e la vongola all'aglio.

Patsy's

Pasquale &ldquoPatsy&rdquo Lanceri ha aperto questo negozio di forni a carbone di East Harlem nel 1933, dopo anni di formazione sotto Gennaro Lombardi, il fondatore della prima pizzeria con licenza d'America. Ha molto in comune con il suo predecessore. Come le torte di Lombardi, le torte di Patsy sono cotte in un forno a carbone rovente che crea quella crosta croccante rappresentativa marmorizzata di nero sulla parte inferiore. La torta semplice è semplicemente condita con salsa di pomodoro dolce e mozzarella delicata. È un modello di perfezione semplice. Quindi cosa distingue Patsy's dagli altri primi forni a carbone? E' l'unica pizzeria storica a vendere la pizza al taglio, a meno del costo del viaggio in metropolitana.

Di Roberta

Situato tra magazzini ricoperti di graffiti, questo ristorante approvato dagli hipster è quanto di più nouveau di Brooklyn, con un giardino sul tetto, una panetteria, un apiario e una stazione radio a tutto volume da un container riciclato. Le attese per i posti spesso superano le due ore nei fine settimana e molti commensali fanno viaggi speciali nel quartiere di Morgantown da tutta la città. C'è una buona ragione: il cibo è killer. Il menu comprende verdure impeccabili, salumi di prima classe e, naturalmente, torte in stile ibrido newyorkese-napoletano. The Famous Original presenta salsa di pomodoro, mozzarella, formaggio caciocavallo complesso (è come il fratello più sofisticato della mozzarella), origano e un pizzico di peperoncino, il tutto su una crosta sottile e croccante. Il risultato è una torta al formaggio terrosa ed elaborata che è fuori dal mondo. Il Beastmaster aggiunge gorgonzola, salsiccia di maiale, cipolla, capperi e jalapeno alla sua base di pomodoro e mozzarella. Ogni torta è completamente unica e conveniente. L'opzione più costosa suona a $ 18.

La migliore pizza

Questo negozio di Williamsburg sembra la tua pizzeria d'angolo media, tuttavia, certamente non elude il suo titolo superlativo. Il veterano di Roberta, Frank Pinello, ha inaugurato il locale di quartiere nel 2010 come un'ode alle sue radici Bensonhurst, al patrimonio siciliano e all'amore per la tradizione della pizza di New York. Usa un forno a legna secolare per creare classiche torte rotonde gommose e sottili, nonché torte della nonna rettangolari con una crosta croccante all'olio d'oliva. Come la tua pizzeria tradizionale, il menu qui è semplice con la scelta di torte e fette bianche o rosse da 20 pollici con la tua scelta di condimenti tra cui peperoni Salumeria Biellese, costolette e polpette di petto Pat LaFrieda, acciughe, verdure sott'aceto e peperoncino calabrese.

Emmett's

Per quanto i newyorkesi adorino la loro fetta caratteristica in stile newyorkese, la città ha molto amore per il gigantesco piatto profondo di Chicago. Quando la brama colpisce, le creazioni di Emmett alte due pollici e simili a una casseruola sono la strada da percorrere, salutate da molti come il miglior piatto profondo fuori Chicago. L'impasto di lino culla uno spesso cuscino di mozzarella elastica, salsa di pomodoro e una scelta di condimenti che vanno dalla salsiccia e l'uovo fritto alla giardiniera calda in stile Chi-Town e al manzo italiano.

Basille Di Carciofi

Quando i newyorkesi vogliono combinare uno spuntino preferito con la loro pizza, si dirigono da Artichoke Basille. La sua fetta omonima è ammucchiata a circa un pollice di altezza con cuori di carciofo, spinaci, mozzarella, pecorino romano e un sano strato di burro e panna in cima a una crosta extra spessa. Sul lato leggermente più leggero, la classica Margherita pesa ancora il doppio della tua fetta media di New York. Una crosta spessa e gommosa è spalmata con salsa di pomodoro brillante, mozzarella stagionata, Parmigiano Reggiano, basilico fresco e una spolverata extra di pecorino. Nelle notti del fine settimana dalle 23:00 circa alle 3 del mattino, file di fan affamati serpeggiano fuori dalla porta e giù per l'isolato.

Keste

Come lo zio freddo e studioso della famiglia della pizza napoletana degli Stati Uniti, il pizzaiolo italiano Roberto Caporuscio è così consumato con tecnica tradizionale e ingredienti genuini che è diventato il presidente della sezione americana dell'Associazione Pizzaiuoli Napoletana, l'associazione di categoria che certifica i pizzaioli. Caporuscio ha formato gli appassionati di torta napoletana di tutto il paese e ha sfamato tonnellate di newyorkesi. Il suo ultimo avamposto del Financial District, gestito con la figlia, offre più di 70 varianti di pizza (tra cui la prima pizza registrata nella storia, il Mast&rsquo Nicola, condita con lardo, pecorino romano e basilico), 150 posti a sedere e una pizza on-premise scuola che ospita professionisti e dilettanti di tutte le età.

Di Paulie Gee

Inaugurato nel 2010, Paulie Gee's è una sorta di nuovo arrivato nella storica scena della pizza di Brooklyn. Quello che manca in longevità lo compensa in qualità e stima. L'articolazione è così popolare che le attese possono allungarsi oltre i 90 minuti per i tavoli per provare le croste ricoperte di vesciche. Con una circonferenza croccante e un centro morbido, queste torte in stile napoletano hanno nomi intelligenti e condimenti creativi. Ricotta Be Kiddin&rsquo Me è uno, con mozzarella fresca, bacon canadese e salsiccia dolce di finocchio italiana condita con basilico e ricotta fresca appena sfornata. Ci sono anche opzioni vegane di prim'ordine come Red, White e Greenpeace, una torta con rucola e olio d'oliva che è finita con cipolla rossa marinata in casa e ricotta di anacardi una volta tolta dal fuoco. Preparati ad appendere: non c'è ritiro o consegna.

Pizzeria Napolitano di Totonno

Qualsiasi viaggio sul classico treno della pizza di New York deve includere una sosta in questa pizzeria con forno a carbone. Il fondatore Antonio "Totonno" Pero ha iniziato a lavorare in Lombardi poco dopo il suo arrivo dall'Italia. Un'istituzione di Coney Island dal 1924, Totonno's ha collezionato quasi tutti i riconoscimenti, tra cui un prestigioso premio America's Classic della James Beard Foundation e un cenno come una delle migliori pizze dei Top 5 Restaurants. Gli attuali proprietari Antoinette Balzano e Louise &ldquoCookie&rdquo Cimineri sono così riservati sulla ricetta dell'impasto del nonno che permetterebbero alle telecamere di filmare il processo di preparazione. L'impasto viene preparato giornalmente, mai refrigerato, quindi condito con mozzarella artigianale e ingredienti pregiati, molti provenienti direttamente dalla madrepatria. Non è uno scherzo. Il ristorante rimane aperto solo fino allo scadere dell'impasto del giorno, quindi è meglio andare presto.

Questa pizzeria di Bushwick evoca l'etica sostenibile e astuta del quartiere circostante. Lo spazio rustico-industriale con pareti in mattoni era in passato un garage per auto. Le torte cotte a legna con lievito naturale sono realizzate in modo creativo con grano antico e lievito naturale, costellate di ingredienti provenienti da fattorie locali. Le torte includono i Pops (pomodori, mozzarella, guanciale, cipolle e pecorino), Juno (Robiola, asparagi, verdure e parmigiano) e una semplice Margherita con mozzarella fatta in casa. Queste combinazioni artistiche sono abbinate ad antipasti e insalate guidate dal mercato, cocktail di stagione, vini naturali e un riff un po' ironico di &ldquoBud and amaro&rdquo sul classico boilermaker.

Pizza di Joe

La Grande Mela potrebbe essere nel bel mezzo di un rinascimento della pizza stravagante, ma i migliori negozi di affettati della vecchia scuola sono buoni come non lo sono mai stati. Un ottimo esempio: la pizza di Joe. L'istituzione del Greenwich Village produce torte e fette economiche da oltre 40 anni. Il negozio si è spostato di un paio di isolati rispetto all'originale nel 2005 e si è ampliato con tre nuove sedi, ma Joe's serve ancora gli stessi tondi dalla crosta sottile ricoperti con il giusto equilibrio di salsa vivace e formaggio gustoso che hanno attirato i fan dal 1975, e tutti per soli $ 3 a fetta.

Laboratorio di cucina Houdini

Ambientato in un'anonima sezione industriale di Ridgewood in un'ex fabbrica di birra anonima, Houdini Kitchen Lab richiede una certa abilità di navigazione. Data la sua posizione fuori mano e le pizze creative, fa paragoni con Roberta, a poche fermate di metropolitana a ovest. Le torte cotte a legna sono una specie di ibrido napoletano-nyc, ultrasottili, con ingredienti di prim'ordine. La Regina Pizza alza la posta sulla normale Margherita con stracciatella fatta in casa. L'Habanera, a strati con sottili strisce di maiale stagionato e olio di peperoncino è l'ideale per chi cerca il calore.

John's di Bleecker Street

Pizza di Prince Street

Questo locale da asporto Nolita, "Home of SoHo Squares", offre quattro eccellenti versioni di soffici pizze oversize in stile siciliano realizzate su una base soffice e croccante che bandisce ogni paura di un fondo fradicio. Tutti meritano un applauso, ma la Spicy Spring Pie è la campionessa. Proprio sopra l'impasto infuso di olio d'oliva, una generosa spolverata di mozzarella separa la salsa piccante fra diavolo dal fondotinta, impedendo che la crosta si bagni e si ammollisca. Le fette di peperoni piccanti vengono distribuite uniformemente su tutto il blocco insieme a una spolverata di formaggio Romano.


La migliore pizza di New York City

Dimentica la Grande Mela: New York dovrebbe chiamarsi la Big Pizza. Ecco dove trovare le fette superiori.

Relativo a:

Foto di: BriJoy Photography

Prendi una fetta

New York City ha molti cibi classici al suo nome: bagel, carne in scatola e cavoli, biscotti in bianco e nero, hot dog. Ma nessun alimento è più simbolico dell'esperienza gastronomica di New York della pizza. Sebbene ci possa essere una pizzeria in quasi ogni angolo della Grande Mela, non tutte le torte sono uguali. Ecco i posti migliori per piegare una fetta.

Romeo veloce

Speedy Romeo non è la solita pizzeria di New York. Lo chef-proprietario Justin Bazdarich realizza una crosta sottile, simile a quella napoletana, cotta nel forno a legna che combina i sapori newamericani della sua città natale di St. Louis con tecniche italiane e un po' di stile newyorkese, portando a condimenti come il pastrami Deli di Katz di Manhattan e L'amato formaggio provel del Missouri. Il Dick Dale combina sapori hawaiani ed europei, con bèchamel, speck, ananas, provel in stile St. Louis e scalogno alla griglia. Nel nuovo avamposto del Lower East Side, Bazdarich onora le radici ebraiche del quartiere nella Paul's Boutique, una crosta di bagel a strati con besciamella di digione, fontina, salsa 1000 island, crauti rossi affumicati e pastrami.

Emily

La pizza è stata un tema ricorrente nella storia della relazione tra Matt ed Emily Hyland. È stato il primo pasto che hanno condiviso insieme. Al loro primo vero appuntamento, la giovane coppia ha mangiato una torta alla griglia a Providence. Quindi non è davvero una sorpresa che il team di marito e moglie abbia trovato la sua strada nel settore.Nel loro ristorante Clinton Hill (con una sede nel West Village), servono una serie di frizzanti torte moderne in stile americano. L'impasto viene impastato a mano e la mozzarella è preparata in casa. Gli ingredienti di alta qualità sono integrali e gli Hylands si sforzano di utilizzare prodotti locali quando possibile. Nel menu stagionale, le torte sono suddivise in quattro sezioni: rossa (salsa di pomodoro), verde (tomatillo), rosa (vodka) e bianca (senza salsa). Aspettati di vedere i classici con numerose opzioni creative, come l'omonima Emily con mozzarella, pistacchi, formaggio tartufato e un filo di miele. Da provare assolutamente per gli amanti della carne è l'RM3! con peperoni, salsiccia e prosciutto Mangalitsa del New Jersey.

Lombardi

Affermandosi come prima pizzeria d'America, la storia di Lombardi risale a più di un secolo fa. Come il padrino delle torte al carbone, Lombardi ha influenzato l'alto livello delle pizzerie della città sin dalla sua apertura nel 1905 ed è perennemente pieno di turisti e gente del posto desiderosi di un assaggio. Il fondatore Gennaro Lombardi ha insegnato a John Sasso di John e Anthony Pero di Totonno come affinare le proprie abilità. Lo spot solo in contanti serve una serie di classici e nessuna fetta. Esemplare la margherita originale, con salsa San Marzano vivace e mozzarella fresca, rifinita con un po' di chiffonade romano e basilico. La torta di vongole è un altro top seller. Le vongole appena sgusciate vengono adagiate sulla pasta con pepe, origano, aglio, prezzemolo e pecorino. Non c'è salsa o formaggio, solo un sacco di frutti di mare su una crosta super croccante.

L&B Giardini Spumoni

Se una pizzeria è una delle preferite in un quartiere storicamente italiano, è probabile che sia legittimo. Fondato a Bensonhurst nel 1939, L&B serve folle adoranti da oltre 70 anni. Una configurazione tre in uno, offre una gelateria (da cui l'omonimo spumoni), un ristorante informale di salsa rossa e una pizzeria. Tutti valgono un viaggio, ma la torta siciliana L&B, famosa in tutto il mondo, è diversa da qualsiasi altra fetta. La torta rovesciata si prepara con il formaggio sopra l'impasto e sopra la salsa di pomodoro dolce. Sopra si spolverano scaglie di parmigiano salato. La spessa crosta viene estratta dal forno appena prima di essere completamente cotta, quindi lo strato inferiore è leggermente elastico al centro con bordi leggermente dorati. Non è un classico dalla crosta sottile, ma il suo sapore è abbastanza allettante da convertire anche la torta quadrata più dura a morire in credenti.

Fetta d'angolo a Gotham West

La fetta d'angolo è diventata artigianale in questo stand del Gotham West Market. Lo chef Ivan Orkin, il partner David Poran e il virtuoso della torta Michael Bergemann offrono una nuova versione della pizzeria di quartiere con un impasto fermentato di 60 ore a base di farro e grano duro. La ricetta ha richiesto circa un anno per svilupparsi e il risultato è valsa la pena aspettare. Le fette quadrate croccanti sono leggermente gommose e leggermente spugnose, come una versione più leggera ma più robusta del siciliano. Qui, l'obiettivo è la perfezione, non l'ostentazione, quindi non troverai condimenti appariscenti. Pomodoro, mozzarella e torte bianche o a fette possono essere ricoperte con ingredienti come la soppressata calda di Salumeria Biellese, la ricotta di Calabro e la salsiccia di finocchio fatta in casa.

Di Fara

Dal 1964, Domenico DeMarco stende la pasta in questo negozio di Midwood, Brooklyn. Non è cambiato molto da quei primi giorni. L'insegna fluorescente davanti è un ritorno al passato. La sala da pranzo piena di formica sembra una sala da pranzo di una chiesa. Dal mercoledì alla domenica gli ospiti possono vedere il proprietario ottantenne che lavora dietro il bancone. La sua presenza e maestria è la vera attrazione. Negli ultimi 50 anni, ha preparato le torte nello stesso modo deliberato per le folle adoranti. Le torte napoletane di DeMarco non sono cotte a legna, ma riesce comunque a ottenere una crosta sottilissima con bordi elastici e un centro leggermente molliccio. Sono condite con salsa di pomodoro zuccherina arricchita con olio extravergine di oliva, poi rifinite con basilico nostrano e una spolverata di parmigiano. Gli unici aspetti incoerenti sono i prezzi e le linee. Le fette ora costano $ 5 l'una (le torte sono un affare migliore) e le attese sono garantite.

Lucali

L'enclave italiana dei vecchi tempi Carroll Gardens era una volta per lo più operai e alcuni mafiosi, e il quartiere è dove si sposò il famoso gangster Al Capone. Così, quando l'ex marmista e locale Mark Iacono ha ricevuto la notizia che un vecchio negozio di dolciumi aveva chiuso e il padrone di casa stava cercando un nuovo inquilino, ha deciso di dare un giro alla pizza. Alimentato dall'amore per la cucina di sua nonna, Iacono ha creato un ristorante BYO romantico e poco illuminato. La pizzeria solo in contanti attrae costantemente A-listers che vanno da Jay-Z e Beyonce ai Beckham. Iacono, invece, è ormai famoso lui stesso, per le sue rustiche torte e calzoni cotti a legna. La sua pizza semplice in stile newyorkese è costantemente salutata come una delle migliori della città e persino degli Stati Uniti.

Martina

Mescolando il formato del bancone di Shake Shack con le torte romane di Marta, questo nuovo locale dell'Union Square Hospitality Group guidato dallo chef Nick Anderer serve l'ambita pizza ispirata alla Città Eterna per un affare. A parte la Boscaiola al tartufo nero da $ 25 (pizza bianca con salsiccia di maiale, funghi, mozzarella e tartufo nero a scaglie), le torte sottili e croccanti costano meno di $ 13 ciascuna. Le torte preconcette spaziano dal salame piccante con salsa rossa, sopressata e peperoncino alla pizza bianca con cavolo riccio e pecorino. Questi sono abbinati a una selezione economica di antipasti, birra, vino e mezze bottiglie di champagne, il tutto in uno spazio dell'East Village senza prenotazione e senza contanti.

Pasquale Jones

Quando questa pizzeria di ispirazione napoletana ha aperto all'inizio del 2016, era quasi impossibile ottenere una prenotazione in una normale ora di pranzo, e possono ancora volerci settimane per conquistare un tavolo durante la prima serata. Gestito dal team dietro il vivace locale nouveau italiano Charlie Bird, questo secondo lavoro è la combinazione ideale di ambiente fresco, vini italiani ben curati e torte ambiziose. La pasta sottile e cotta nel forno a legna si esalta in composizioni come la Diavola (peperoncino, menta e salame napoletano) e la vongola all'aglio.

Patsy's

Pasquale &ldquoPatsy&rdquo Lanceri ha aperto questo negozio di forni a carbone di East Harlem nel 1933, dopo anni di formazione sotto Gennaro Lombardi, il fondatore della prima pizzeria con licenza d'America. Ha molto in comune con il suo predecessore. Come le torte di Lombardi, le torte di Patsy sono cotte in un forno a carbone rovente che crea quella crosta croccante rappresentativa marmorizzata di nero sulla parte inferiore. La torta semplice è semplicemente condita con salsa di pomodoro dolce e mozzarella delicata. È un modello di perfezione semplice. Quindi cosa distingue Patsy's dagli altri primi forni a carbone? E' l'unica pizzeria storica a vendere la pizza al taglio, a meno del costo del viaggio in metropolitana.

Di Roberta

Situato tra magazzini ricoperti di graffiti, questo ristorante approvato dagli hipster è quanto di più nouveau di Brooklyn, con un giardino sul tetto, una panetteria, un apiario e una stazione radio a tutto volume da un container riciclato. Le attese per i posti spesso superano le due ore nei fine settimana e molti commensali fanno viaggi speciali nel quartiere di Morgantown da tutta la città. C'è una buona ragione: il cibo è killer. Il menu comprende verdure impeccabili, salumi di prima classe e, naturalmente, torte in stile ibrido newyorkese-napoletano. The Famous Original presenta salsa di pomodoro, mozzarella, formaggio caciocavallo complesso (è come il fratello più sofisticato della mozzarella), origano e un pizzico di peperoncino, il tutto su una crosta sottile e croccante. Il risultato è una torta al formaggio terrosa ed elaborata che è fuori dal mondo. Il Beastmaster aggiunge gorgonzola, salsiccia di maiale, cipolla, capperi e jalapeno alla sua base di pomodoro e mozzarella. Ogni torta è completamente unica e conveniente. L'opzione più costosa suona a $ 18.

La migliore pizza

Questo negozio di Williamsburg sembra la tua pizzeria d'angolo media, tuttavia, certamente non elude il suo titolo superlativo. Il veterano di Roberta, Frank Pinello, ha inaugurato il locale di quartiere nel 2010 come un'ode alle sue radici Bensonhurst, al patrimonio siciliano e all'amore per la tradizione della pizza di New York. Usa un forno a legna secolare per creare classiche torte rotonde gommose e sottili, nonché torte della nonna rettangolari con una crosta croccante all'olio d'oliva. Come la tua pizzeria tradizionale, il menu qui è semplice con la scelta di torte e fette bianche o rosse da 20 pollici con la tua scelta di condimenti tra cui peperoni Salumeria Biellese, costolette e polpette di petto Pat LaFrieda, acciughe, verdure sott'aceto e peperoncino calabrese.

Emmett's

Per quanto i newyorkesi adorino la loro fetta caratteristica in stile newyorkese, la città ha molto amore per il gigantesco piatto profondo di Chicago. Quando la brama colpisce, le creazioni di Emmett alte due pollici e simili a una casseruola sono la strada da percorrere, salutate da molti come il miglior piatto profondo fuori Chicago. L'impasto di lino culla uno spesso cuscino di mozzarella elastica, salsa di pomodoro e una scelta di condimenti che vanno dalla salsiccia e l'uovo fritto alla giardiniera calda in stile Chi-Town e al manzo italiano.

Basille Di Carciofi

Quando i newyorkesi vogliono combinare uno spuntino preferito con la loro pizza, si dirigono da Artichoke Basille. La sua fetta omonima è ammucchiata a circa un pollice di altezza con cuori di carciofo, spinaci, mozzarella, pecorino romano e un sano strato di burro e panna in cima a una crosta extra spessa. Sul lato leggermente più leggero, la classica Margherita pesa ancora il doppio della tua fetta media di New York. Una crosta spessa e gommosa è spalmata con salsa di pomodoro brillante, mozzarella stagionata, Parmigiano Reggiano, basilico fresco e una spolverata extra di pecorino. Nelle notti del fine settimana dalle 23:00 circa alle 3 del mattino, file di fan affamati serpeggiano fuori dalla porta e giù per l'isolato.

Keste

Come lo zio freddo e studioso della famiglia della pizza napoletana degli Stati Uniti, il pizzaiolo italiano Roberto Caporuscio è così consumato con tecnica tradizionale e ingredienti genuini che è diventato il presidente della sezione americana dell'Associazione Pizzaiuoli Napoletana, l'associazione di categoria che certifica i pizzaioli. Caporuscio ha formato gli appassionati di torta napoletana di tutto il paese e ha sfamato tonnellate di newyorkesi. Il suo ultimo avamposto del Financial District, gestito con la figlia, offre più di 70 varianti di pizza (tra cui la prima pizza registrata nella storia, il Mast&rsquo Nicola, condita con lardo, pecorino romano e basilico), 150 posti a sedere e una pizza on-premise scuola che ospita professionisti e dilettanti di tutte le età.

Di Paulie Gee

Inaugurato nel 2010, Paulie Gee's è una sorta di nuovo arrivato nella storica scena della pizza di Brooklyn. Quello che manca in longevità lo compensa in qualità e stima. L'articolazione è così popolare che le attese possono allungarsi oltre i 90 minuti per i tavoli per provare le croste ricoperte di vesciche. Con una circonferenza croccante e un centro morbido, queste torte in stile napoletano hanno nomi intelligenti e condimenti creativi. Ricotta Be Kiddin&rsquo Me è uno, con mozzarella fresca, bacon canadese e salsiccia dolce di finocchio italiana condita con basilico e ricotta fresca appena sfornata. Ci sono anche opzioni vegane di prim'ordine come Red, White e Greenpeace, una torta con rucola e olio d'oliva che è finita con cipolla rossa marinata in casa e ricotta di anacardi una volta tolta dal fuoco. Preparati ad appendere: non c'è ritiro o consegna.

Pizzeria Napolitano di Totonno

Qualsiasi viaggio sul classico treno della pizza di New York deve includere una sosta in questa pizzeria con forno a carbone. Il fondatore Antonio "Totonno" Pero ha iniziato a lavorare in Lombardi poco dopo il suo arrivo dall'Italia. Un'istituzione di Coney Island dal 1924, Totonno's ha collezionato quasi tutti i riconoscimenti, tra cui un prestigioso premio America's Classic della James Beard Foundation e un cenno come una delle migliori pizze dei Top 5 Restaurants. Gli attuali proprietari Antoinette Balzano e Louise &ldquoCookie&rdquo Cimineri sono così riservati sulla ricetta dell'impasto del nonno che permetterebbero alle telecamere di filmare il processo di preparazione. L'impasto viene preparato giornalmente, mai refrigerato, quindi condito con mozzarella artigianale e ingredienti pregiati, molti provenienti direttamente dalla madrepatria. Non è uno scherzo. Il ristorante rimane aperto solo fino allo scadere dell'impasto del giorno, quindi è meglio andare presto.

Questa pizzeria di Bushwick evoca l'etica sostenibile e astuta del quartiere circostante. Lo spazio rustico-industriale con pareti in mattoni era in passato un garage per auto. Le torte cotte a legna con lievito naturale sono realizzate in modo creativo con grano antico e lievito naturale, costellate di ingredienti provenienti da fattorie locali. Le torte includono i Pops (pomodori, mozzarella, guanciale, cipolle e pecorino), Juno (Robiola, asparagi, verdure e parmigiano) e una semplice Margherita con mozzarella fatta in casa. Queste combinazioni artistiche sono abbinate ad antipasti e insalate guidate dal mercato, cocktail di stagione, vini naturali e un riff un po' ironico di &ldquoBud and amaro&rdquo sul classico boilermaker.

Pizza di Joe

La Grande Mela potrebbe essere nel bel mezzo di un rinascimento della pizza stravagante, ma i migliori negozi di affettati della vecchia scuola sono buoni come non lo sono mai stati. Un ottimo esempio: la pizza di Joe. L'istituzione del Greenwich Village produce torte e fette economiche da oltre 40 anni. Il negozio si è spostato di un paio di isolati rispetto all'originale nel 2005 e si è ampliato con tre nuove sedi, ma Joe's serve ancora gli stessi tondi dalla crosta sottile ricoperti con il giusto equilibrio di salsa vivace e formaggio gustoso che hanno attirato i fan dal 1975, e tutti per soli $ 3 a fetta.

Laboratorio di cucina Houdini

Ambientato in un'anonima sezione industriale di Ridgewood in un'ex fabbrica di birra anonima, Houdini Kitchen Lab richiede una certa abilità di navigazione. Data la sua posizione fuori mano e le pizze creative, fa paragoni con Roberta, a poche fermate di metropolitana a ovest. Le torte cotte a legna sono una specie di ibrido napoletano-nyc, ultrasottili, con ingredienti di prim'ordine. La Regina Pizza alza la posta sulla normale Margherita con stracciatella fatta in casa. L'Habanera, a strati con sottili strisce di maiale stagionato e olio di peperoncino è l'ideale per chi cerca il calore.

John's di Bleecker Street

Pizza di Prince Street

Questo locale da asporto Nolita, "Home of SoHo Squares", offre quattro eccellenti versioni di soffici pizze oversize in stile siciliano realizzate su una base soffice e croccante che bandisce ogni paura di un fondo fradicio. Tutti meritano un applauso, ma la Spicy Spring Pie è la campionessa. Proprio sopra l'impasto infuso di olio d'oliva, una generosa spolverata di mozzarella separa la salsa piccante fra diavolo dal fondotinta, impedendo che la crosta si bagni e si ammollisca. Le fette di peperoni piccanti vengono distribuite uniformemente su tutto il blocco insieme a una spolverata di formaggio Romano.


La migliore pizza di New York City

Dimentica la Grande Mela: New York dovrebbe chiamarsi la Big Pizza. Ecco dove trovare le fette superiori.

Relativo a:

Foto di: BriJoy Photography

Prendi una fetta

New York City ha molti cibi classici al suo nome: bagel, carne in scatola e cavoli, biscotti in bianco e nero, hot dog. Ma nessun alimento è più simbolico dell'esperienza gastronomica di New York della pizza. Sebbene ci possa essere una pizzeria in quasi ogni angolo della Grande Mela, non tutte le torte sono uguali. Ecco i posti migliori per piegare una fetta.

Romeo veloce

Speedy Romeo non è la solita pizzeria di New York. Lo chef-proprietario Justin Bazdarich realizza una crosta sottile, simile a quella napoletana, cotta nel forno a legna che combina i sapori newamericani della sua città natale di St. Louis con tecniche italiane e un po' di stile newyorkese, portando a condimenti come il pastrami Deli di Katz di Manhattan e L'amato formaggio provel del Missouri. Il Dick Dale combina sapori hawaiani ed europei, con bèchamel, speck, ananas, provel in stile St. Louis e scalogno alla griglia. Nel nuovo avamposto del Lower East Side, Bazdarich onora le radici ebraiche del quartiere nella Paul's Boutique, una crosta di bagel a strati con besciamella di digione, fontina, salsa 1000 island, crauti rossi affumicati e pastrami.

Emily

La pizza è stata un tema ricorrente nella storia della relazione tra Matt ed Emily Hyland. È stato il primo pasto che hanno condiviso insieme. Al loro primo vero appuntamento, la giovane coppia ha mangiato una torta alla griglia a Providence. Quindi non è davvero una sorpresa che il team di marito e moglie abbia trovato la sua strada nel settore. Nel loro ristorante Clinton Hill (con una sede nel West Village), servono una serie di frizzanti torte moderne in stile americano. L'impasto viene impastato a mano e la mozzarella è preparata in casa. Gli ingredienti di alta qualità sono integrali e gli Hylands si sforzano di utilizzare prodotti locali quando possibile. Nel menu stagionale, le torte sono suddivise in quattro sezioni: rossa (salsa di pomodoro), verde (tomatillo), rosa (vodka) e bianca (senza salsa). Aspettati di vedere i classici con numerose opzioni creative, come l'omonima Emily con mozzarella, pistacchi, formaggio tartufato e un filo di miele. Da provare assolutamente per gli amanti della carne è l'RM3! con peperoni, salsiccia e prosciutto Mangalitsa del New Jersey.

Lombardi

Affermandosi come prima pizzeria d'America, la storia di Lombardi risale a più di un secolo fa. Come il padrino delle torte al carbone, Lombardi ha influenzato l'alto livello delle pizzerie della città sin dalla sua apertura nel 1905 ed è perennemente pieno di turisti e gente del posto desiderosi di un assaggio. Il fondatore Gennaro Lombardi ha insegnato a John Sasso di John e Anthony Pero di Totonno come affinare le proprie abilità. Lo spot solo in contanti serve una serie di classici e nessuna fetta. Esemplare la margherita originale, con salsa San Marzano vivace e mozzarella fresca, rifinita con un po' di chiffonade romano e basilico. La torta di vongole è un altro top seller. Le vongole appena sgusciate vengono adagiate sulla pasta con pepe, origano, aglio, prezzemolo e pecorino. Non c'è salsa o formaggio, solo un sacco di frutti di mare su una crosta super croccante.

L&B Giardini Spumoni

Se una pizzeria è una delle preferite in un quartiere storicamente italiano, è probabile che sia legittimo. Fondato a Bensonhurst nel 1939, L&B serve folle adoranti da oltre 70 anni. Una configurazione tre in uno, offre una gelateria (da cui l'omonimo spumoni), un ristorante informale di salsa rossa e una pizzeria. Tutti valgono un viaggio, ma la torta siciliana L&B, famosa in tutto il mondo, è diversa da qualsiasi altra fetta. La torta rovesciata si prepara con il formaggio sopra l'impasto e sopra la salsa di pomodoro dolce. Sopra si spolverano scaglie di parmigiano salato. La spessa crosta viene estratta dal forno appena prima di essere completamente cotta, quindi lo strato inferiore è leggermente elastico al centro con bordi leggermente dorati. Non è un classico dalla crosta sottile, ma il suo sapore è abbastanza allettante da convertire anche la torta quadrata più dura a morire in credenti.

Fetta d'angolo a Gotham West

La fetta d'angolo è diventata artigianale in questo stand del Gotham West Market.Lo chef Ivan Orkin, il partner David Poran e il virtuoso della torta Michael Bergemann offrono una nuova versione della pizzeria di quartiere con un impasto fermentato di 60 ore a base di farro e grano duro. La ricetta ha richiesto circa un anno per svilupparsi e il risultato è valsa la pena aspettare. Le fette quadrate croccanti sono leggermente gommose e leggermente spugnose, come una versione più leggera ma più robusta del siciliano. Qui, l'obiettivo è la perfezione, non l'ostentazione, quindi non troverai condimenti appariscenti. Pomodoro, mozzarella e torte bianche o a fette possono essere ricoperte con ingredienti come la soppressata calda di Salumeria Biellese, la ricotta di Calabro e la salsiccia di finocchio fatta in casa.

Di Fara

Dal 1964, Domenico DeMarco stende la pasta in questo negozio di Midwood, Brooklyn. Non è cambiato molto da quei primi giorni. L'insegna fluorescente davanti è un ritorno al passato. La sala da pranzo piena di formica sembra una sala da pranzo di una chiesa. Dal mercoledì alla domenica gli ospiti possono vedere il proprietario ottantenne che lavora dietro il bancone. La sua presenza e maestria è la vera attrazione. Negli ultimi 50 anni, ha preparato le torte nello stesso modo deliberato per le folle adoranti. Le torte napoletane di DeMarco non sono cotte a legna, ma riesce comunque a ottenere una crosta sottilissima con bordi elastici e un centro leggermente molliccio. Sono condite con salsa di pomodoro zuccherina arricchita con olio extravergine di oliva, poi rifinite con basilico nostrano e una spolverata di parmigiano. Gli unici aspetti incoerenti sono i prezzi e le linee. Le fette ora costano $ 5 l'una (le torte sono un affare migliore) e le attese sono garantite.

Lucali

L'enclave italiana dei vecchi tempi Carroll Gardens era una volta per lo più operai e alcuni mafiosi, e il quartiere è dove si sposò il famoso gangster Al Capone. Così, quando l'ex marmista e locale Mark Iacono ha ricevuto la notizia che un vecchio negozio di dolciumi aveva chiuso e il padrone di casa stava cercando un nuovo inquilino, ha deciso di dare un giro alla pizza. Alimentato dall'amore per la cucina di sua nonna, Iacono ha creato un ristorante BYO romantico e poco illuminato. La pizzeria solo in contanti attrae costantemente A-listers che vanno da Jay-Z e Beyonce ai Beckham. Iacono, invece, è ormai famoso lui stesso, per le sue rustiche torte e calzoni cotti a legna. La sua pizza semplice in stile newyorkese è costantemente salutata come una delle migliori della città e persino degli Stati Uniti.

Martina

Mescolando il formato del bancone di Shake Shack con le torte romane di Marta, questo nuovo locale dell'Union Square Hospitality Group guidato dallo chef Nick Anderer serve l'ambita pizza ispirata alla Città Eterna per un affare. A parte la Boscaiola al tartufo nero da $ 25 (pizza bianca con salsiccia di maiale, funghi, mozzarella e tartufo nero a scaglie), le torte sottili e croccanti costano meno di $ 13 ciascuna. Le torte preconcette spaziano dal salame piccante con salsa rossa, sopressata e peperoncino alla pizza bianca con cavolo riccio e pecorino. Questi sono abbinati a una selezione economica di antipasti, birra, vino e mezze bottiglie di champagne, il tutto in uno spazio dell'East Village senza prenotazione e senza contanti.

Pasquale Jones

Quando questa pizzeria di ispirazione napoletana ha aperto all'inizio del 2016, era quasi impossibile ottenere una prenotazione in una normale ora di pranzo, e possono ancora volerci settimane per conquistare un tavolo durante la prima serata. Gestito dal team dietro il vivace locale nouveau italiano Charlie Bird, questo secondo lavoro è la combinazione ideale di ambiente fresco, vini italiani ben curati e torte ambiziose. La pasta sottile e cotta nel forno a legna si esalta in composizioni come la Diavola (peperoncino, menta e salame napoletano) e la vongola all'aglio.

Patsy's

Pasquale &ldquoPatsy&rdquo Lanceri ha aperto questo negozio di forni a carbone di East Harlem nel 1933, dopo anni di formazione sotto Gennaro Lombardi, il fondatore della prima pizzeria con licenza d'America. Ha molto in comune con il suo predecessore. Come le torte di Lombardi, le torte di Patsy sono cotte in un forno a carbone rovente che crea quella crosta croccante rappresentativa marmorizzata di nero sulla parte inferiore. La torta semplice è semplicemente condita con salsa di pomodoro dolce e mozzarella delicata. È un modello di perfezione semplice. Quindi cosa distingue Patsy's dagli altri primi forni a carbone? E' l'unica pizzeria storica a vendere la pizza al taglio, a meno del costo del viaggio in metropolitana.

Di Roberta

Situato tra magazzini ricoperti di graffiti, questo ristorante approvato dagli hipster è quanto di più nouveau di Brooklyn, con un giardino sul tetto, una panetteria, un apiario e una stazione radio a tutto volume da un container riciclato. Le attese per i posti spesso superano le due ore nei fine settimana e molti commensali fanno viaggi speciali nel quartiere di Morgantown da tutta la città. C'è una buona ragione: il cibo è killer. Il menu comprende verdure impeccabili, salumi di prima classe e, naturalmente, torte in stile ibrido newyorkese-napoletano. The Famous Original presenta salsa di pomodoro, mozzarella, formaggio caciocavallo complesso (è come il fratello più sofisticato della mozzarella), origano e un pizzico di peperoncino, il tutto su una crosta sottile e croccante. Il risultato è una torta al formaggio terrosa ed elaborata che è fuori dal mondo. Il Beastmaster aggiunge gorgonzola, salsiccia di maiale, cipolla, capperi e jalapeno alla sua base di pomodoro e mozzarella. Ogni torta è completamente unica e conveniente. L'opzione più costosa suona a $ 18.

La migliore pizza

Questo negozio di Williamsburg sembra la tua pizzeria d'angolo media, tuttavia, certamente non elude il suo titolo superlativo. Il veterano di Roberta, Frank Pinello, ha inaugurato il locale di quartiere nel 2010 come un'ode alle sue radici Bensonhurst, al patrimonio siciliano e all'amore per la tradizione della pizza di New York. Usa un forno a legna secolare per creare classiche torte rotonde gommose e sottili, nonché torte della nonna rettangolari con una crosta croccante all'olio d'oliva. Come la tua pizzeria tradizionale, il menu qui è semplice con la scelta di torte e fette bianche o rosse da 20 pollici con la tua scelta di condimenti tra cui peperoni Salumeria Biellese, costolette e polpette di petto Pat LaFrieda, acciughe, verdure sott'aceto e peperoncino calabrese.

Emmett's

Per quanto i newyorkesi adorino la loro fetta caratteristica in stile newyorkese, la città ha molto amore per il gigantesco piatto profondo di Chicago. Quando la brama colpisce, le creazioni di Emmett alte due pollici e simili a una casseruola sono la strada da percorrere, salutate da molti come il miglior piatto profondo fuori Chicago. L'impasto di lino culla uno spesso cuscino di mozzarella elastica, salsa di pomodoro e una scelta di condimenti che vanno dalla salsiccia e l'uovo fritto alla giardiniera calda in stile Chi-Town e al manzo italiano.

Basille Di Carciofi

Quando i newyorkesi vogliono combinare uno spuntino preferito con la loro pizza, si dirigono da Artichoke Basille. La sua fetta omonima è ammucchiata a circa un pollice di altezza con cuori di carciofo, spinaci, mozzarella, pecorino romano e un sano strato di burro e panna in cima a una crosta extra spessa. Sul lato leggermente più leggero, la classica Margherita pesa ancora il doppio della tua fetta media di New York. Una crosta spessa e gommosa è spalmata con salsa di pomodoro brillante, mozzarella stagionata, Parmigiano Reggiano, basilico fresco e una spolverata extra di pecorino. Nelle notti del fine settimana dalle 23:00 circa alle 3 del mattino, file di fan affamati serpeggiano fuori dalla porta e giù per l'isolato.

Keste

Come lo zio freddo e studioso della famiglia della pizza napoletana degli Stati Uniti, il pizzaiolo italiano Roberto Caporuscio è così consumato con tecnica tradizionale e ingredienti genuini che è diventato il presidente della sezione americana dell'Associazione Pizzaiuoli Napoletana, l'associazione di categoria che certifica i pizzaioli. Caporuscio ha formato gli appassionati di torta napoletana di tutto il paese e ha sfamato tonnellate di newyorkesi. Il suo ultimo avamposto del Financial District, gestito con la figlia, offre più di 70 varianti di pizza (tra cui la prima pizza registrata nella storia, il Mast&rsquo Nicola, condita con lardo, pecorino romano e basilico), 150 posti a sedere e una pizza on-premise scuola che ospita professionisti e dilettanti di tutte le età.

Di Paulie Gee

Inaugurato nel 2010, Paulie Gee's è una sorta di nuovo arrivato nella storica scena della pizza di Brooklyn. Quello che manca in longevità lo compensa in qualità e stima. L'articolazione è così popolare che le attese possono allungarsi oltre i 90 minuti per i tavoli per provare le croste ricoperte di vesciche. Con una circonferenza croccante e un centro morbido, queste torte in stile napoletano hanno nomi intelligenti e condimenti creativi. Ricotta Be Kiddin&rsquo Me è uno, con mozzarella fresca, bacon canadese e salsiccia dolce di finocchio italiana condita con basilico e ricotta fresca appena sfornata. Ci sono anche opzioni vegane di prim'ordine come Red, White e Greenpeace, una torta con rucola e olio d'oliva che è finita con cipolla rossa marinata in casa e ricotta di anacardi una volta tolta dal fuoco. Preparati ad appendere: non c'è ritiro o consegna.

Pizzeria Napolitano di Totonno

Qualsiasi viaggio sul classico treno della pizza di New York deve includere una sosta in questa pizzeria con forno a carbone. Il fondatore Antonio "Totonno" Pero ha iniziato a lavorare in Lombardi poco dopo il suo arrivo dall'Italia. Un'istituzione di Coney Island dal 1924, Totonno's ha collezionato quasi tutti i riconoscimenti, tra cui un prestigioso premio America's Classic della James Beard Foundation e un cenno come una delle migliori pizze dei Top 5 Restaurants. Gli attuali proprietari Antoinette Balzano e Louise &ldquoCookie&rdquo Cimineri sono così riservati sulla ricetta dell'impasto del nonno che permetterebbero alle telecamere di filmare il processo di preparazione. L'impasto viene preparato giornalmente, mai refrigerato, quindi condito con mozzarella artigianale e ingredienti pregiati, molti provenienti direttamente dalla madrepatria. Non è uno scherzo. Il ristorante rimane aperto solo fino allo scadere dell'impasto del giorno, quindi è meglio andare presto.

Questa pizzeria di Bushwick evoca l'etica sostenibile e astuta del quartiere circostante. Lo spazio rustico-industriale con pareti in mattoni era in passato un garage per auto. Le torte cotte a legna con lievito naturale sono realizzate in modo creativo con grano antico e lievito naturale, costellate di ingredienti provenienti da fattorie locali. Le torte includono i Pops (pomodori, mozzarella, guanciale, cipolle e pecorino), Juno (Robiola, asparagi, verdure e parmigiano) e una semplice Margherita con mozzarella fatta in casa. Queste combinazioni artistiche sono abbinate ad antipasti e insalate guidate dal mercato, cocktail di stagione, vini naturali e un riff un po' ironico di &ldquoBud and amaro&rdquo sul classico boilermaker.

Pizza di Joe

La Grande Mela potrebbe essere nel bel mezzo di un rinascimento della pizza stravagante, ma i migliori negozi di affettati della vecchia scuola sono buoni come non lo sono mai stati. Un ottimo esempio: la pizza di Joe. L'istituzione del Greenwich Village produce torte e fette economiche da oltre 40 anni. Il negozio si è spostato di un paio di isolati rispetto all'originale nel 2005 e si è ampliato con tre nuove sedi, ma Joe's serve ancora gli stessi tondi dalla crosta sottile ricoperti con il giusto equilibrio di salsa vivace e formaggio gustoso che hanno attirato i fan dal 1975, e tutti per soli $ 3 a fetta.

Laboratorio di cucina Houdini

Ambientato in un'anonima sezione industriale di Ridgewood in un'ex fabbrica di birra anonima, Houdini Kitchen Lab richiede una certa abilità di navigazione. Data la sua posizione fuori mano e le pizze creative, fa paragoni con Roberta, a poche fermate di metropolitana a ovest. Le torte cotte a legna sono una specie di ibrido napoletano-nyc, ultrasottili, con ingredienti di prim'ordine. La Regina Pizza alza la posta sulla normale Margherita con stracciatella fatta in casa. L'Habanera, a strati con sottili strisce di maiale stagionato e olio di peperoncino è l'ideale per chi cerca il calore.

John's di Bleecker Street

Pizza di Prince Street

Questo locale da asporto Nolita, "Home of SoHo Squares", offre quattro eccellenti versioni di soffici pizze oversize in stile siciliano realizzate su una base soffice e croccante che bandisce ogni paura di un fondo fradicio. Tutti meritano un applauso, ma la Spicy Spring Pie è la campionessa. Proprio sopra l'impasto infuso di olio d'oliva, una generosa spolverata di mozzarella separa la salsa piccante fra diavolo dal fondotinta, impedendo che la crosta si bagni e si ammollisca. Le fette di peperoni piccanti vengono distribuite uniformemente su tutto il blocco insieme a una spolverata di formaggio Romano.


La migliore pizza di New York City

Dimentica la Grande Mela: New York dovrebbe chiamarsi la Big Pizza. Ecco dove trovare le fette superiori.

Relativo a:

Foto di: BriJoy Photography

Prendi una fetta

New York City ha molti cibi classici al suo nome: bagel, carne in scatola e cavoli, biscotti in bianco e nero, hot dog. Ma nessun alimento è più simbolico dell'esperienza gastronomica di New York della pizza. Sebbene ci possa essere una pizzeria in quasi ogni angolo della Grande Mela, non tutte le torte sono uguali. Ecco i posti migliori per piegare una fetta.

Romeo veloce

Speedy Romeo non è la solita pizzeria di New York. Lo chef-proprietario Justin Bazdarich realizza una crosta sottile, simile a quella napoletana, cotta nel forno a legna che combina i sapori newamericani della sua città natale di St. Louis con tecniche italiane e un po' di stile newyorkese, portando a condimenti come il pastrami Deli di Katz di Manhattan e L'amato formaggio provel del Missouri. Il Dick Dale combina sapori hawaiani ed europei, con bèchamel, speck, ananas, provel in stile St. Louis e scalogno alla griglia. Nel nuovo avamposto del Lower East Side, Bazdarich onora le radici ebraiche del quartiere nella Paul's Boutique, una crosta di bagel a strati con besciamella di digione, fontina, salsa 1000 island, crauti rossi affumicati e pastrami.

Emily

La pizza è stata un tema ricorrente nella storia della relazione tra Matt ed Emily Hyland. È stato il primo pasto che hanno condiviso insieme. Al loro primo vero appuntamento, la giovane coppia ha mangiato una torta alla griglia a Providence. Quindi non è davvero una sorpresa che il team di marito e moglie abbia trovato la sua strada nel settore. Nel loro ristorante Clinton Hill (con una sede nel West Village), servono una serie di frizzanti torte moderne in stile americano. L'impasto viene impastato a mano e la mozzarella è preparata in casa. Gli ingredienti di alta qualità sono integrali e gli Hylands si sforzano di utilizzare prodotti locali quando possibile. Nel menu stagionale, le torte sono suddivise in quattro sezioni: rossa (salsa di pomodoro), verde (tomatillo), rosa (vodka) e bianca (senza salsa). Aspettati di vedere i classici con numerose opzioni creative, come l'omonima Emily con mozzarella, pistacchi, formaggio tartufato e un filo di miele. Da provare assolutamente per gli amanti della carne è l'RM3! con peperoni, salsiccia e prosciutto Mangalitsa del New Jersey.

Lombardi

Affermandosi come prima pizzeria d'America, la storia di Lombardi risale a più di un secolo fa. Come il padrino delle torte al carbone, Lombardi ha influenzato l'alto livello delle pizzerie della città sin dalla sua apertura nel 1905 ed è perennemente pieno di turisti e gente del posto desiderosi di un assaggio. Il fondatore Gennaro Lombardi ha insegnato a John Sasso di John e Anthony Pero di Totonno come affinare le proprie abilità. Lo spot solo in contanti serve una serie di classici e nessuna fetta. Esemplare la margherita originale, con salsa San Marzano vivace e mozzarella fresca, rifinita con un po' di chiffonade romano e basilico. La torta di vongole è un altro top seller. Le vongole appena sgusciate vengono adagiate sulla pasta con pepe, origano, aglio, prezzemolo e pecorino. Non c'è salsa o formaggio, solo un sacco di frutti di mare su una crosta super croccante.

L&B Giardini Spumoni

Se una pizzeria è una delle preferite in un quartiere storicamente italiano, è probabile che sia legittimo. Fondato a Bensonhurst nel 1939, L&B serve folle adoranti da oltre 70 anni. Una configurazione tre in uno, offre una gelateria (da cui l'omonimo spumoni), un ristorante informale di salsa rossa e una pizzeria. Tutti valgono un viaggio, ma la torta siciliana L&B, famosa in tutto il mondo, è diversa da qualsiasi altra fetta. La torta rovesciata si prepara con il formaggio sopra l'impasto e sopra la salsa di pomodoro dolce. Sopra si spolverano scaglie di parmigiano salato. La spessa crosta viene estratta dal forno appena prima di essere completamente cotta, quindi lo strato inferiore è leggermente elastico al centro con bordi leggermente dorati. Non è un classico dalla crosta sottile, ma il suo sapore è abbastanza allettante da convertire anche la torta quadrata più dura a morire in credenti.

Fetta d'angolo a Gotham West

La fetta d'angolo è diventata artigianale in questo stand del Gotham West Market. Lo chef Ivan Orkin, il partner David Poran e il virtuoso della torta Michael Bergemann offrono una nuova versione della pizzeria di quartiere con un impasto fermentato di 60 ore a base di farro e grano duro. La ricetta ha richiesto circa un anno per svilupparsi e il risultato è valsa la pena aspettare. Le fette quadrate croccanti sono leggermente gommose e leggermente spugnose, come una versione più leggera ma più robusta del siciliano. Qui, l'obiettivo è la perfezione, non l'ostentazione, quindi non troverai condimenti appariscenti. Pomodoro, mozzarella e torte bianche o a fette possono essere ricoperte con ingredienti come la soppressata calda di Salumeria Biellese, la ricotta di Calabro e la salsiccia di finocchio fatta in casa.

Di Fara

Dal 1964, Domenico DeMarco stende la pasta in questo negozio di Midwood, Brooklyn. Non è cambiato molto da quei primi giorni. L'insegna fluorescente davanti è un ritorno al passato. La sala da pranzo piena di formica sembra una sala da pranzo di una chiesa. Dal mercoledì alla domenica gli ospiti possono vedere il proprietario ottantenne che lavora dietro il bancone. La sua presenza e maestria è la vera attrazione. Negli ultimi 50 anni, ha preparato le torte nello stesso modo deliberato per le folle adoranti. Le torte napoletane di DeMarco non sono cotte a legna, ma riesce comunque a ottenere una crosta sottilissima con bordi elastici e un centro leggermente molliccio. Sono condite con salsa di pomodoro zuccherina arricchita con olio extravergine di oliva, poi rifinite con basilico nostrano e una spolverata di parmigiano. Gli unici aspetti incoerenti sono i prezzi e le linee. Le fette ora costano $ 5 l'una (le torte sono un affare migliore) e le attese sono garantite.

Lucali

L'enclave italiana dei vecchi tempi Carroll Gardens era una volta per lo più operai e alcuni mafiosi, e il quartiere è dove si sposò il famoso gangster Al Capone. Così, quando l'ex marmista e locale Mark Iacono ha ricevuto la notizia che un vecchio negozio di dolciumi aveva chiuso e il padrone di casa stava cercando un nuovo inquilino, ha deciso di dare un giro alla pizza. Alimentato dall'amore per la cucina di sua nonna, Iacono ha creato un ristorante BYO romantico e poco illuminato. La pizzeria solo in contanti attrae costantemente A-listers che vanno da Jay-Z e Beyonce ai Beckham. Iacono, invece, è ormai famoso lui stesso, per le sue rustiche torte e calzoni cotti a legna. La sua pizza semplice in stile newyorkese è costantemente salutata come una delle migliori della città e persino degli Stati Uniti.

Martina

Mescolando il formato del bancone di Shake Shack con le torte romane di Marta, questo nuovo locale dell'Union Square Hospitality Group guidato dallo chef Nick Anderer serve l'ambita pizza ispirata alla Città Eterna per un affare.A parte la Boscaiola al tartufo nero da $ 25 (pizza bianca con salsiccia di maiale, funghi, mozzarella e tartufo nero a scaglie), le torte sottili e croccanti costano meno di $ 13 ciascuna. Le torte preconcette spaziano dal salame piccante con salsa rossa, sopressata e peperoncino alla pizza bianca con cavolo riccio e pecorino. Questi sono abbinati a una selezione economica di antipasti, birra, vino e mezze bottiglie di champagne, il tutto in uno spazio dell'East Village senza prenotazione e senza contanti.

Pasquale Jones

Quando questa pizzeria di ispirazione napoletana ha aperto all'inizio del 2016, era quasi impossibile ottenere una prenotazione in una normale ora di pranzo, e possono ancora volerci settimane per conquistare un tavolo durante la prima serata. Gestito dal team dietro il vivace locale nouveau italiano Charlie Bird, questo secondo lavoro è la combinazione ideale di ambiente fresco, vini italiani ben curati e torte ambiziose. La pasta sottile e cotta nel forno a legna si esalta in composizioni come la Diavola (peperoncino, menta e salame napoletano) e la vongola all'aglio.

Patsy's

Pasquale &ldquoPatsy&rdquo Lanceri ha aperto questo negozio di forni a carbone di East Harlem nel 1933, dopo anni di formazione sotto Gennaro Lombardi, il fondatore della prima pizzeria con licenza d'America. Ha molto in comune con il suo predecessore. Come le torte di Lombardi, le torte di Patsy sono cotte in un forno a carbone rovente che crea quella crosta croccante rappresentativa marmorizzata di nero sulla parte inferiore. La torta semplice è semplicemente condita con salsa di pomodoro dolce e mozzarella delicata. È un modello di perfezione semplice. Quindi cosa distingue Patsy's dagli altri primi forni a carbone? E' l'unica pizzeria storica a vendere la pizza al taglio, a meno del costo del viaggio in metropolitana.

Di Roberta

Situato tra magazzini ricoperti di graffiti, questo ristorante approvato dagli hipster è quanto di più nouveau di Brooklyn, con un giardino sul tetto, una panetteria, un apiario e una stazione radio a tutto volume da un container riciclato. Le attese per i posti spesso superano le due ore nei fine settimana e molti commensali fanno viaggi speciali nel quartiere di Morgantown da tutta la città. C'è una buona ragione: il cibo è killer. Il menu comprende verdure impeccabili, salumi di prima classe e, naturalmente, torte in stile ibrido newyorkese-napoletano. The Famous Original presenta salsa di pomodoro, mozzarella, formaggio caciocavallo complesso (è come il fratello più sofisticato della mozzarella), origano e un pizzico di peperoncino, il tutto su una crosta sottile e croccante. Il risultato è una torta al formaggio terrosa ed elaborata che è fuori dal mondo. Il Beastmaster aggiunge gorgonzola, salsiccia di maiale, cipolla, capperi e jalapeno alla sua base di pomodoro e mozzarella. Ogni torta è completamente unica e conveniente. L'opzione più costosa suona a $ 18.

La migliore pizza

Questo negozio di Williamsburg sembra la tua pizzeria d'angolo media, tuttavia, certamente non elude il suo titolo superlativo. Il veterano di Roberta, Frank Pinello, ha inaugurato il locale di quartiere nel 2010 come un'ode alle sue radici Bensonhurst, al patrimonio siciliano e all'amore per la tradizione della pizza di New York. Usa un forno a legna secolare per creare classiche torte rotonde gommose e sottili, nonché torte della nonna rettangolari con una crosta croccante all'olio d'oliva. Come la tua pizzeria tradizionale, il menu qui è semplice con la scelta di torte e fette bianche o rosse da 20 pollici con la tua scelta di condimenti tra cui peperoni Salumeria Biellese, costolette e polpette di petto Pat LaFrieda, acciughe, verdure sott'aceto e peperoncino calabrese.

Emmett's

Per quanto i newyorkesi adorino la loro fetta caratteristica in stile newyorkese, la città ha molto amore per il gigantesco piatto profondo di Chicago. Quando la brama colpisce, le creazioni di Emmett alte due pollici e simili a una casseruola sono la strada da percorrere, salutate da molti come il miglior piatto profondo fuori Chicago. L'impasto di lino culla uno spesso cuscino di mozzarella elastica, salsa di pomodoro e una scelta di condimenti che vanno dalla salsiccia e l'uovo fritto alla giardiniera calda in stile Chi-Town e al manzo italiano.

Basille Di Carciofi

Quando i newyorkesi vogliono combinare uno spuntino preferito con la loro pizza, si dirigono da Artichoke Basille. La sua fetta omonima è ammucchiata a circa un pollice di altezza con cuori di carciofo, spinaci, mozzarella, pecorino romano e un sano strato di burro e panna in cima a una crosta extra spessa. Sul lato leggermente più leggero, la classica Margherita pesa ancora il doppio della tua fetta media di New York. Una crosta spessa e gommosa è spalmata con salsa di pomodoro brillante, mozzarella stagionata, Parmigiano Reggiano, basilico fresco e una spolverata extra di pecorino. Nelle notti del fine settimana dalle 23:00 circa alle 3 del mattino, file di fan affamati serpeggiano fuori dalla porta e giù per l'isolato.

Keste

Come lo zio freddo e studioso della famiglia della pizza napoletana degli Stati Uniti, il pizzaiolo italiano Roberto Caporuscio è così consumato con tecnica tradizionale e ingredienti genuini che è diventato il presidente della sezione americana dell'Associazione Pizzaiuoli Napoletana, l'associazione di categoria che certifica i pizzaioli. Caporuscio ha formato gli appassionati di torta napoletana di tutto il paese e ha sfamato tonnellate di newyorkesi. Il suo ultimo avamposto del Financial District, gestito con la figlia, offre più di 70 varianti di pizza (tra cui la prima pizza registrata nella storia, il Mast&rsquo Nicola, condita con lardo, pecorino romano e basilico), 150 posti a sedere e una pizza on-premise scuola che ospita professionisti e dilettanti di tutte le età.

Di Paulie Gee

Inaugurato nel 2010, Paulie Gee's è una sorta di nuovo arrivato nella storica scena della pizza di Brooklyn. Quello che manca in longevità lo compensa in qualità e stima. L'articolazione è così popolare che le attese possono allungarsi oltre i 90 minuti per i tavoli per provare le croste ricoperte di vesciche. Con una circonferenza croccante e un centro morbido, queste torte in stile napoletano hanno nomi intelligenti e condimenti creativi. Ricotta Be Kiddin&rsquo Me è uno, con mozzarella fresca, bacon canadese e salsiccia dolce di finocchio italiana condita con basilico e ricotta fresca appena sfornata. Ci sono anche opzioni vegane di prim'ordine come Red, White e Greenpeace, una torta con rucola e olio d'oliva che è finita con cipolla rossa marinata in casa e ricotta di anacardi una volta tolta dal fuoco. Preparati ad appendere: non c'è ritiro o consegna.

Pizzeria Napolitano di Totonno

Qualsiasi viaggio sul classico treno della pizza di New York deve includere una sosta in questa pizzeria con forno a carbone. Il fondatore Antonio "Totonno" Pero ha iniziato a lavorare in Lombardi poco dopo il suo arrivo dall'Italia. Un'istituzione di Coney Island dal 1924, Totonno's ha collezionato quasi tutti i riconoscimenti, tra cui un prestigioso premio America's Classic della James Beard Foundation e un cenno come una delle migliori pizze dei Top 5 Restaurants. Gli attuali proprietari Antoinette Balzano e Louise &ldquoCookie&rdquo Cimineri sono così riservati sulla ricetta dell'impasto del nonno che permetterebbero alle telecamere di filmare il processo di preparazione. L'impasto viene preparato giornalmente, mai refrigerato, quindi condito con mozzarella artigianale e ingredienti pregiati, molti provenienti direttamente dalla madrepatria. Non è uno scherzo. Il ristorante rimane aperto solo fino allo scadere dell'impasto del giorno, quindi è meglio andare presto.

Questa pizzeria di Bushwick evoca l'etica sostenibile e astuta del quartiere circostante. Lo spazio rustico-industriale con pareti in mattoni era in passato un garage per auto. Le torte cotte a legna con lievito naturale sono realizzate in modo creativo con grano antico e lievito naturale, costellate di ingredienti provenienti da fattorie locali. Le torte includono i Pops (pomodori, mozzarella, guanciale, cipolle e pecorino), Juno (Robiola, asparagi, verdure e parmigiano) e una semplice Margherita con mozzarella fatta in casa. Queste combinazioni artistiche sono abbinate ad antipasti e insalate guidate dal mercato, cocktail di stagione, vini naturali e un riff un po' ironico di &ldquoBud and amaro&rdquo sul classico boilermaker.

Pizza di Joe

La Grande Mela potrebbe essere nel bel mezzo di un rinascimento della pizza stravagante, ma i migliori negozi di affettati della vecchia scuola sono buoni come non lo sono mai stati. Un ottimo esempio: la pizza di Joe. L'istituzione del Greenwich Village produce torte e fette economiche da oltre 40 anni. Il negozio si è spostato di un paio di isolati rispetto all'originale nel 2005 e si è ampliato con tre nuove sedi, ma Joe's serve ancora gli stessi tondi dalla crosta sottile ricoperti con il giusto equilibrio di salsa vivace e formaggio gustoso che hanno attirato i fan dal 1975, e tutti per soli $ 3 a fetta.

Laboratorio di cucina Houdini

Ambientato in un'anonima sezione industriale di Ridgewood in un'ex fabbrica di birra anonima, Houdini Kitchen Lab richiede una certa abilità di navigazione. Data la sua posizione fuori mano e le pizze creative, fa paragoni con Roberta, a poche fermate di metropolitana a ovest. Le torte cotte a legna sono una specie di ibrido napoletano-nyc, ultrasottili, con ingredienti di prim'ordine. La Regina Pizza alza la posta sulla normale Margherita con stracciatella fatta in casa. L'Habanera, a strati con sottili strisce di maiale stagionato e olio di peperoncino è l'ideale per chi cerca il calore.

John's di Bleecker Street

Pizza di Prince Street

Questo locale da asporto Nolita, "Home of SoHo Squares", offre quattro eccellenti versioni di soffici pizze oversize in stile siciliano realizzate su una base soffice e croccante che bandisce ogni paura di un fondo fradicio. Tutti meritano un applauso, ma la Spicy Spring Pie è la campionessa. Proprio sopra l'impasto infuso di olio d'oliva, una generosa spolverata di mozzarella separa la salsa piccante fra diavolo dal fondotinta, impedendo che la crosta si bagni e si ammollisca. Le fette di peperoni piccanti vengono distribuite uniformemente su tutto il blocco insieme a una spolverata di formaggio Romano.


La migliore pizza di New York City

Dimentica la Grande Mela: New York dovrebbe chiamarsi la Big Pizza. Ecco dove trovare le fette superiori.

Relativo a:

Foto di: BriJoy Photography

Prendi una fetta

New York City ha molti cibi classici al suo nome: bagel, carne in scatola e cavoli, biscotti in bianco e nero, hot dog. Ma nessun alimento è più simbolico dell'esperienza gastronomica di New York della pizza. Sebbene ci possa essere una pizzeria in quasi ogni angolo della Grande Mela, non tutte le torte sono uguali. Ecco i posti migliori per piegare una fetta.

Romeo veloce

Speedy Romeo non è la solita pizzeria di New York. Lo chef-proprietario Justin Bazdarich realizza una crosta sottile, simile a quella napoletana, cotta nel forno a legna che combina i sapori newamericani della sua città natale di St. Louis con tecniche italiane e un po' di stile newyorkese, portando a condimenti come il pastrami Deli di Katz di Manhattan e L'amato formaggio provel del Missouri. Il Dick Dale combina sapori hawaiani ed europei, con bèchamel, speck, ananas, provel in stile St. Louis e scalogno alla griglia. Nel nuovo avamposto del Lower East Side, Bazdarich onora le radici ebraiche del quartiere nella Paul's Boutique, una crosta di bagel a strati con besciamella di digione, fontina, salsa 1000 island, crauti rossi affumicati e pastrami.

Emily

La pizza è stata un tema ricorrente nella storia della relazione tra Matt ed Emily Hyland. È stato il primo pasto che hanno condiviso insieme. Al loro primo vero appuntamento, la giovane coppia ha mangiato una torta alla griglia a Providence. Quindi non è davvero una sorpresa che il team di marito e moglie abbia trovato la sua strada nel settore. Nel loro ristorante Clinton Hill (con una sede nel West Village), servono una serie di frizzanti torte moderne in stile americano. L'impasto viene impastato a mano e la mozzarella è preparata in casa. Gli ingredienti di alta qualità sono integrali e gli Hylands si sforzano di utilizzare prodotti locali quando possibile. Nel menu stagionale, le torte sono suddivise in quattro sezioni: rossa (salsa di pomodoro), verde (tomatillo), rosa (vodka) e bianca (senza salsa). Aspettati di vedere i classici con numerose opzioni creative, come l'omonima Emily con mozzarella, pistacchi, formaggio tartufato e un filo di miele. Da provare assolutamente per gli amanti della carne è l'RM3! con peperoni, salsiccia e prosciutto Mangalitsa del New Jersey.

Lombardi

Affermandosi come prima pizzeria d'America, la storia di Lombardi risale a più di un secolo fa. Come il padrino delle torte al carbone, Lombardi ha influenzato l'alto livello delle pizzerie della città sin dalla sua apertura nel 1905 ed è perennemente pieno di turisti e gente del posto desiderosi di un assaggio. Il fondatore Gennaro Lombardi ha insegnato a John Sasso di John e Anthony Pero di Totonno come affinare le proprie abilità. Lo spot solo in contanti serve una serie di classici e nessuna fetta. Esemplare la margherita originale, con salsa San Marzano vivace e mozzarella fresca, rifinita con un po' di chiffonade romano e basilico. La torta di vongole è un altro top seller. Le vongole appena sgusciate vengono adagiate sulla pasta con pepe, origano, aglio, prezzemolo e pecorino. Non c'è salsa o formaggio, solo un sacco di frutti di mare su una crosta super croccante.

L&B Giardini Spumoni

Se una pizzeria è una delle preferite in un quartiere storicamente italiano, è probabile che sia legittimo. Fondato a Bensonhurst nel 1939, L&B serve folle adoranti da oltre 70 anni. Una configurazione tre in uno, offre una gelateria (da cui l'omonimo spumoni), un ristorante informale di salsa rossa e una pizzeria. Tutti valgono un viaggio, ma la torta siciliana L&B, famosa in tutto il mondo, è diversa da qualsiasi altra fetta. La torta rovesciata si prepara con il formaggio sopra l'impasto e sopra la salsa di pomodoro dolce. Sopra si spolverano scaglie di parmigiano salato. La spessa crosta viene estratta dal forno appena prima di essere completamente cotta, quindi lo strato inferiore è leggermente elastico al centro con bordi leggermente dorati. Non è un classico dalla crosta sottile, ma il suo sapore è abbastanza allettante da convertire anche la torta quadrata più dura a morire in credenti.

Fetta d'angolo a Gotham West

La fetta d'angolo è diventata artigianale in questo stand del Gotham West Market. Lo chef Ivan Orkin, il partner David Poran e il virtuoso della torta Michael Bergemann offrono una nuova versione della pizzeria di quartiere con un impasto fermentato di 60 ore a base di farro e grano duro. La ricetta ha richiesto circa un anno per svilupparsi e il risultato è valsa la pena aspettare. Le fette quadrate croccanti sono leggermente gommose e leggermente spugnose, come una versione più leggera ma più robusta del siciliano. Qui, l'obiettivo è la perfezione, non l'ostentazione, quindi non troverai condimenti appariscenti. Pomodoro, mozzarella e torte bianche o a fette possono essere ricoperte con ingredienti come la soppressata calda di Salumeria Biellese, la ricotta di Calabro e la salsiccia di finocchio fatta in casa.

Di Fara

Dal 1964, Domenico DeMarco stende la pasta in questo negozio di Midwood, Brooklyn. Non è cambiato molto da quei primi giorni. L'insegna fluorescente davanti è un ritorno al passato. La sala da pranzo piena di formica sembra una sala da pranzo di una chiesa. Dal mercoledì alla domenica gli ospiti possono vedere il proprietario ottantenne che lavora dietro il bancone. La sua presenza e maestria è la vera attrazione. Negli ultimi 50 anni, ha preparato le torte nello stesso modo deliberato per le folle adoranti. Le torte napoletane di DeMarco non sono cotte a legna, ma riesce comunque a ottenere una crosta sottilissima con bordi elastici e un centro leggermente molliccio. Sono condite con salsa di pomodoro zuccherina arricchita con olio extravergine di oliva, poi rifinite con basilico nostrano e una spolverata di parmigiano. Gli unici aspetti incoerenti sono i prezzi e le linee. Le fette ora costano $ 5 l'una (le torte sono un affare migliore) e le attese sono garantite.

Lucali

L'enclave italiana dei vecchi tempi Carroll Gardens era una volta per lo più operai e alcuni mafiosi, e il quartiere è dove si sposò il famoso gangster Al Capone. Così, quando l'ex marmista e locale Mark Iacono ha ricevuto la notizia che un vecchio negozio di dolciumi aveva chiuso e il padrone di casa stava cercando un nuovo inquilino, ha deciso di dare un giro alla pizza. Alimentato dall'amore per la cucina di sua nonna, Iacono ha creato un ristorante BYO romantico e poco illuminato. La pizzeria solo in contanti attrae costantemente A-listers che vanno da Jay-Z e Beyonce ai Beckham. Iacono, invece, è ormai famoso lui stesso, per le sue rustiche torte e calzoni cotti a legna. La sua pizza semplice in stile newyorkese è costantemente salutata come una delle migliori della città e persino degli Stati Uniti.

Martina

Mescolando il formato del bancone di Shake Shack con le torte romane di Marta, questo nuovo locale dell'Union Square Hospitality Group guidato dallo chef Nick Anderer serve l'ambita pizza ispirata alla Città Eterna per un affare. A parte la Boscaiola al tartufo nero da $ 25 (pizza bianca con salsiccia di maiale, funghi, mozzarella e tartufo nero a scaglie), le torte sottili e croccanti costano meno di $ 13 ciascuna. Le torte preconcette spaziano dal salame piccante con salsa rossa, sopressata e peperoncino alla pizza bianca con cavolo riccio e pecorino. Questi sono abbinati a una selezione economica di antipasti, birra, vino e mezze bottiglie di champagne, il tutto in uno spazio dell'East Village senza prenotazione e senza contanti.

Pasquale Jones

Quando questa pizzeria di ispirazione napoletana ha aperto all'inizio del 2016, era quasi impossibile ottenere una prenotazione in una normale ora di pranzo, e possono ancora volerci settimane per conquistare un tavolo durante la prima serata. Gestito dal team dietro il vivace locale nouveau italiano Charlie Bird, questo secondo lavoro è la combinazione ideale di ambiente fresco, vini italiani ben curati e torte ambiziose. La pasta sottile e cotta nel forno a legna si esalta in composizioni come la Diavola (peperoncino, menta e salame napoletano) e la vongola all'aglio.

Patsy's

Pasquale &ldquoPatsy&rdquo Lanceri ha aperto questo negozio di forni a carbone di East Harlem nel 1933, dopo anni di formazione sotto Gennaro Lombardi, il fondatore della prima pizzeria con licenza d'America. Ha molto in comune con il suo predecessore. Come le torte di Lombardi, le torte di Patsy sono cotte in un forno a carbone rovente che crea quella crosta croccante rappresentativa marmorizzata di nero sulla parte inferiore. La torta semplice è semplicemente condita con salsa di pomodoro dolce e mozzarella delicata. È un modello di perfezione semplice. Quindi cosa distingue Patsy's dagli altri primi forni a carbone? E' l'unica pizzeria storica a vendere la pizza al taglio, a meno del costo del viaggio in metropolitana.

Di Roberta

Situato tra magazzini ricoperti di graffiti, questo ristorante approvato dagli hipster è quanto di più nouveau di Brooklyn, con un giardino sul tetto, una panetteria, un apiario e una stazione radio a tutto volume da un container riciclato. Le attese per i posti spesso superano le due ore nei fine settimana e molti commensali fanno viaggi speciali nel quartiere di Morgantown da tutta la città. C'è una buona ragione: il cibo è killer. Il menu comprende verdure impeccabili, salumi di prima classe e, naturalmente, torte in stile ibrido newyorkese-napoletano. The Famous Original presenta salsa di pomodoro, mozzarella, formaggio caciocavallo complesso (è come il fratello più sofisticato della mozzarella), origano e un pizzico di peperoncino, il tutto su una crosta sottile e croccante. Il risultato è una torta al formaggio terrosa ed elaborata che è fuori dal mondo. Il Beastmaster aggiunge gorgonzola, salsiccia di maiale, cipolla, capperi e jalapeno alla sua base di pomodoro e mozzarella. Ogni torta è completamente unica e conveniente.L'opzione più costosa suona a $ 18.

La migliore pizza

Questo negozio di Williamsburg sembra la tua pizzeria d'angolo media, tuttavia, certamente non elude il suo titolo superlativo. Il veterano di Roberta, Frank Pinello, ha inaugurato il locale di quartiere nel 2010 come un'ode alle sue radici Bensonhurst, al patrimonio siciliano e all'amore per la tradizione della pizza di New York. Usa un forno a legna secolare per creare classiche torte rotonde gommose e sottili, nonché torte della nonna rettangolari con una crosta croccante all'olio d'oliva. Come la tua pizzeria tradizionale, il menu qui è semplice con la scelta di torte e fette bianche o rosse da 20 pollici con la tua scelta di condimenti tra cui peperoni Salumeria Biellese, costolette e polpette di petto Pat LaFrieda, acciughe, verdure sott'aceto e peperoncino calabrese.

Emmett's

Per quanto i newyorkesi adorino la loro fetta caratteristica in stile newyorkese, la città ha molto amore per il gigantesco piatto profondo di Chicago. Quando la brama colpisce, le creazioni di Emmett alte due pollici e simili a una casseruola sono la strada da percorrere, salutate da molti come il miglior piatto profondo fuori Chicago. L'impasto di lino culla uno spesso cuscino di mozzarella elastica, salsa di pomodoro e una scelta di condimenti che vanno dalla salsiccia e l'uovo fritto alla giardiniera calda in stile Chi-Town e al manzo italiano.

Basille Di Carciofi

Quando i newyorkesi vogliono combinare uno spuntino preferito con la loro pizza, si dirigono da Artichoke Basille. La sua fetta omonima è ammucchiata a circa un pollice di altezza con cuori di carciofo, spinaci, mozzarella, pecorino romano e un sano strato di burro e panna in cima a una crosta extra spessa. Sul lato leggermente più leggero, la classica Margherita pesa ancora il doppio della tua fetta media di New York. Una crosta spessa e gommosa è spalmata con salsa di pomodoro brillante, mozzarella stagionata, Parmigiano Reggiano, basilico fresco e una spolverata extra di pecorino. Nelle notti del fine settimana dalle 23:00 circa alle 3 del mattino, file di fan affamati serpeggiano fuori dalla porta e giù per l'isolato.

Keste

Come lo zio freddo e studioso della famiglia della pizza napoletana degli Stati Uniti, il pizzaiolo italiano Roberto Caporuscio è così consumato con tecnica tradizionale e ingredienti genuini che è diventato il presidente della sezione americana dell'Associazione Pizzaiuoli Napoletana, l'associazione di categoria che certifica i pizzaioli. Caporuscio ha formato gli appassionati di torta napoletana di tutto il paese e ha sfamato tonnellate di newyorkesi. Il suo ultimo avamposto del Financial District, gestito con la figlia, offre più di 70 varianti di pizza (tra cui la prima pizza registrata nella storia, il Mast&rsquo Nicola, condita con lardo, pecorino romano e basilico), 150 posti a sedere e una pizza on-premise scuola che ospita professionisti e dilettanti di tutte le età.

Di Paulie Gee

Inaugurato nel 2010, Paulie Gee's è una sorta di nuovo arrivato nella storica scena della pizza di Brooklyn. Quello che manca in longevità lo compensa in qualità e stima. L'articolazione è così popolare che le attese possono allungarsi oltre i 90 minuti per i tavoli per provare le croste ricoperte di vesciche. Con una circonferenza croccante e un centro morbido, queste torte in stile napoletano hanno nomi intelligenti e condimenti creativi. Ricotta Be Kiddin&rsquo Me è uno, con mozzarella fresca, bacon canadese e salsiccia dolce di finocchio italiana condita con basilico e ricotta fresca appena sfornata. Ci sono anche opzioni vegane di prim'ordine come Red, White e Greenpeace, una torta con rucola e olio d'oliva che è finita con cipolla rossa marinata in casa e ricotta di anacardi una volta tolta dal fuoco. Preparati ad appendere: non c'è ritiro o consegna.

Pizzeria Napolitano di Totonno

Qualsiasi viaggio sul classico treno della pizza di New York deve includere una sosta in questa pizzeria con forno a carbone. Il fondatore Antonio "Totonno" Pero ha iniziato a lavorare in Lombardi poco dopo il suo arrivo dall'Italia. Un'istituzione di Coney Island dal 1924, Totonno's ha collezionato quasi tutti i riconoscimenti, tra cui un prestigioso premio America's Classic della James Beard Foundation e un cenno come una delle migliori pizze dei Top 5 Restaurants. Gli attuali proprietari Antoinette Balzano e Louise &ldquoCookie&rdquo Cimineri sono così riservati sulla ricetta dell'impasto del nonno che permetterebbero alle telecamere di filmare il processo di preparazione. L'impasto viene preparato giornalmente, mai refrigerato, quindi condito con mozzarella artigianale e ingredienti pregiati, molti provenienti direttamente dalla madrepatria. Non è uno scherzo. Il ristorante rimane aperto solo fino allo scadere dell'impasto del giorno, quindi è meglio andare presto.

Questa pizzeria di Bushwick evoca l'etica sostenibile e astuta del quartiere circostante. Lo spazio rustico-industriale con pareti in mattoni era in passato un garage per auto. Le torte cotte a legna con lievito naturale sono realizzate in modo creativo con grano antico e lievito naturale, costellate di ingredienti provenienti da fattorie locali. Le torte includono i Pops (pomodori, mozzarella, guanciale, cipolle e pecorino), Juno (Robiola, asparagi, verdure e parmigiano) e una semplice Margherita con mozzarella fatta in casa. Queste combinazioni artistiche sono abbinate ad antipasti e insalate guidate dal mercato, cocktail di stagione, vini naturali e un riff un po' ironico di &ldquoBud and amaro&rdquo sul classico boilermaker.

Pizza di Joe

La Grande Mela potrebbe essere nel bel mezzo di un rinascimento della pizza stravagante, ma i migliori negozi di affettati della vecchia scuola sono buoni come non lo sono mai stati. Un ottimo esempio: la pizza di Joe. L'istituzione del Greenwich Village produce torte e fette economiche da oltre 40 anni. Il negozio si è spostato di un paio di isolati rispetto all'originale nel 2005 e si è ampliato con tre nuove sedi, ma Joe's serve ancora gli stessi tondi dalla crosta sottile ricoperti con il giusto equilibrio di salsa vivace e formaggio gustoso che hanno attirato i fan dal 1975, e tutti per soli $ 3 a fetta.

Laboratorio di cucina Houdini

Ambientato in un'anonima sezione industriale di Ridgewood in un'ex fabbrica di birra anonima, Houdini Kitchen Lab richiede una certa abilità di navigazione. Data la sua posizione fuori mano e le pizze creative, fa paragoni con Roberta, a poche fermate di metropolitana a ovest. Le torte cotte a legna sono una specie di ibrido napoletano-nyc, ultrasottili, con ingredienti di prim'ordine. La Regina Pizza alza la posta sulla normale Margherita con stracciatella fatta in casa. L'Habanera, a strati con sottili strisce di maiale stagionato e olio di peperoncino è l'ideale per chi cerca il calore.

John's di Bleecker Street

Pizza di Prince Street

Questo locale da asporto Nolita, "Home of SoHo Squares", offre quattro eccellenti versioni di soffici pizze oversize in stile siciliano realizzate su una base soffice e croccante che bandisce ogni paura di un fondo fradicio. Tutti meritano un applauso, ma la Spicy Spring Pie è la campionessa. Proprio sopra l'impasto infuso di olio d'oliva, una generosa spolverata di mozzarella separa la salsa piccante fra diavolo dal fondotinta, impedendo che la crosta si bagni e si ammollisca. Le fette di peperoni piccanti vengono distribuite uniformemente su tutto il blocco insieme a una spolverata di formaggio Romano.


La migliore pizza di New York City

Dimentica la Grande Mela: New York dovrebbe chiamarsi la Big Pizza. Ecco dove trovare le fette superiori.

Relativo a:

Foto di: BriJoy Photography

Prendi una fetta

New York City ha molti cibi classici al suo nome: bagel, carne in scatola e cavoli, biscotti in bianco e nero, hot dog. Ma nessun alimento è più simbolico dell'esperienza gastronomica di New York della pizza. Sebbene ci possa essere una pizzeria in quasi ogni angolo della Grande Mela, non tutte le torte sono uguali. Ecco i posti migliori per piegare una fetta.

Romeo veloce

Speedy Romeo non è la solita pizzeria di New York. Lo chef-proprietario Justin Bazdarich realizza una crosta sottile, simile a quella napoletana, cotta nel forno a legna che combina i sapori newamericani della sua città natale di St. Louis con tecniche italiane e un po' di stile newyorkese, portando a condimenti come il pastrami Deli di Katz di Manhattan e L'amato formaggio provel del Missouri. Il Dick Dale combina sapori hawaiani ed europei, con bèchamel, speck, ananas, provel in stile St. Louis e scalogno alla griglia. Nel nuovo avamposto del Lower East Side, Bazdarich onora le radici ebraiche del quartiere nella Paul's Boutique, una crosta di bagel a strati con besciamella di digione, fontina, salsa 1000 island, crauti rossi affumicati e pastrami.

Emily

La pizza è stata un tema ricorrente nella storia della relazione tra Matt ed Emily Hyland. È stato il primo pasto che hanno condiviso insieme. Al loro primo vero appuntamento, la giovane coppia ha mangiato una torta alla griglia a Providence. Quindi non è davvero una sorpresa che il team di marito e moglie abbia trovato la sua strada nel settore. Nel loro ristorante Clinton Hill (con una sede nel West Village), servono una serie di frizzanti torte moderne in stile americano. L'impasto viene impastato a mano e la mozzarella è preparata in casa. Gli ingredienti di alta qualità sono integrali e gli Hylands si sforzano di utilizzare prodotti locali quando possibile. Nel menu stagionale, le torte sono suddivise in quattro sezioni: rossa (salsa di pomodoro), verde (tomatillo), rosa (vodka) e bianca (senza salsa). Aspettati di vedere i classici con numerose opzioni creative, come l'omonima Emily con mozzarella, pistacchi, formaggio tartufato e un filo di miele. Da provare assolutamente per gli amanti della carne è l'RM3! con peperoni, salsiccia e prosciutto Mangalitsa del New Jersey.

Lombardi

Affermandosi come prima pizzeria d'America, la storia di Lombardi risale a più di un secolo fa. Come il padrino delle torte al carbone, Lombardi ha influenzato l'alto livello delle pizzerie della città sin dalla sua apertura nel 1905 ed è perennemente pieno di turisti e gente del posto desiderosi di un assaggio. Il fondatore Gennaro Lombardi ha insegnato a John Sasso di John e Anthony Pero di Totonno come affinare le proprie abilità. Lo spot solo in contanti serve una serie di classici e nessuna fetta. Esemplare la margherita originale, con salsa San Marzano vivace e mozzarella fresca, rifinita con un po' di chiffonade romano e basilico. La torta di vongole è un altro top seller. Le vongole appena sgusciate vengono adagiate sulla pasta con pepe, origano, aglio, prezzemolo e pecorino. Non c'è salsa o formaggio, solo un sacco di frutti di mare su una crosta super croccante.

L&B Giardini Spumoni

Se una pizzeria è una delle preferite in un quartiere storicamente italiano, è probabile che sia legittimo. Fondato a Bensonhurst nel 1939, L&B serve folle adoranti da oltre 70 anni. Una configurazione tre in uno, offre una gelateria (da cui l'omonimo spumoni), un ristorante informale di salsa rossa e una pizzeria. Tutti valgono un viaggio, ma la torta siciliana L&B, famosa in tutto il mondo, è diversa da qualsiasi altra fetta. La torta rovesciata si prepara con il formaggio sopra l'impasto e sopra la salsa di pomodoro dolce. Sopra si spolverano scaglie di parmigiano salato. La spessa crosta viene estratta dal forno appena prima di essere completamente cotta, quindi lo strato inferiore è leggermente elastico al centro con bordi leggermente dorati. Non è un classico dalla crosta sottile, ma il suo sapore è abbastanza allettante da convertire anche la torta quadrata più dura a morire in credenti.

Fetta d'angolo a Gotham West

La fetta d'angolo è diventata artigianale in questo stand del Gotham West Market. Lo chef Ivan Orkin, il partner David Poran e il virtuoso della torta Michael Bergemann offrono una nuova versione della pizzeria di quartiere con un impasto fermentato di 60 ore a base di farro e grano duro. La ricetta ha richiesto circa un anno per svilupparsi e il risultato è valsa la pena aspettare. Le fette quadrate croccanti sono leggermente gommose e leggermente spugnose, come una versione più leggera ma più robusta del siciliano. Qui, l'obiettivo è la perfezione, non l'ostentazione, quindi non troverai condimenti appariscenti. Pomodoro, mozzarella e torte bianche o a fette possono essere ricoperte con ingredienti come la soppressata calda di Salumeria Biellese, la ricotta di Calabro e la salsiccia di finocchio fatta in casa.

Di Fara

Dal 1964, Domenico DeMarco stende la pasta in questo negozio di Midwood, Brooklyn. Non è cambiato molto da quei primi giorni. L'insegna fluorescente davanti è un ritorno al passato. La sala da pranzo piena di formica sembra una sala da pranzo di una chiesa. Dal mercoledì alla domenica gli ospiti possono vedere il proprietario ottantenne che lavora dietro il bancone. La sua presenza e maestria è la vera attrazione. Negli ultimi 50 anni, ha preparato le torte nello stesso modo deliberato per le folle adoranti. Le torte napoletane di DeMarco non sono cotte a legna, ma riesce comunque a ottenere una crosta sottilissima con bordi elastici e un centro leggermente molliccio. Sono condite con salsa di pomodoro zuccherina arricchita con olio extravergine di oliva, poi rifinite con basilico nostrano e una spolverata di parmigiano. Gli unici aspetti incoerenti sono i prezzi e le linee. Le fette ora costano $ 5 l'una (le torte sono un affare migliore) e le attese sono garantite.

Lucali

L'enclave italiana dei vecchi tempi Carroll Gardens era una volta per lo più operai e alcuni mafiosi, e il quartiere è dove si sposò il famoso gangster Al Capone. Così, quando l'ex marmista e locale Mark Iacono ha ricevuto la notizia che un vecchio negozio di dolciumi aveva chiuso e il padrone di casa stava cercando un nuovo inquilino, ha deciso di dare un giro alla pizza. Alimentato dall'amore per la cucina di sua nonna, Iacono ha creato un ristorante BYO romantico e poco illuminato. La pizzeria solo in contanti attrae costantemente A-listers che vanno da Jay-Z e Beyonce ai Beckham. Iacono, invece, è ormai famoso lui stesso, per le sue rustiche torte e calzoni cotti a legna. La sua pizza semplice in stile newyorkese è costantemente salutata come una delle migliori della città e persino degli Stati Uniti.

Martina

Mescolando il formato del bancone di Shake Shack con le torte romane di Marta, questo nuovo locale dell'Union Square Hospitality Group guidato dallo chef Nick Anderer serve l'ambita pizza ispirata alla Città Eterna per un affare. A parte la Boscaiola al tartufo nero da $ 25 (pizza bianca con salsiccia di maiale, funghi, mozzarella e tartufo nero a scaglie), le torte sottili e croccanti costano meno di $ 13 ciascuna. Le torte preconcette spaziano dal salame piccante con salsa rossa, sopressata e peperoncino alla pizza bianca con cavolo riccio e pecorino. Questi sono abbinati a una selezione economica di antipasti, birra, vino e mezze bottiglie di champagne, il tutto in uno spazio dell'East Village senza prenotazione e senza contanti.

Pasquale Jones

Quando questa pizzeria di ispirazione napoletana ha aperto all'inizio del 2016, era quasi impossibile ottenere una prenotazione in una normale ora di pranzo, e possono ancora volerci settimane per conquistare un tavolo durante la prima serata. Gestito dal team dietro il vivace locale nouveau italiano Charlie Bird, questo secondo lavoro è la combinazione ideale di ambiente fresco, vini italiani ben curati e torte ambiziose. La pasta sottile e cotta nel forno a legna si esalta in composizioni come la Diavola (peperoncino, menta e salame napoletano) e la vongola all'aglio.

Patsy's

Pasquale &ldquoPatsy&rdquo Lanceri ha aperto questo negozio di forni a carbone di East Harlem nel 1933, dopo anni di formazione sotto Gennaro Lombardi, il fondatore della prima pizzeria con licenza d'America. Ha molto in comune con il suo predecessore. Come le torte di Lombardi, le torte di Patsy sono cotte in un forno a carbone rovente che crea quella crosta croccante rappresentativa marmorizzata di nero sulla parte inferiore. La torta semplice è semplicemente condita con salsa di pomodoro dolce e mozzarella delicata. È un modello di perfezione semplice. Quindi cosa distingue Patsy's dagli altri primi forni a carbone? E' l'unica pizzeria storica a vendere la pizza al taglio, a meno del costo del viaggio in metropolitana.

Di Roberta

Situato tra magazzini ricoperti di graffiti, questo ristorante approvato dagli hipster è quanto di più nouveau di Brooklyn, con un giardino sul tetto, una panetteria, un apiario e una stazione radio a tutto volume da un container riciclato. Le attese per i posti spesso superano le due ore nei fine settimana e molti commensali fanno viaggi speciali nel quartiere di Morgantown da tutta la città. C'è una buona ragione: il cibo è killer. Il menu comprende verdure impeccabili, salumi di prima classe e, naturalmente, torte in stile ibrido newyorkese-napoletano. The Famous Original presenta salsa di pomodoro, mozzarella, formaggio caciocavallo complesso (è come il fratello più sofisticato della mozzarella), origano e un pizzico di peperoncino, il tutto su una crosta sottile e croccante. Il risultato è una torta al formaggio terrosa ed elaborata che è fuori dal mondo. Il Beastmaster aggiunge gorgonzola, salsiccia di maiale, cipolla, capperi e jalapeno alla sua base di pomodoro e mozzarella. Ogni torta è completamente unica e conveniente. L'opzione più costosa suona a $ 18.

La migliore pizza

Questo negozio di Williamsburg sembra la tua pizzeria d'angolo media, tuttavia, certamente non elude il suo titolo superlativo. Il veterano di Roberta, Frank Pinello, ha inaugurato il locale di quartiere nel 2010 come un'ode alle sue radici Bensonhurst, al patrimonio siciliano e all'amore per la tradizione della pizza di New York. Usa un forno a legna secolare per creare classiche torte rotonde gommose e sottili, nonché torte della nonna rettangolari con una crosta croccante all'olio d'oliva. Come la tua pizzeria tradizionale, il menu qui è semplice con la scelta di torte e fette bianche o rosse da 20 pollici con la tua scelta di condimenti tra cui peperoni Salumeria Biellese, costolette e polpette di petto Pat LaFrieda, acciughe, verdure sott'aceto e peperoncino calabrese.

Emmett's

Per quanto i newyorkesi adorino la loro fetta caratteristica in stile newyorkese, la città ha molto amore per il gigantesco piatto profondo di Chicago. Quando la brama colpisce, le creazioni di Emmett alte due pollici e simili a una casseruola sono la strada da percorrere, salutate da molti come il miglior piatto profondo fuori Chicago. L'impasto di lino culla uno spesso cuscino di mozzarella elastica, salsa di pomodoro e una scelta di condimenti che vanno dalla salsiccia e l'uovo fritto alla giardiniera calda in stile Chi-Town e al manzo italiano.

Basille Di Carciofi

Quando i newyorkesi vogliono combinare uno spuntino preferito con la loro pizza, si dirigono da Artichoke Basille. La sua fetta omonima è ammucchiata a circa un pollice di altezza con cuori di carciofo, spinaci, mozzarella, pecorino romano e un sano strato di burro e panna in cima a una crosta extra spessa. Sul lato leggermente più leggero, la classica Margherita pesa ancora il doppio della tua fetta media di New York. Una crosta spessa e gommosa è spalmata con salsa di pomodoro brillante, mozzarella stagionata, Parmigiano Reggiano, basilico fresco e una spolverata extra di pecorino. Nelle notti del fine settimana dalle 23:00 circa alle 3 del mattino, file di fan affamati serpeggiano fuori dalla porta e giù per l'isolato.

Keste

Come lo zio freddo e studioso della famiglia della pizza napoletana degli Stati Uniti, il pizzaiolo italiano Roberto Caporuscio è così consumato con tecnica tradizionale e ingredienti genuini che è diventato il presidente della sezione americana dell'Associazione Pizzaiuoli Napoletana, l'associazione di categoria che certifica i pizzaioli. Caporuscio ha formato gli appassionati di torta napoletana di tutto il paese e ha sfamato tonnellate di newyorkesi. Il suo ultimo avamposto del Financial District, gestito con la figlia, offre più di 70 varianti di pizza (tra cui la prima pizza registrata nella storia, il Mast&rsquo Nicola, condita con lardo, pecorino romano e basilico), 150 posti a sedere e una pizza on-premise scuola che ospita professionisti e dilettanti di tutte le età.

Di Paulie Gee

Inaugurato nel 2010, Paulie Gee's è una sorta di nuovo arrivato nella storica scena della pizza di Brooklyn. Quello che manca in longevità lo compensa in qualità e stima. L'articolazione è così popolare che le attese possono allungarsi oltre i 90 minuti per i tavoli per provare le croste ricoperte di vesciche. Con una circonferenza croccante e un centro morbido, queste torte in stile napoletano hanno nomi intelligenti e condimenti creativi. Ricotta Be Kiddin&rsquo Me è uno, con mozzarella fresca, bacon canadese e salsiccia dolce di finocchio italiana condita con basilico e ricotta fresca appena sfornata. Ci sono anche opzioni vegane di prim'ordine come Red, White e Greenpeace, una torta con rucola e olio d'oliva che è finita con cipolla rossa marinata in casa e ricotta di anacardi una volta tolta dal fuoco. Preparati ad appendere: non c'è ritiro o consegna.

Pizzeria Napolitano di Totonno

Qualsiasi viaggio sul classico treno della pizza di New York deve includere una sosta in questa pizzeria con forno a carbone. Il fondatore Antonio "Totonno" Pero ha iniziato a lavorare in Lombardi poco dopo il suo arrivo dall'Italia. Un'istituzione di Coney Island dal 1924, Totonno's ha collezionato quasi tutti i riconoscimenti, tra cui un prestigioso premio America's Classic della James Beard Foundation e un cenno come una delle migliori pizze dei Top 5 Restaurants. Gli attuali proprietari Antoinette Balzano e Louise &ldquoCookie&rdquo Cimineri sono così riservati sulla ricetta dell'impasto del nonno che permetterebbero alle telecamere di filmare il processo di preparazione. L'impasto viene preparato giornalmente, mai refrigerato, quindi condito con mozzarella artigianale e ingredienti pregiati, molti provenienti direttamente dalla madrepatria. Non è uno scherzo. Il ristorante rimane aperto solo fino allo scadere dell'impasto del giorno, quindi è meglio andare presto.

Questa pizzeria di Bushwick evoca l'etica sostenibile e astuta del quartiere circostante. Lo spazio rustico-industriale con pareti in mattoni era in passato un garage per auto. Le torte cotte a legna con lievito naturale sono realizzate in modo creativo con grano antico e lievito naturale, costellate di ingredienti provenienti da fattorie locali. Le torte includono i Pops (pomodori, mozzarella, guanciale, cipolle e pecorino), Juno (Robiola, asparagi, verdure e parmigiano) e una semplice Margherita con mozzarella fatta in casa. Queste combinazioni artistiche sono abbinate ad antipasti e insalate guidate dal mercato, cocktail di stagione, vini naturali e un riff un po' ironico di &ldquoBud and amaro&rdquo sul classico boilermaker.

Pizza di Joe

La Grande Mela potrebbe essere nel bel mezzo di un rinascimento della pizza stravagante, ma i migliori negozi di affettati della vecchia scuola sono buoni come non lo sono mai stati. Un ottimo esempio: la pizza di Joe. L'istituzione del Greenwich Village produce torte e fette economiche da oltre 40 anni. Il negozio si è spostato di un paio di isolati rispetto all'originale nel 2005 e si è ampliato con tre nuove sedi, ma Joe's serve ancora gli stessi tondi dalla crosta sottile ricoperti con il giusto equilibrio di salsa vivace e formaggio gustoso che hanno attirato i fan dal 1975, e tutti per soli $ 3 a fetta.

Laboratorio di cucina Houdini

Ambientato in un'anonima sezione industriale di Ridgewood in un'ex fabbrica di birra anonima, Houdini Kitchen Lab richiede una certa abilità di navigazione. Data la sua posizione fuori mano e le pizze creative, fa paragoni con Roberta, a poche fermate di metropolitana a ovest. Le torte cotte a legna sono una specie di ibrido napoletano-nyc, ultrasottili, con ingredienti di prim'ordine. La Regina Pizza alza la posta sulla normale Margherita con stracciatella fatta in casa. L'Habanera, a strati con sottili strisce di maiale stagionato e olio di peperoncino è l'ideale per chi cerca il calore.

John's di Bleecker Street

Pizza di Prince Street

Questo locale da asporto Nolita, "Home of SoHo Squares", offre quattro eccellenti versioni di soffici pizze oversize in stile siciliano realizzate su una base soffice e croccante che bandisce ogni paura di un fondo fradicio. Tutti meritano un applauso, ma la Spicy Spring Pie è la campionessa. Proprio sopra l'impasto infuso di olio d'oliva, una generosa spolverata di mozzarella separa la salsa piccante fra diavolo dal fondotinta, impedendo che la crosta si bagni e si ammollisca. Le fette di peperoni piccanti vengono distribuite uniformemente su tutto il blocco insieme a una spolverata di formaggio Romano.


La migliore pizza di New York City

Dimentica la Grande Mela: New York dovrebbe chiamarsi la Big Pizza. Ecco dove trovare le fette superiori.

Relativo a:

Foto di: BriJoy Photography

Prendi una fetta

New York City ha molti cibi classici al suo nome: bagel, carne in scatola e cavoli, biscotti in bianco e nero, hot dog. Ma nessun alimento è più simbolico dell'esperienza gastronomica di New York della pizza. Sebbene ci possa essere una pizzeria in quasi ogni angolo della Grande Mela, non tutte le torte sono uguali. Ecco i posti migliori per piegare una fetta.

Romeo veloce

Speedy Romeo non è la solita pizzeria di New York. Lo chef-proprietario Justin Bazdarich realizza una crosta sottile, simile a quella napoletana, cotta nel forno a legna che combina i sapori newamericani della sua città natale di St. Louis con tecniche italiane e un po' di stile newyorkese, portando a condimenti come il pastrami Deli di Katz di Manhattan e L'amato formaggio provel del Missouri. Il Dick Dale combina sapori hawaiani ed europei, con bèchamel, speck, ananas, provel in stile St. Louis e scalogno alla griglia. Nel nuovo avamposto del Lower East Side, Bazdarich onora le radici ebraiche del quartiere nella Paul's Boutique, una crosta di bagel a strati con besciamella di digione, fontina, salsa 1000 island, crauti rossi affumicati e pastrami.

Emily

La pizza è stata un tema ricorrente nella storia della relazione tra Matt ed Emily Hyland. È stato il primo pasto che hanno condiviso insieme. Al loro primo vero appuntamento, la giovane coppia ha mangiato una torta alla griglia a Providence. Quindi non è davvero una sorpresa che il team di marito e moglie abbia trovato la sua strada nel settore. Nel loro ristorante Clinton Hill (con una sede nel West Village), servono una serie di frizzanti torte moderne in stile americano. L'impasto viene impastato a mano e la mozzarella è preparata in casa. Gli ingredienti di alta qualità sono integrali e gli Hylands si sforzano di utilizzare prodotti locali quando possibile. Nel menu stagionale, le torte sono suddivise in quattro sezioni: rossa (salsa di pomodoro), verde (tomatillo), rosa (vodka) e bianca (senza salsa). Aspettati di vedere i classici con numerose opzioni creative, come l'omonima Emily con mozzarella, pistacchi, formaggio tartufato e un filo di miele. Da provare assolutamente per gli amanti della carne è l'RM3! con peperoni, salsiccia e prosciutto Mangalitsa del New Jersey.

Lombardi

Affermandosi come prima pizzeria d'America, la storia di Lombardi risale a più di un secolo fa. Come il padrino delle torte al carbone, Lombardi ha influenzato l'alto livello delle pizzerie della città sin dalla sua apertura nel 1905 ed è perennemente pieno di turisti e gente del posto desiderosi di un assaggio. Il fondatore Gennaro Lombardi ha insegnato a John Sasso di John e Anthony Pero di Totonno come affinare le proprie abilità. Lo spot solo in contanti serve una serie di classici e nessuna fetta. Esemplare la margherita originale, con salsa San Marzano vivace e mozzarella fresca, rifinita con un po' di chiffonade romano e basilico. La torta di vongole è un altro top seller. Le vongole appena sgusciate vengono adagiate sulla pasta con pepe, origano, aglio, prezzemolo e pecorino. Non c'è salsa o formaggio, solo un sacco di frutti di mare su una crosta super croccante.

L&B Giardini Spumoni

Se una pizzeria è una delle preferite in un quartiere storicamente italiano, è probabile che sia legittimo. Fondato a Bensonhurst nel 1939, L&B serve folle adoranti da oltre 70 anni. Una configurazione tre in uno, offre una gelateria (da cui l'omonimo spumoni), un ristorante informale di salsa rossa e una pizzeria. Tutti valgono un viaggio, ma la torta siciliana L&B, famosa in tutto il mondo, è diversa da qualsiasi altra fetta. La torta rovesciata si prepara con il formaggio sopra l'impasto e sopra la salsa di pomodoro dolce. Sopra si spolverano scaglie di parmigiano salato. La spessa crosta viene estratta dal forno appena prima di essere completamente cotta, quindi lo strato inferiore è leggermente elastico al centro con bordi leggermente dorati. Non è un classico dalla crosta sottile, ma il suo sapore è abbastanza allettante da convertire anche la torta quadrata più dura a morire in credenti.

Fetta d'angolo a Gotham West

La fetta d'angolo è diventata artigianale in questo stand del Gotham West Market. Lo chef Ivan Orkin, il partner David Poran e il virtuoso della torta Michael Bergemann offrono una nuova versione della pizzeria di quartiere con un impasto fermentato di 60 ore a base di farro e grano duro. La ricetta ha richiesto circa un anno per svilupparsi e il risultato è valsa la pena aspettare. Le fette quadrate croccanti sono leggermente gommose e leggermente spugnose, come una versione più leggera ma più robusta del siciliano. Qui, l'obiettivo è la perfezione, non l'ostentazione, quindi non troverai condimenti appariscenti. Pomodoro, mozzarella e torte bianche o a fette possono essere ricoperte con ingredienti come la soppressata calda di Salumeria Biellese, la ricotta di Calabro e la salsiccia di finocchio fatta in casa.

Di Fara

Dal 1964, Domenico DeMarco stende la pasta in questo negozio di Midwood, Brooklyn. Non è cambiato molto da quei primi giorni. L'insegna fluorescente davanti è un ritorno al passato. La sala da pranzo piena di formica sembra una sala da pranzo di una chiesa. Dal mercoledì alla domenica gli ospiti possono vedere il proprietario ottantenne che lavora dietro il bancone. La sua presenza e maestria è la vera attrazione. Negli ultimi 50 anni, ha preparato le torte nello stesso modo deliberato per le folle adoranti. Le torte napoletane di DeMarco non sono cotte a legna, ma riesce comunque a ottenere una crosta sottilissima con bordi elastici e un centro leggermente molliccio. Sono condite con salsa di pomodoro zuccherina arricchita con olio extravergine di oliva, poi rifinite con basilico nostrano e una spolverata di parmigiano. Gli unici aspetti incoerenti sono i prezzi e le linee. Le fette ora costano $ 5 l'una (le torte sono un affare migliore) e le attese sono garantite.

Lucali

L'enclave italiana dei vecchi tempi Carroll Gardens era una volta per lo più operai e alcuni mafiosi, e il quartiere è dove si sposò il famoso gangster Al Capone. Così, quando l'ex marmista e locale Mark Iacono ha ricevuto la notizia che un vecchio negozio di dolciumi aveva chiuso e il padrone di casa stava cercando un nuovo inquilino, ha deciso di dare un giro alla pizza. Alimentato dall'amore per la cucina di sua nonna, Iacono ha creato un ristorante BYO romantico e poco illuminato. La pizzeria solo in contanti attrae costantemente A-listers che vanno da Jay-Z e Beyonce ai Beckham. Iacono, invece, è ormai famoso lui stesso, per le sue rustiche torte e calzoni cotti a legna. La sua pizza semplice in stile newyorkese è costantemente salutata come una delle migliori della città e persino degli Stati Uniti.

Martina

Mescolando il formato del bancone di Shake Shack con le torte romane di Marta, questo nuovo locale dell'Union Square Hospitality Group guidato dallo chef Nick Anderer serve l'ambita pizza ispirata alla Città Eterna per un affare. A parte la Boscaiola al tartufo nero da $ 25 (pizza bianca con salsiccia di maiale, funghi, mozzarella e tartufo nero a scaglie), le torte sottili e croccanti costano meno di $ 13 ciascuna. Le torte preconcette spaziano dal salame piccante con salsa rossa, sopressata e peperoncino alla pizza bianca con cavolo riccio e pecorino. Questi sono abbinati a una selezione economica di antipasti, birra, vino e mezze bottiglie di champagne, il tutto in uno spazio dell'East Village senza prenotazione e senza contanti.

Pasquale Jones

Quando questa pizzeria di ispirazione napoletana ha aperto all'inizio del 2016, era quasi impossibile ottenere una prenotazione in una normale ora di pranzo, e possono ancora volerci settimane per conquistare un tavolo durante la prima serata. Gestito dal team dietro il vivace locale nouveau italiano Charlie Bird, questo secondo lavoro è la combinazione ideale di ambiente fresco, vini italiani ben curati e torte ambiziose. La pasta sottile e cotta nel forno a legna si esalta in composizioni come la Diavola (peperoncino, menta e salame napoletano) e la vongola all'aglio.

Patsy's

Pasquale &ldquoPatsy&rdquo Lanceri ha aperto questo negozio di forni a carbone di East Harlem nel 1933, dopo anni di formazione sotto Gennaro Lombardi, il fondatore della prima pizzeria con licenza d'America. Ha molto in comune con il suo predecessore. Come le torte di Lombardi, le torte di Patsy sono cotte in un forno a carbone rovente che crea quella crosta croccante rappresentativa marmorizzata di nero sulla parte inferiore. La torta semplice è semplicemente condita con salsa di pomodoro dolce e mozzarella delicata. È un modello di perfezione semplice. Quindi cosa distingue Patsy's dagli altri primi forni a carbone? E' l'unica pizzeria storica a vendere la pizza al taglio, a meno del costo del viaggio in metropolitana.

Di Roberta

Situato tra magazzini ricoperti di graffiti, questo ristorante approvato dagli hipster è quanto di più nouveau di Brooklyn, con un giardino sul tetto, una panetteria, un apiario e una stazione radio a tutto volume da un container riciclato. Le attese per i posti spesso superano le due ore nei fine settimana e molti commensali fanno viaggi speciali nel quartiere di Morgantown da tutta la città. C'è una buona ragione: il cibo è killer. Il menu comprende verdure impeccabili, salumi di prima classe e, naturalmente, torte in stile ibrido newyorkese-napoletano. The Famous Original presenta salsa di pomodoro, mozzarella, formaggio caciocavallo complesso (è come il fratello più sofisticato della mozzarella), origano e un pizzico di peperoncino, il tutto su una crosta sottile e croccante. Il risultato è una torta al formaggio terrosa ed elaborata che è fuori dal mondo. Il Beastmaster aggiunge gorgonzola, salsiccia di maiale, cipolla, capperi e jalapeno alla sua base di pomodoro e mozzarella. Ogni torta è completamente unica e conveniente. L'opzione più costosa suona a $ 18.

La migliore pizza

Questo negozio di Williamsburg sembra la tua pizzeria d'angolo media, tuttavia, certamente non elude il suo titolo superlativo. Il veterano di Roberta, Frank Pinello, ha inaugurato il locale di quartiere nel 2010 come un'ode alle sue radici Bensonhurst, al patrimonio siciliano e all'amore per la tradizione della pizza di New York. Usa un forno a legna secolare per creare classiche torte rotonde gommose e sottili, nonché torte della nonna rettangolari con una crosta croccante all'olio d'oliva. Come la tua pizzeria tradizionale, il menu qui è semplice con la scelta di torte e fette bianche o rosse da 20 pollici con la tua scelta di condimenti tra cui peperoni Salumeria Biellese, costolette e polpette di petto Pat LaFrieda, acciughe, verdure sott'aceto e peperoncino calabrese.

Emmett's

Per quanto i newyorkesi adorino la loro fetta caratteristica in stile newyorkese, la città ha molto amore per il gigantesco piatto profondo di Chicago. Quando la brama colpisce, le creazioni di Emmett alte due pollici e simili a una casseruola sono la strada da percorrere, salutate da molti come il miglior piatto profondo fuori Chicago. L'impasto di lino culla uno spesso cuscino di mozzarella elastica, salsa di pomodoro e una scelta di condimenti che vanno dalla salsiccia e l'uovo fritto alla giardiniera calda in stile Chi-Town e al manzo italiano.

Basille Di Carciofi

Quando i newyorkesi vogliono combinare uno spuntino preferito con la loro pizza, si dirigono da Artichoke Basille. La sua fetta omonima è ammucchiata a circa un pollice di altezza con cuori di carciofo, spinaci, mozzarella, pecorino romano e un sano strato di burro e panna in cima a una crosta extra spessa. Sul lato leggermente più leggero, la classica Margherita pesa ancora il doppio della tua fetta media di New York. Una crosta spessa e gommosa è spalmata con salsa di pomodoro brillante, mozzarella stagionata, Parmigiano Reggiano, basilico fresco e una spolverata extra di pecorino. Nelle notti del fine settimana dalle 23:00 circa alle 3 del mattino, file di fan affamati serpeggiano fuori dalla porta e giù per l'isolato.

Keste

Come lo zio freddo e studioso della famiglia della pizza napoletana degli Stati Uniti, il pizzaiolo italiano Roberto Caporuscio è così consumato con tecnica tradizionale e ingredienti genuini che è diventato il presidente della sezione americana dell'Associazione Pizzaiuoli Napoletana, l'associazione di categoria che certifica i pizzaioli. Caporuscio ha formato gli appassionati di torta napoletana di tutto il paese e ha sfamato tonnellate di newyorkesi. Il suo ultimo avamposto del Financial District, gestito con la figlia, offre più di 70 varianti di pizza (tra cui la prima pizza registrata nella storia, il Mast&rsquo Nicola, condita con lardo, pecorino romano e basilico), 150 posti a sedere e una pizza on-premise scuola che ospita professionisti e dilettanti di tutte le età.

Di Paulie Gee

Inaugurato nel 2010, Paulie Gee's è una sorta di nuovo arrivato nella storica scena della pizza di Brooklyn. Quello che manca in longevità lo compensa in qualità e stima. L'articolazione è così popolare che le attese possono allungarsi oltre i 90 minuti per i tavoli per provare le croste ricoperte di vesciche. Con una circonferenza croccante e un centro morbido, queste torte in stile napoletano hanno nomi intelligenti e condimenti creativi. Ricotta Be Kiddin&rsquo Me è uno, con mozzarella fresca, bacon canadese e salsiccia dolce di finocchio italiana condita con basilico e ricotta fresca appena sfornata. Ci sono anche opzioni vegane di prim'ordine come Red, White e Greenpeace, una torta con rucola e olio d'oliva che è finita con cipolla rossa marinata in casa e ricotta di anacardi una volta tolta dal fuoco. Preparati ad appendere: non c'è ritiro o consegna.

Pizzeria Napolitano di Totonno

Qualsiasi viaggio sul classico treno della pizza di New York deve includere una sosta in questa pizzeria con forno a carbone. Il fondatore Antonio "Totonno" Pero ha iniziato a lavorare in Lombardi poco dopo il suo arrivo dall'Italia. Un'istituzione di Coney Island dal 1924, Totonno's ha collezionato quasi tutti i riconoscimenti, tra cui un prestigioso premio America's Classic della James Beard Foundation e un cenno come una delle migliori pizze dei Top 5 Restaurants. Gli attuali proprietari Antoinette Balzano e Louise &ldquoCookie&rdquo Cimineri sono così riservati sulla ricetta dell'impasto del nonno che permetterebbero alle telecamere di filmare il processo di preparazione. L'impasto viene preparato giornalmente, mai refrigerato, quindi condito con mozzarella artigianale e ingredienti pregiati, molti provenienti direttamente dalla madrepatria. Non è uno scherzo. Il ristorante rimane aperto solo fino allo scadere dell'impasto del giorno, quindi è meglio andare presto.

Questa pizzeria di Bushwick evoca l'etica sostenibile e astuta del quartiere circostante. Lo spazio rustico-industriale con pareti in mattoni era in passato un garage per auto. Le torte cotte a legna con lievito naturale sono realizzate in modo creativo con grano antico e lievito naturale, costellate di ingredienti provenienti da fattorie locali. Le torte includono i Pops (pomodori, mozzarella, guanciale, cipolle e pecorino), Juno (Robiola, asparagi, verdure e parmigiano) e una semplice Margherita con mozzarella fatta in casa. Queste combinazioni artistiche sono abbinate ad antipasti e insalate guidate dal mercato, cocktail di stagione, vini naturali e un riff un po' ironico di &ldquoBud and amaro&rdquo sul classico boilermaker.

Pizza di Joe

La Grande Mela potrebbe essere nel bel mezzo di un rinascimento della pizza stravagante, ma i migliori negozi di affettati della vecchia scuola sono buoni come non lo sono mai stati. Un ottimo esempio: la pizza di Joe.L'istituzione del Greenwich Village produce torte e fette economiche da oltre 40 anni. Il negozio si è spostato di un paio di isolati rispetto all'originale nel 2005 e si è ampliato con tre nuove sedi, ma Joe's serve ancora gli stessi tondi dalla crosta sottile ricoperti con il giusto equilibrio di salsa vivace e formaggio gustoso che hanno attirato i fan dal 1975, e tutti per soli $ 3 a fetta.

Laboratorio di cucina Houdini

Ambientato in un'anonima sezione industriale di Ridgewood in un'ex fabbrica di birra anonima, Houdini Kitchen Lab richiede una certa abilità di navigazione. Data la sua posizione fuori mano e le pizze creative, fa paragoni con Roberta, a poche fermate di metropolitana a ovest. Le torte cotte a legna sono una specie di ibrido napoletano-nyc, ultrasottili, con ingredienti di prim'ordine. La Regina Pizza alza la posta sulla normale Margherita con stracciatella fatta in casa. L'Habanera, a strati con sottili strisce di maiale stagionato e olio di peperoncino è l'ideale per chi cerca il calore.

John's di Bleecker Street

Pizza di Prince Street

Questo locale da asporto Nolita, "Home of SoHo Squares", offre quattro eccellenti versioni di soffici pizze oversize in stile siciliano realizzate su una base soffice e croccante che bandisce ogni paura di un fondo fradicio. Tutti meritano un applauso, ma la Spicy Spring Pie è la campionessa. Proprio sopra l'impasto infuso di olio d'oliva, una generosa spolverata di mozzarella separa la salsa piccante fra diavolo dal fondotinta, impedendo che la crosta si bagni e si ammollisca. Le fette di peperoni piccanti vengono distribuite uniformemente su tutto il blocco insieme a una spolverata di formaggio Romano.


La migliore pizza di New York City

Dimentica la Grande Mela: New York dovrebbe chiamarsi la Big Pizza. Ecco dove trovare le fette superiori.

Relativo a:

Foto di: BriJoy Photography

Prendi una fetta

New York City ha molti cibi classici al suo nome: bagel, carne in scatola e cavoli, biscotti in bianco e nero, hot dog. Ma nessun alimento è più simbolico dell'esperienza gastronomica di New York della pizza. Sebbene ci possa essere una pizzeria in quasi ogni angolo della Grande Mela, non tutte le torte sono uguali. Ecco i posti migliori per piegare una fetta.

Romeo veloce

Speedy Romeo non è la solita pizzeria di New York. Lo chef-proprietario Justin Bazdarich realizza una crosta sottile, simile a quella napoletana, cotta nel forno a legna che combina i sapori newamericani della sua città natale di St. Louis con tecniche italiane e un po' di stile newyorkese, portando a condimenti come il pastrami Deli di Katz di Manhattan e L'amato formaggio provel del Missouri. Il Dick Dale combina sapori hawaiani ed europei, con bèchamel, speck, ananas, provel in stile St. Louis e scalogno alla griglia. Nel nuovo avamposto del Lower East Side, Bazdarich onora le radici ebraiche del quartiere nella Paul's Boutique, una crosta di bagel a strati con besciamella di digione, fontina, salsa 1000 island, crauti rossi affumicati e pastrami.

Emily

La pizza è stata un tema ricorrente nella storia della relazione tra Matt ed Emily Hyland. È stato il primo pasto che hanno condiviso insieme. Al loro primo vero appuntamento, la giovane coppia ha mangiato una torta alla griglia a Providence. Quindi non è davvero una sorpresa che il team di marito e moglie abbia trovato la sua strada nel settore. Nel loro ristorante Clinton Hill (con una sede nel West Village), servono una serie di frizzanti torte moderne in stile americano. L'impasto viene impastato a mano e la mozzarella è preparata in casa. Gli ingredienti di alta qualità sono integrali e gli Hylands si sforzano di utilizzare prodotti locali quando possibile. Nel menu stagionale, le torte sono suddivise in quattro sezioni: rossa (salsa di pomodoro), verde (tomatillo), rosa (vodka) e bianca (senza salsa). Aspettati di vedere i classici con numerose opzioni creative, come l'omonima Emily con mozzarella, pistacchi, formaggio tartufato e un filo di miele. Da provare assolutamente per gli amanti della carne è l'RM3! con peperoni, salsiccia e prosciutto Mangalitsa del New Jersey.

Lombardi

Affermandosi come prima pizzeria d'America, la storia di Lombardi risale a più di un secolo fa. Come il padrino delle torte al carbone, Lombardi ha influenzato l'alto livello delle pizzerie della città sin dalla sua apertura nel 1905 ed è perennemente pieno di turisti e gente del posto desiderosi di un assaggio. Il fondatore Gennaro Lombardi ha insegnato a John Sasso di John e Anthony Pero di Totonno come affinare le proprie abilità. Lo spot solo in contanti serve una serie di classici e nessuna fetta. Esemplare la margherita originale, con salsa San Marzano vivace e mozzarella fresca, rifinita con un po' di chiffonade romano e basilico. La torta di vongole è un altro top seller. Le vongole appena sgusciate vengono adagiate sulla pasta con pepe, origano, aglio, prezzemolo e pecorino. Non c'è salsa o formaggio, solo un sacco di frutti di mare su una crosta super croccante.

L&B Giardini Spumoni

Se una pizzeria è una delle preferite in un quartiere storicamente italiano, è probabile che sia legittimo. Fondato a Bensonhurst nel 1939, L&B serve folle adoranti da oltre 70 anni. Una configurazione tre in uno, offre una gelateria (da cui l'omonimo spumoni), un ristorante informale di salsa rossa e una pizzeria. Tutti valgono un viaggio, ma la torta siciliana L&B, famosa in tutto il mondo, è diversa da qualsiasi altra fetta. La torta rovesciata si prepara con il formaggio sopra l'impasto e sopra la salsa di pomodoro dolce. Sopra si spolverano scaglie di parmigiano salato. La spessa crosta viene estratta dal forno appena prima di essere completamente cotta, quindi lo strato inferiore è leggermente elastico al centro con bordi leggermente dorati. Non è un classico dalla crosta sottile, ma il suo sapore è abbastanza allettante da convertire anche la torta quadrata più dura a morire in credenti.

Fetta d'angolo a Gotham West

La fetta d'angolo è diventata artigianale in questo stand del Gotham West Market. Lo chef Ivan Orkin, il partner David Poran e il virtuoso della torta Michael Bergemann offrono una nuova versione della pizzeria di quartiere con un impasto fermentato di 60 ore a base di farro e grano duro. La ricetta ha richiesto circa un anno per svilupparsi e il risultato è valsa la pena aspettare. Le fette quadrate croccanti sono leggermente gommose e leggermente spugnose, come una versione più leggera ma più robusta del siciliano. Qui, l'obiettivo è la perfezione, non l'ostentazione, quindi non troverai condimenti appariscenti. Pomodoro, mozzarella e torte bianche o a fette possono essere ricoperte con ingredienti come la soppressata calda di Salumeria Biellese, la ricotta di Calabro e la salsiccia di finocchio fatta in casa.

Di Fara

Dal 1964, Domenico DeMarco stende la pasta in questo negozio di Midwood, Brooklyn. Non è cambiato molto da quei primi giorni. L'insegna fluorescente davanti è un ritorno al passato. La sala da pranzo piena di formica sembra una sala da pranzo di una chiesa. Dal mercoledì alla domenica gli ospiti possono vedere il proprietario ottantenne che lavora dietro il bancone. La sua presenza e maestria è la vera attrazione. Negli ultimi 50 anni, ha preparato le torte nello stesso modo deliberato per le folle adoranti. Le torte napoletane di DeMarco non sono cotte a legna, ma riesce comunque a ottenere una crosta sottilissima con bordi elastici e un centro leggermente molliccio. Sono condite con salsa di pomodoro zuccherina arricchita con olio extravergine di oliva, poi rifinite con basilico nostrano e una spolverata di parmigiano. Gli unici aspetti incoerenti sono i prezzi e le linee. Le fette ora costano $ 5 l'una (le torte sono un affare migliore) e le attese sono garantite.

Lucali

L'enclave italiana dei vecchi tempi Carroll Gardens era una volta per lo più operai e alcuni mafiosi, e il quartiere è dove si sposò il famoso gangster Al Capone. Così, quando l'ex marmista e locale Mark Iacono ha ricevuto la notizia che un vecchio negozio di dolciumi aveva chiuso e il padrone di casa stava cercando un nuovo inquilino, ha deciso di dare un giro alla pizza. Alimentato dall'amore per la cucina di sua nonna, Iacono ha creato un ristorante BYO romantico e poco illuminato. La pizzeria solo in contanti attrae costantemente A-listers che vanno da Jay-Z e Beyonce ai Beckham. Iacono, invece, è ormai famoso lui stesso, per le sue rustiche torte e calzoni cotti a legna. La sua pizza semplice in stile newyorkese è costantemente salutata come una delle migliori della città e persino degli Stati Uniti.

Martina

Mescolando il formato del bancone di Shake Shack con le torte romane di Marta, questo nuovo locale dell'Union Square Hospitality Group guidato dallo chef Nick Anderer serve l'ambita pizza ispirata alla Città Eterna per un affare. A parte la Boscaiola al tartufo nero da $ 25 (pizza bianca con salsiccia di maiale, funghi, mozzarella e tartufo nero a scaglie), le torte sottili e croccanti costano meno di $ 13 ciascuna. Le torte preconcette spaziano dal salame piccante con salsa rossa, sopressata e peperoncino alla pizza bianca con cavolo riccio e pecorino. Questi sono abbinati a una selezione economica di antipasti, birra, vino e mezze bottiglie di champagne, il tutto in uno spazio dell'East Village senza prenotazione e senza contanti.

Pasquale Jones

Quando questa pizzeria di ispirazione napoletana ha aperto all'inizio del 2016, era quasi impossibile ottenere una prenotazione in una normale ora di pranzo, e possono ancora volerci settimane per conquistare un tavolo durante la prima serata. Gestito dal team dietro il vivace locale nouveau italiano Charlie Bird, questo secondo lavoro è la combinazione ideale di ambiente fresco, vini italiani ben curati e torte ambiziose. La pasta sottile e cotta nel forno a legna si esalta in composizioni come la Diavola (peperoncino, menta e salame napoletano) e la vongola all'aglio.

Patsy's

Pasquale &ldquoPatsy&rdquo Lanceri ha aperto questo negozio di forni a carbone di East Harlem nel 1933, dopo anni di formazione sotto Gennaro Lombardi, il fondatore della prima pizzeria con licenza d'America. Ha molto in comune con il suo predecessore. Come le torte di Lombardi, le torte di Patsy sono cotte in un forno a carbone rovente che crea quella crosta croccante rappresentativa marmorizzata di nero sulla parte inferiore. La torta semplice è semplicemente condita con salsa di pomodoro dolce e mozzarella delicata. È un modello di perfezione semplice. Quindi cosa distingue Patsy's dagli altri primi forni a carbone? E' l'unica pizzeria storica a vendere la pizza al taglio, a meno del costo del viaggio in metropolitana.

Di Roberta

Situato tra magazzini ricoperti di graffiti, questo ristorante approvato dagli hipster è quanto di più nouveau di Brooklyn, con un giardino sul tetto, una panetteria, un apiario e una stazione radio a tutto volume da un container riciclato. Le attese per i posti spesso superano le due ore nei fine settimana e molti commensali fanno viaggi speciali nel quartiere di Morgantown da tutta la città. C'è una buona ragione: il cibo è killer. Il menu comprende verdure impeccabili, salumi di prima classe e, naturalmente, torte in stile ibrido newyorkese-napoletano. The Famous Original presenta salsa di pomodoro, mozzarella, formaggio caciocavallo complesso (è come il fratello più sofisticato della mozzarella), origano e un pizzico di peperoncino, il tutto su una crosta sottile e croccante. Il risultato è una torta al formaggio terrosa ed elaborata che è fuori dal mondo. Il Beastmaster aggiunge gorgonzola, salsiccia di maiale, cipolla, capperi e jalapeno alla sua base di pomodoro e mozzarella. Ogni torta è completamente unica e conveniente. L'opzione più costosa suona a $ 18.

La migliore pizza

Questo negozio di Williamsburg sembra la tua pizzeria d'angolo media, tuttavia, certamente non elude il suo titolo superlativo. Il veterano di Roberta, Frank Pinello, ha inaugurato il locale di quartiere nel 2010 come un'ode alle sue radici Bensonhurst, al patrimonio siciliano e all'amore per la tradizione della pizza di New York. Usa un forno a legna secolare per creare classiche torte rotonde gommose e sottili, nonché torte della nonna rettangolari con una crosta croccante all'olio d'oliva. Come la tua pizzeria tradizionale, il menu qui è semplice con la scelta di torte e fette bianche o rosse da 20 pollici con la tua scelta di condimenti tra cui peperoni Salumeria Biellese, costolette e polpette di petto Pat LaFrieda, acciughe, verdure sott'aceto e peperoncino calabrese.

Emmett's

Per quanto i newyorkesi adorino la loro fetta caratteristica in stile newyorkese, la città ha molto amore per il gigantesco piatto profondo di Chicago. Quando la brama colpisce, le creazioni di Emmett alte due pollici e simili a una casseruola sono la strada da percorrere, salutate da molti come il miglior piatto profondo fuori Chicago. L'impasto di lino culla uno spesso cuscino di mozzarella elastica, salsa di pomodoro e una scelta di condimenti che vanno dalla salsiccia e l'uovo fritto alla giardiniera calda in stile Chi-Town e al manzo italiano.

Basille Di Carciofi

Quando i newyorkesi vogliono combinare uno spuntino preferito con la loro pizza, si dirigono da Artichoke Basille. La sua fetta omonima è ammucchiata a circa un pollice di altezza con cuori di carciofo, spinaci, mozzarella, pecorino romano e un sano strato di burro e panna in cima a una crosta extra spessa. Sul lato leggermente più leggero, la classica Margherita pesa ancora il doppio della tua fetta media di New York. Una crosta spessa e gommosa è spalmata con salsa di pomodoro brillante, mozzarella stagionata, Parmigiano Reggiano, basilico fresco e una spolverata extra di pecorino. Nelle notti del fine settimana dalle 23:00 circa alle 3 del mattino, file di fan affamati serpeggiano fuori dalla porta e giù per l'isolato.

Keste

Come lo zio freddo e studioso della famiglia della pizza napoletana degli Stati Uniti, il pizzaiolo italiano Roberto Caporuscio è così consumato con tecnica tradizionale e ingredienti genuini che è diventato il presidente della sezione americana dell'Associazione Pizzaiuoli Napoletana, l'associazione di categoria che certifica i pizzaioli. Caporuscio ha formato gli appassionati di torta napoletana di tutto il paese e ha sfamato tonnellate di newyorkesi. Il suo ultimo avamposto del Financial District, gestito con la figlia, offre più di 70 varianti di pizza (tra cui la prima pizza registrata nella storia, il Mast&rsquo Nicola, condita con lardo, pecorino romano e basilico), 150 posti a sedere e una pizza on-premise scuola che ospita professionisti e dilettanti di tutte le età.

Di Paulie Gee

Inaugurato nel 2010, Paulie Gee's è una sorta di nuovo arrivato nella storica scena della pizza di Brooklyn. Quello che manca in longevità lo compensa in qualità e stima. L'articolazione è così popolare che le attese possono allungarsi oltre i 90 minuti per i tavoli per provare le croste ricoperte di vesciche. Con una circonferenza croccante e un centro morbido, queste torte in stile napoletano hanno nomi intelligenti e condimenti creativi. Ricotta Be Kiddin&rsquo Me è uno, con mozzarella fresca, bacon canadese e salsiccia dolce di finocchio italiana condita con basilico e ricotta fresca appena sfornata. Ci sono anche opzioni vegane di prim'ordine come Red, White e Greenpeace, una torta con rucola e olio d'oliva che è finita con cipolla rossa marinata in casa e ricotta di anacardi una volta tolta dal fuoco. Preparati ad appendere: non c'è ritiro o consegna.

Pizzeria Napolitano di Totonno

Qualsiasi viaggio sul classico treno della pizza di New York deve includere una sosta in questa pizzeria con forno a carbone. Il fondatore Antonio "Totonno" Pero ha iniziato a lavorare in Lombardi poco dopo il suo arrivo dall'Italia. Un'istituzione di Coney Island dal 1924, Totonno's ha collezionato quasi tutti i riconoscimenti, tra cui un prestigioso premio America's Classic della James Beard Foundation e un cenno come una delle migliori pizze dei Top 5 Restaurants. Gli attuali proprietari Antoinette Balzano e Louise &ldquoCookie&rdquo Cimineri sono così riservati sulla ricetta dell'impasto del nonno che permetterebbero alle telecamere di filmare il processo di preparazione. L'impasto viene preparato giornalmente, mai refrigerato, quindi condito con mozzarella artigianale e ingredienti pregiati, molti provenienti direttamente dalla madrepatria. Non è uno scherzo. Il ristorante rimane aperto solo fino allo scadere dell'impasto del giorno, quindi è meglio andare presto.

Questa pizzeria di Bushwick evoca l'etica sostenibile e astuta del quartiere circostante. Lo spazio rustico-industriale con pareti in mattoni era in passato un garage per auto. Le torte cotte a legna con lievito naturale sono realizzate in modo creativo con grano antico e lievito naturale, costellate di ingredienti provenienti da fattorie locali. Le torte includono i Pops (pomodori, mozzarella, guanciale, cipolle e pecorino), Juno (Robiola, asparagi, verdure e parmigiano) e una semplice Margherita con mozzarella fatta in casa. Queste combinazioni artistiche sono abbinate ad antipasti e insalate guidate dal mercato, cocktail di stagione, vini naturali e un riff un po' ironico di &ldquoBud and amaro&rdquo sul classico boilermaker.

Pizza di Joe

La Grande Mela potrebbe essere nel bel mezzo di un rinascimento della pizza stravagante, ma i migliori negozi di affettati della vecchia scuola sono buoni come non lo sono mai stati. Un ottimo esempio: la pizza di Joe. L'istituzione del Greenwich Village produce torte e fette economiche da oltre 40 anni. Il negozio si è spostato di un paio di isolati rispetto all'originale nel 2005 e si è ampliato con tre nuove sedi, ma Joe's serve ancora gli stessi tondi dalla crosta sottile ricoperti con il giusto equilibrio di salsa vivace e formaggio gustoso che hanno attirato i fan dal 1975, e tutti per soli $ 3 a fetta.

Laboratorio di cucina Houdini

Ambientato in un'anonima sezione industriale di Ridgewood in un'ex fabbrica di birra anonima, Houdini Kitchen Lab richiede una certa abilità di navigazione. Data la sua posizione fuori mano e le pizze creative, fa paragoni con Roberta, a poche fermate di metropolitana a ovest. Le torte cotte a legna sono una specie di ibrido napoletano-nyc, ultrasottili, con ingredienti di prim'ordine. La Regina Pizza alza la posta sulla normale Margherita con stracciatella fatta in casa. L'Habanera, a strati con sottili strisce di maiale stagionato e olio di peperoncino è l'ideale per chi cerca il calore.

John's di Bleecker Street

Pizza di Prince Street

Questo locale da asporto Nolita, "Home of SoHo Squares", offre quattro eccellenti versioni di soffici pizze oversize in stile siciliano realizzate su una base soffice e croccante che bandisce ogni paura di un fondo fradicio. Tutti meritano un applauso, ma la Spicy Spring Pie è la campionessa. Proprio sopra l'impasto infuso di olio d'oliva, una generosa spolverata di mozzarella separa la salsa piccante fra diavolo dal fondotinta, impedendo che la crosta si bagni e si ammollisca. Le fette di peperoni piccanti vengono distribuite uniformemente su tutto il blocco insieme a una spolverata di formaggio Romano.


La migliore pizza di New York City

Dimentica la Grande Mela: New York dovrebbe chiamarsi la Big Pizza. Ecco dove trovare le fette superiori.

Relativo a:

Foto di: BriJoy Photography

Prendi una fetta

New York City ha molti cibi classici al suo nome: bagel, carne in scatola e cavoli, biscotti in bianco e nero, hot dog. Ma nessun alimento è più simbolico dell'esperienza gastronomica di New York della pizza. Sebbene ci possa essere una pizzeria in quasi ogni angolo della Grande Mela, non tutte le torte sono uguali. Ecco i posti migliori per piegare una fetta.

Romeo veloce

Speedy Romeo non è la solita pizzeria di New York. Lo chef-proprietario Justin Bazdarich realizza una crosta sottile, simile a quella napoletana, cotta nel forno a legna che combina i sapori newamericani della sua città natale di St. Louis con tecniche italiane e un po' di stile newyorkese, portando a condimenti come il pastrami Deli di Katz di Manhattan e L'amato formaggio provel del Missouri. Il Dick Dale combina sapori hawaiani ed europei, con bèchamel, speck, ananas, provel in stile St. Louis e scalogno alla griglia.Nel nuovo avamposto del Lower East Side, Bazdarich onora le radici ebraiche del quartiere nella Paul's Boutique, una crosta di bagel a strati con besciamella di digione, fontina, salsa 1000 island, crauti rossi affumicati e pastrami.

Emily

La pizza è stata un tema ricorrente nella storia della relazione tra Matt ed Emily Hyland. È stato il primo pasto che hanno condiviso insieme. Al loro primo vero appuntamento, la giovane coppia ha mangiato una torta alla griglia a Providence. Quindi non è davvero una sorpresa che il team di marito e moglie abbia trovato la sua strada nel settore. Nel loro ristorante Clinton Hill (con una sede nel West Village), servono una serie di frizzanti torte moderne in stile americano. L'impasto viene impastato a mano e la mozzarella è preparata in casa. Gli ingredienti di alta qualità sono integrali e gli Hylands si sforzano di utilizzare prodotti locali quando possibile. Nel menu stagionale, le torte sono suddivise in quattro sezioni: rossa (salsa di pomodoro), verde (tomatillo), rosa (vodka) e bianca (senza salsa). Aspettati di vedere i classici con numerose opzioni creative, come l'omonima Emily con mozzarella, pistacchi, formaggio tartufato e un filo di miele. Da provare assolutamente per gli amanti della carne è l'RM3! con peperoni, salsiccia e prosciutto Mangalitsa del New Jersey.

Lombardi

Affermandosi come prima pizzeria d'America, la storia di Lombardi risale a più di un secolo fa. Come il padrino delle torte al carbone, Lombardi ha influenzato l'alto livello delle pizzerie della città sin dalla sua apertura nel 1905 ed è perennemente pieno di turisti e gente del posto desiderosi di un assaggio. Il fondatore Gennaro Lombardi ha insegnato a John Sasso di John e Anthony Pero di Totonno come affinare le proprie abilità. Lo spot solo in contanti serve una serie di classici e nessuna fetta. Esemplare la margherita originale, con salsa San Marzano vivace e mozzarella fresca, rifinita con un po' di chiffonade romano e basilico. La torta di vongole è un altro top seller. Le vongole appena sgusciate vengono adagiate sulla pasta con pepe, origano, aglio, prezzemolo e pecorino. Non c'è salsa o formaggio, solo un sacco di frutti di mare su una crosta super croccante.

L&B Giardini Spumoni

Se una pizzeria è una delle preferite in un quartiere storicamente italiano, è probabile che sia legittimo. Fondato a Bensonhurst nel 1939, L&B serve folle adoranti da oltre 70 anni. Una configurazione tre in uno, offre una gelateria (da cui l'omonimo spumoni), un ristorante informale di salsa rossa e una pizzeria. Tutti valgono un viaggio, ma la torta siciliana L&B, famosa in tutto il mondo, è diversa da qualsiasi altra fetta. La torta rovesciata si prepara con il formaggio sopra l'impasto e sopra la salsa di pomodoro dolce. Sopra si spolverano scaglie di parmigiano salato. La spessa crosta viene estratta dal forno appena prima di essere completamente cotta, quindi lo strato inferiore è leggermente elastico al centro con bordi leggermente dorati. Non è un classico dalla crosta sottile, ma il suo sapore è abbastanza allettante da convertire anche la torta quadrata più dura a morire in credenti.

Fetta d'angolo a Gotham West

La fetta d'angolo è diventata artigianale in questo stand del Gotham West Market. Lo chef Ivan Orkin, il partner David Poran e il virtuoso della torta Michael Bergemann offrono una nuova versione della pizzeria di quartiere con un impasto fermentato di 60 ore a base di farro e grano duro. La ricetta ha richiesto circa un anno per svilupparsi e il risultato è valsa la pena aspettare. Le fette quadrate croccanti sono leggermente gommose e leggermente spugnose, come una versione più leggera ma più robusta del siciliano. Qui, l'obiettivo è la perfezione, non l'ostentazione, quindi non troverai condimenti appariscenti. Pomodoro, mozzarella e torte bianche o a fette possono essere ricoperte con ingredienti come la soppressata calda di Salumeria Biellese, la ricotta di Calabro e la salsiccia di finocchio fatta in casa.

Di Fara

Dal 1964, Domenico DeMarco stende la pasta in questo negozio di Midwood, Brooklyn. Non è cambiato molto da quei primi giorni. L'insegna fluorescente davanti è un ritorno al passato. La sala da pranzo piena di formica sembra una sala da pranzo di una chiesa. Dal mercoledì alla domenica gli ospiti possono vedere il proprietario ottantenne che lavora dietro il bancone. La sua presenza e maestria è la vera attrazione. Negli ultimi 50 anni, ha preparato le torte nello stesso modo deliberato per le folle adoranti. Le torte napoletane di DeMarco non sono cotte a legna, ma riesce comunque a ottenere una crosta sottilissima con bordi elastici e un centro leggermente molliccio. Sono condite con salsa di pomodoro zuccherina arricchita con olio extravergine di oliva, poi rifinite con basilico nostrano e una spolverata di parmigiano. Gli unici aspetti incoerenti sono i prezzi e le linee. Le fette ora costano $ 5 l'una (le torte sono un affare migliore) e le attese sono garantite.

Lucali

L'enclave italiana dei vecchi tempi Carroll Gardens era una volta per lo più operai e alcuni mafiosi, e il quartiere è dove si sposò il famoso gangster Al Capone. Così, quando l'ex marmista e locale Mark Iacono ha ricevuto la notizia che un vecchio negozio di dolciumi aveva chiuso e il padrone di casa stava cercando un nuovo inquilino, ha deciso di dare un giro alla pizza. Alimentato dall'amore per la cucina di sua nonna, Iacono ha creato un ristorante BYO romantico e poco illuminato. La pizzeria solo in contanti attrae costantemente A-listers che vanno da Jay-Z e Beyonce ai Beckham. Iacono, invece, è ormai famoso lui stesso, per le sue rustiche torte e calzoni cotti a legna. La sua pizza semplice in stile newyorkese è costantemente salutata come una delle migliori della città e persino degli Stati Uniti.

Martina

Mescolando il formato del bancone di Shake Shack con le torte romane di Marta, questo nuovo locale dell'Union Square Hospitality Group guidato dallo chef Nick Anderer serve l'ambita pizza ispirata alla Città Eterna per un affare. A parte la Boscaiola al tartufo nero da $ 25 (pizza bianca con salsiccia di maiale, funghi, mozzarella e tartufo nero a scaglie), le torte sottili e croccanti costano meno di $ 13 ciascuna. Le torte preconcette spaziano dal salame piccante con salsa rossa, sopressata e peperoncino alla pizza bianca con cavolo riccio e pecorino. Questi sono abbinati a una selezione economica di antipasti, birra, vino e mezze bottiglie di champagne, il tutto in uno spazio dell'East Village senza prenotazione e senza contanti.

Pasquale Jones

Quando questa pizzeria di ispirazione napoletana ha aperto all'inizio del 2016, era quasi impossibile ottenere una prenotazione in una normale ora di pranzo, e possono ancora volerci settimane per conquistare un tavolo durante la prima serata. Gestito dal team dietro il vivace locale nouveau italiano Charlie Bird, questo secondo lavoro è la combinazione ideale di ambiente fresco, vini italiani ben curati e torte ambiziose. La pasta sottile e cotta nel forno a legna si esalta in composizioni come la Diavola (peperoncino, menta e salame napoletano) e la vongola all'aglio.

Patsy's

Pasquale &ldquoPatsy&rdquo Lanceri ha aperto questo negozio di forni a carbone di East Harlem nel 1933, dopo anni di formazione sotto Gennaro Lombardi, il fondatore della prima pizzeria con licenza d'America. Ha molto in comune con il suo predecessore. Come le torte di Lombardi, le torte di Patsy sono cotte in un forno a carbone rovente che crea quella crosta croccante rappresentativa marmorizzata di nero sulla parte inferiore. La torta semplice è semplicemente condita con salsa di pomodoro dolce e mozzarella delicata. È un modello di perfezione semplice. Quindi cosa distingue Patsy's dagli altri primi forni a carbone? E' l'unica pizzeria storica a vendere la pizza al taglio, a meno del costo del viaggio in metropolitana.

Di Roberta

Situato tra magazzini ricoperti di graffiti, questo ristorante approvato dagli hipster è quanto di più nouveau di Brooklyn, con un giardino sul tetto, una panetteria, un apiario e una stazione radio a tutto volume da un container riciclato. Le attese per i posti spesso superano le due ore nei fine settimana e molti commensali fanno viaggi speciali nel quartiere di Morgantown da tutta la città. C'è una buona ragione: il cibo è killer. Il menu comprende verdure impeccabili, salumi di prima classe e, naturalmente, torte in stile ibrido newyorkese-napoletano. The Famous Original presenta salsa di pomodoro, mozzarella, formaggio caciocavallo complesso (è come il fratello più sofisticato della mozzarella), origano e un pizzico di peperoncino, il tutto su una crosta sottile e croccante. Il risultato è una torta al formaggio terrosa ed elaborata che è fuori dal mondo. Il Beastmaster aggiunge gorgonzola, salsiccia di maiale, cipolla, capperi e jalapeno alla sua base di pomodoro e mozzarella. Ogni torta è completamente unica e conveniente. L'opzione più costosa suona a $ 18.

La migliore pizza

Questo negozio di Williamsburg sembra la tua pizzeria d'angolo media, tuttavia, certamente non elude il suo titolo superlativo. Il veterano di Roberta, Frank Pinello, ha inaugurato il locale di quartiere nel 2010 come un'ode alle sue radici Bensonhurst, al patrimonio siciliano e all'amore per la tradizione della pizza di New York. Usa un forno a legna secolare per creare classiche torte rotonde gommose e sottili, nonché torte della nonna rettangolari con una crosta croccante all'olio d'oliva. Come la tua pizzeria tradizionale, il menu qui è semplice con la scelta di torte e fette bianche o rosse da 20 pollici con la tua scelta di condimenti tra cui peperoni Salumeria Biellese, costolette e polpette di petto Pat LaFrieda, acciughe, verdure sott'aceto e peperoncino calabrese.

Emmett's

Per quanto i newyorkesi adorino la loro fetta caratteristica in stile newyorkese, la città ha molto amore per il gigantesco piatto profondo di Chicago. Quando la brama colpisce, le creazioni di Emmett alte due pollici e simili a una casseruola sono la strada da percorrere, salutate da molti come il miglior piatto profondo fuori Chicago. L'impasto di lino culla uno spesso cuscino di mozzarella elastica, salsa di pomodoro e una scelta di condimenti che vanno dalla salsiccia e l'uovo fritto alla giardiniera calda in stile Chi-Town e al manzo italiano.

Basille Di Carciofi

Quando i newyorkesi vogliono combinare uno spuntino preferito con la loro pizza, si dirigono da Artichoke Basille. La sua fetta omonima è ammucchiata a circa un pollice di altezza con cuori di carciofo, spinaci, mozzarella, pecorino romano e un sano strato di burro e panna in cima a una crosta extra spessa. Sul lato leggermente più leggero, la classica Margherita pesa ancora il doppio della tua fetta media di New York. Una crosta spessa e gommosa è spalmata con salsa di pomodoro brillante, mozzarella stagionata, Parmigiano Reggiano, basilico fresco e una spolverata extra di pecorino. Nelle notti del fine settimana dalle 23:00 circa alle 3 del mattino, file di fan affamati serpeggiano fuori dalla porta e giù per l'isolato.

Keste

Come lo zio freddo e studioso della famiglia della pizza napoletana degli Stati Uniti, il pizzaiolo italiano Roberto Caporuscio è così consumato con tecnica tradizionale e ingredienti genuini che è diventato il presidente della sezione americana dell'Associazione Pizzaiuoli Napoletana, l'associazione di categoria che certifica i pizzaioli. Caporuscio ha formato gli appassionati di torta napoletana di tutto il paese e ha sfamato tonnellate di newyorkesi. Il suo ultimo avamposto del Financial District, gestito con la figlia, offre più di 70 varianti di pizza (tra cui la prima pizza registrata nella storia, il Mast&rsquo Nicola, condita con lardo, pecorino romano e basilico), 150 posti a sedere e una pizza on-premise scuola che ospita professionisti e dilettanti di tutte le età.

Di Paulie Gee

Inaugurato nel 2010, Paulie Gee's è una sorta di nuovo arrivato nella storica scena della pizza di Brooklyn. Quello che manca in longevità lo compensa in qualità e stima. L'articolazione è così popolare che le attese possono allungarsi oltre i 90 minuti per i tavoli per provare le croste ricoperte di vesciche. Con una circonferenza croccante e un centro morbido, queste torte in stile napoletano hanno nomi intelligenti e condimenti creativi. Ricotta Be Kiddin&rsquo Me è uno, con mozzarella fresca, bacon canadese e salsiccia dolce di finocchio italiana condita con basilico e ricotta fresca appena sfornata. Ci sono anche opzioni vegane di prim'ordine come Red, White e Greenpeace, una torta con rucola e olio d'oliva che è finita con cipolla rossa marinata in casa e ricotta di anacardi una volta tolta dal fuoco. Preparati ad appendere: non c'è ritiro o consegna.

Pizzeria Napolitano di Totonno

Qualsiasi viaggio sul classico treno della pizza di New York deve includere una sosta in questa pizzeria con forno a carbone. Il fondatore Antonio "Totonno" Pero ha iniziato a lavorare in Lombardi poco dopo il suo arrivo dall'Italia. Un'istituzione di Coney Island dal 1924, Totonno's ha collezionato quasi tutti i riconoscimenti, tra cui un prestigioso premio America's Classic della James Beard Foundation e un cenno come una delle migliori pizze dei Top 5 Restaurants. Gli attuali proprietari Antoinette Balzano e Louise &ldquoCookie&rdquo Cimineri sono così riservati sulla ricetta dell'impasto del nonno che permetterebbero alle telecamere di filmare il processo di preparazione. L'impasto viene preparato giornalmente, mai refrigerato, quindi condito con mozzarella artigianale e ingredienti pregiati, molti provenienti direttamente dalla madrepatria. Non è uno scherzo. Il ristorante rimane aperto solo fino allo scadere dell'impasto del giorno, quindi è meglio andare presto.

Questa pizzeria di Bushwick evoca l'etica sostenibile e astuta del quartiere circostante. Lo spazio rustico-industriale con pareti in mattoni era in passato un garage per auto. Le torte cotte a legna con lievito naturale sono realizzate in modo creativo con grano antico e lievito naturale, costellate di ingredienti provenienti da fattorie locali. Le torte includono i Pops (pomodori, mozzarella, guanciale, cipolle e pecorino), Juno (Robiola, asparagi, verdure e parmigiano) e una semplice Margherita con mozzarella fatta in casa. Queste combinazioni artistiche sono abbinate ad antipasti e insalate guidate dal mercato, cocktail di stagione, vini naturali e un riff un po' ironico di &ldquoBud and amaro&rdquo sul classico boilermaker.

Pizza di Joe

La Grande Mela potrebbe essere nel bel mezzo di un rinascimento della pizza stravagante, ma i migliori negozi di affettati della vecchia scuola sono buoni come non lo sono mai stati. Un ottimo esempio: la pizza di Joe. L'istituzione del Greenwich Village produce torte e fette economiche da oltre 40 anni. Il negozio si è spostato di un paio di isolati rispetto all'originale nel 2005 e si è ampliato con tre nuove sedi, ma Joe's serve ancora gli stessi tondi dalla crosta sottile ricoperti con il giusto equilibrio di salsa vivace e formaggio gustoso che hanno attirato i fan dal 1975, e tutti per soli $ 3 a fetta.

Laboratorio di cucina Houdini

Ambientato in un'anonima sezione industriale di Ridgewood in un'ex fabbrica di birra anonima, Houdini Kitchen Lab richiede una certa abilità di navigazione. Data la sua posizione fuori mano e le pizze creative, fa paragoni con Roberta, a poche fermate di metropolitana a ovest. Le torte cotte a legna sono una specie di ibrido napoletano-nyc, ultrasottili, con ingredienti di prim'ordine. La Regina Pizza alza la posta sulla normale Margherita con stracciatella fatta in casa. L'Habanera, a strati con sottili strisce di maiale stagionato e olio di peperoncino è l'ideale per chi cerca il calore.

John's di Bleecker Street

Pizza di Prince Street

Questo locale da asporto Nolita, "Home of SoHo Squares", offre quattro eccellenti versioni di soffici pizze oversize in stile siciliano realizzate su una base soffice e croccante che bandisce ogni paura di un fondo fradicio. Tutti meritano un applauso, ma la Spicy Spring Pie è la campionessa. Proprio sopra l'impasto infuso di olio d'oliva, una generosa spolverata di mozzarella separa la salsa piccante fra diavolo dal fondotinta, impedendo che la crosta si bagni e si ammollisca. Le fette di peperoni piccanti vengono distribuite uniformemente su tutto il blocco insieme a una spolverata di formaggio Romano.


Guarda il video: How a Legendary Chef Runs One of the Worlds Most Iconic Restaurants Mise En Place


Commenti:

  1. Ryon

    Congratulazioni all'amministratore e ai lettori Buon Natale!

  2. Rosco

    Si riserva solo, non di più

  3. Dai

    Scusa per aver interferito ... ma questo argomento mi è molto vicino. Posso aiutare con la risposta.



Scrivi un messaggio